opinioni

Selfeggiare o solfeggiare?

domenica 7 dicembre 2014
di Mario Tiberi

Le mode, è risaputo, vanno e vengono, vengono e vanno e talvolta ritornano. Tra le più recenti, e mi sento di segnalarla quale nota di costume, può senz’altro annoverarsi quella dell’autoscatto, meglio conosciuta come “selfie”. A me pare, senza inutili preamboli, che si tratti di una infelice ed infausta versione grottesca del “Carpe Diem” di Oraziana memoria. Non più però il saper cogliere l’attimo fuggente, bensì il crogiolarsi dietro l’attimo fuggito di chi si autocompiace.

Il poeta latino, infatti, invita ad afferrare, per quanto possibile, l’attimo che se ne va affinché non si perdano le occasioni della vita presente mentre si sognano le opportunità di un futuro incerto, per non dire inesistente. Su un altro versante, potremmo anche asserire che l’autoscatto sia come una sorta di interpretazione rozza e volgare dell’estasiata implorazione del Faust di Goethe all’istante fuggevole: “Fermati, sei così bello!”.
Insomma, da qualsiasi angolazione la si voglia inquadrare, quella del tempo inesorabilmente transeunte, regolatore dell’umana esistenza, calibro e metronomo del tutto, è divenuta la primaria palestra in cui pensiero ed azione si esercitano nel titanico tentativo di cercare di afferrare l’istante per non lasciarlo sprofondare nel nulla.

Ma vi è modo e modo per avvicinarsi all’accennato obiettivo: quello del “selfie” è sicuramente il più sconsigliabile, quantomeno dal punto di vista della raffinatezza e del buon gusto. E così difatti è possibile assistere, per il tramite dei moderni strumenti di comunicazione di massa, alla pubblicazione di istantanee ritraenti un uomo impazzito, con un machete in mano e pronto a colpire, accanto all’autoscattista; quelle di un poliziotto americano il quale, al di fuori di ogni logica, si immortala davanti ad un suicida precipitato dall’alto di un ponte; quelle ancora di una donna che, in preda a chissà quali pulsioni, non trova di meglio da fare se non ridere sguaiatamente ai funerali di un suo prossimo congiunto.

Sono solo degli esempi, tra gli innumerevoli che si potrebbero descrivere, attestanti di come il dilagante individualismo contemporaneo abbia sempre più bisogno di raddoppiare, triplicare, decuplicare lo specchio d’acqua nel quale rifrangere le proprie sembianze narcisistiche.
Un tempo, non da noi molto lontano, esisteva un più consono autoscatto con il quale ci si riprendeva accanto a familiari ed amici in occasione di vacanze, feste e banchetti; ora sullo specchio del cellulare ci si vede, ci si mette in posa, ci si illude di reinventare artificialmente la propria immagine.

Un tempo, vi era un naturalissimo album di fotografie da sfogliare assieme ai familiari e agli amici di cui sopra; adesso le “diavolerie tecnologiche” moltiplicano esponenzialmente gli osservatori, sia quelli in buona fede e massimamente quelli più maliziosi. Ma l’attimo, così, non si ferma: fugge anzi via con la sua storia, con la sua bellezza e per non tornare mai più. Ciò che resta è solamente la patetica celebrazione di se stessi accompagnata dal bisogno parossistico di confermare la propria identità, di rendere edotto il mondo intero che si esiste seppur virtualmente.

Sul piano psicologico, ritengo che il “selfie” sia emblematico di una totale assenza di autostima; su quello estetico, penso invece che manifesti a chiare note il trionfo del cattivo gusto e di una malinconica volgarità. Si potrebbe arrivare ad affermare che ci si trovi di fronte ad un’altra patologia della modernità, così come lo è già la ludopatia?... Auspico di NO. E questo NO discende dalla circostanza che uno tra i più accaniti “selfisti” è proprio il Dr. Renzi, presidente del Consiglio dei Ministri, e con ciò non vorrei che la reputazione italiana all’estero, già declinante, declinasse ulteriormente.

Direi allora che meglio sarebbe “solfeggiare”, considerato che l’esercizio musicale è di gran lunga la disciplina umana più sublimante e catartica. Del resto, anche nel ridotto della realtà orvietana, di valenti musicisti ve ne sono in considerevole quantità e tutti di ottima qualità: basterebbe bussare alla loro porta!


P.S.: i termini “selfeggiare” e “selfista-i” sono delle “voces novae” da me composte a riprova, una volta di più, che la glottologia è in continua evoluzione.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 febbraio

Serena Autieri, doppia principessa del popolo. Al Lyrick, "Diana & Lady D"

Interventi antisismici sui beni culturali. Oltre 2 milioni di euro a Orvieto, più di 18 nella Tuscia

Concorso fotografico "Quel filo sottile…che ci unisce"

Pd Orvieto: "Apprezzamento e soddisfazione per il finaziamento del Mibact"

"No alla geotermia, difendiamo il nostro territorio"

Arriva il ticket online per Civita, la presentazione nello spazio Lazio Innova

Confcommercio: "Occorrono un metodo rigoroso e risorse certe per rilanciare il turismo"

"Monastero Invisibile", una rete di preghiera diocesana per tutte le vocazioni

Cafè Loti in "concerto al buio" al Teatro Boni per "M'illumino di meno"

Gianna Paola Scaffidi e Rosario Galli al Teatro Boni sono "Prigionieri al 7° piano"

"Oltre i confini della pena". Quando il lavoro cambia i destini delle persone

Il Museo Geologico e delle Frane guida le scuole della Teverina alla scoperta del territorio

