opinioni

Considerazioni sull'Expo

sabato 25 aprile 2015
di Francesco Lena

Il primo Maggio parte la grande esposizione universale sull’alimentazione, in questa occasione dell’Expo evento straordinario che si svolge a Milano, su tanti temi, sull’agricoltura, ambiente, sicurezza alimentare, diritto al cibo, lotta agli sprechi e altro, con la partecipazione di 140 paesi.

Deve essere un’ occasione di dialogo, di confronto d’idee, di culture diverse, su diritti e doveri, di problemi economici ambientali e sociali. Devono tutti i paesi presenti farla diventare una grande opportunità.

Per costruire progetti obiettivi da raggiungere, per far diminuire le iniquità culturali, alimentari. Economiche e sociali. Progetti per il diritto al cibo, di educazione alimentare, di lotta allo spreco di cibo risorse e dell’acqua. Progetti di sviluppo economico sostenibile e compatibile nel rispetto della natura dell’ambiente. Progetti concreti per aiutare i paesi poveri, portando loro aiuti economici ma soprattutto mezzi per lo sviluppare l’agricoltura, mezzi per costruire pozzi per avere l’acqua, strutture per l’irrigazione, macchine agricole. Mettiamo fine alla fornitura di armi e alla loro costruzione, che sono solo strumenti di morte, quei soldi andrebbero spesi bene e con intelligenza per la vita.

Poi vanno fatti progetti mirati culturali per stimolare a smuovere le coscienze e per combattere l’indifferenza, c’è bisogno che tutti si prendano delle responsabilità con impegno nei piccoli e grandi problemi dell’umanità, della società, delle persone, dell’ambiente, dell’agricoltura, dei conflitti nel mondo, per risolverli e costruire la pace.

Elaborare un progetto speciale da proporre all’ONU, per creare un dipartimento specializzato per le mediazioni, per la pace, con personale molto preparato nel risolvere i problemi, i conflitti.

Sarebbe ora di incominciare a svuotare gli arsenali per riempire i granai, questa sarebbe la strada giusta da seguire all’Expo, nella politica, nella società. Per migliorare il mondo cari cittadini, dobbiamo migliorare noi, fare sforzo speciale, per tirar fuori tutto il meglio di noi stessi, positività, inventiva costruttiva, creatività, amore umano per chi vive, nella sete, nella fame, nelle malattie, per far arrivare loro cure acqua e cibo in giusta quantità.

Allora cari cittadini mettiamoci al lavoro con entusiasmo e grande impegno, d'idee proposte suggerimenti, per far in modo che alla fine dell’EXPO di poter raccontare che l’Italia e gli italiani, assieme agli altri paesi, di aver contribuito concretamente a costruire progetti, con l’impegno di portarli avanti fino quando saranno raggiunti gli obiettivi che contengono.

Per costruire una società più giusta, un ambiente più curato e rispettato, un'economia ecocompatibile e più equa, mettere fine agli sprechi di cibo e risorse, un'alimentazione sana e sufficiente per tutti i cittadini del mondo e raggiungere la pace in tutti i paesi, poter dire che EXPO è servito per il bene comune.

Commenta su Facebook

Accadeva il 11 dicembre

"ValorePaese". Immobili in concessione, con la promessa di rinascita

Pronta la prima area di sgambatura per cani, già previste altre due

Cena degli Auguri di Natale ed assemblea generale per l'Unitre

Vetrya Orvieto Basket d'autorità in casa della capolista

"Questa nostra Italia". In tanti a Orvieto per l'ultimo libro di Corrado Augias

Pulcinella

Orvieto FC, la prima squadra ritorna in vetta. Momento magico per la società

Orvieto Comune Europeo dello Sport 2017, la tribuna dello Stadio ha il tetto bucato

Quella faccenda lunga della "Settimana Corta"

Comitato Pendolari Roma-Firenze: "Delusi dall'assessore Chianella"

L'Orvietana mette paura alla capolista

In Via Vecchietti torna il Mercatino di Natale della Solidarietà

Pagamento mensa e trasporti, il bollettino arriva a casa

Torna "Valner.In.A.Box", il regalo che non dimentica l'Umbria post sisma

"Campioni in Cattedra" con il Coni, Alessio Foconi alla Scuola Primaria "Barzini"

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo a "Mezzogiorno in famiglia"

Televisori sintonizzati su Raitre, Orvieto in onda su "Geo&Geo"

Assemblea regionale di "Potere al Popolo Umbria"

XXV Convegno Internazionale di Studi su Storia e Archeologia dell'Etruria

Prestiti "ad occhi chiusi" in biblioteca per un invito alla lettura a sorpresa

Guasto meccanico all'ascensore del sottopasso ferroviario

In 350 sulla Rupe per la tre giorni di "Orvieto Tango Winter"

Consulta per il sociale e Consulta giovani al Villaggio di Natale con la mostra di pittura

Medaglia d'Oro alla Protezione Civile, sede umbra collegata per la cerimonia

Raffiche di vento e pioggia, si moltiplicano gli interventi dei Vigili del Fuoco

Giornata di studio all'Unitus, Lazio terreno fertile per il futuro