La Confraternita di San Martino raccontata da Colombo Bastianelli

Museo vulcanologico e illuminazione pubblica spenta un'ora per "M'illumino di meno"

Dal Gal ternano fondi per la Chiesa di San Giovanni Battista e strutture adiacenti

Nella Chiesa di San Giovenale l'ultimo saluto a Marcella Rotili

Sarà l'Unione dei Comuni a gestire le funzioni in carico alla Provincia

Presentata alla Camera dei Deputati la mostra che porta Campo della Fiera in Lussemburgo

Testamento Biologico, registro delle dichiarazioni in Comune

Festival dello Street Food, non c'è l'accordo per l'edizione 2018

Aperte le iscrizioni al Corso di percezione visiva per appassionati di fotografia

Verini (Pd): "Un intervento di grande rilievo"

Comune e Opera del Duomo: "Riconoscimento importante per la tutela della città"

Piazza del Popolo senza auto dal 24 marzo. Orvieto per Tutti: "L'agorà è altrove"

Orvieto FC, sfida contro il Clt per aprire la seconda parte del Campionato

Al Palazzo dei Sette "Riformare la politica in Umbria, in Italia, in Europa"

Spazi pubblici ad associazioni private? Olimpieri (IeT) presenta un'interpellanza

"La traduzione plastica dell'anima". Si presenta il libro dedicato all'arte di Antonio Ranocchia

Brillano stelle tifernati al Premio per la Danza "Città di Orvieto"

La Zambelli Orvieto continua a stupire ed espugna Chieri

Alla Bottega Michelangeli, il FAI Giovani apre "I luoghi di Orvieto che devi proprio scoprire"

Sole e itudine

La Vetrya Orvieto non trova le contromisure, la Favl straripa

"Analytiques and Reflections upon Orvieto". La Kansas State University in Italy alla Bottega Chioccia Tsarkova

"Quando i soldi ci sono, e tanti, ma i risultati lasciano a desiderare...."

“Economia e politica in dialogo”, nell’incontro di Nova Civitas

Edilizia residenziale pubblica, revocata la sospensione delle assegnazioni nei Comuni fuori dal "cratere" sisma

Sanità, avviata la partecipazione sul regolamento per accreditamento strutture sanitarie e socio sanitarie

Triplicate le presenze ai musei del territorio, boom di visitatori nel 2016

"Erborando" all'Orto Botanico Rambelli. Corso per riconoscere le piante commestibili

Sisma, la Regione attiva tre tavoli per la ricostruzione e lo sviluppo delle zone colpite

"Invito a palazzo da Donna Olimpia". Conferenza-incontro e momento conviviale

Furti, truffe e prostituzione preoccupano gli orvietani: “Aumentate i controlli”

"Umbria Jazz Spring" a Terni. "Così si potenzia l'offerta turistica in Umbria"

Quattro nuovi cantieri. "Le risposte ai cittadini arrivano dai lavori in corso"

"L'arte del narrare. Il significato della fiaba di tradizione popolare"

Arriva Umbria Jazz Spring, a Terni 14-17 aprile

Terremoto, Confindustria propone di estendere la "no tax area" anche ad altre zone umbre

Letteralbar e Comune indicono il premio letterario per racconti e poesie brevi a tema libero

Lavori al Palazzo dei Sette, traffico vietato lungo corso Cavour

Il tennis dà spettacolo. Via al Torneo Open BNL 2017 al Club Opensportvillage

Palloncini bianchi per l'ultimo saluto a Laura. "Solo Dio conosce la verità"

Il Ricordo di Luca Coscioni. Note dopo il VI Congresso dell’Associazione Coscioni, Salerno 15-17 Febbraio

Medaglia d’oro al merito civile a Luca Coscioni. Il Sindaco di Orvieto comunica l’intenzione di avviare l’iter

Le iniziative dell'Umbria alla Bit di Milano

Luca Coscioni. Combattente per la vita. Orvieto

Disabili penalizzati da una cultura poco attenta. Odg in Provincia della Sinistra Arcobaleno per l'attuazione della convenzione ONU

Sabato 23 febbraio nella chiesa della Madonna della Cava Concerto della Scuola di Musica 'Adriano Casasole'

Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni : superata quota 100

Nuovo traguardo per l’Uisp Scherma Orvieto. L’atleta Ceccaroni 3° a Salerno al Trofeo nazionale “Montepaschi Vita”

Un atto di indirizzo del Consiglio per dare maggiore valenza al Giorno del Ricordo e ad altri particolari eventi del Novecento. Lo sollecita il sindaco Mocio rispondendo a un'interpellanza di AN

Approvate in Consiglio l'acquisizione dell'ex Ospedale e la relazione del Sindaco sulla valorizzazione del patrimonio pubblico a Orvieto

Riqualificazione urbana da Piazza Cahen alle aree commerciali di Corso Cavour nel PUC 2008 del Comune di Orvieto

Dalla Protezione Civile oltre un milione e 500 mila euro per interventi di difesa idraulica e ripristino di aree in frana

Sicurezza sul lavoro: se ne parla sabato 23 febbraio con il Sottosegretario alla Salute Gian Paolo Patta in un'iniziativa della Sinistra Arcobaleno

Festival dei Complessi Bandistici Umbri: domenica al Mancinelli secondo appuntamento di Scorribanda. Alle ore 18,00 il Concerto Musicale di Cannara

A Roma fino al 2 marzo gli inquietanti tableaux di Gregory Crewdson. Unica tappa europea del fotografo americano