SCOPRI

Offerta Banner
99 euro per 30 giorni

opinioni

Di odio si muore tutti

lunedì 20 ottobre 2014
di Mario Tiberi

Ma, davvero, vogliamo insistere nel perseverare a voltare le nostre spalle di fronte ad un mondo ricolmo di odio e di violenza? Davvero il livello della sensibilità, individuale e collettiva, ha raggiunto lo stadio arido dell’assuefazione? E vogliamo davvero che un tale stato psichico continui stancamente a ristagnare fino ad imputridirsi? Sono domande, le più atroci e terrificanti che dobbiamo porci.
Guardiamoci attorno, posiamo il dito indice su un qualsiasi mappamondo e giriamolo: intorno a noi avanza inesorabile un’umanità incredibilmente aggressiva la quale, in luogo di consolidate categorie di civiltà, è dedita ad imporre l’atrocità della barbarie. Si tagliano teste di donne e di uomini dall’Africa all’Asia, si costringono le vittime ad inginocchiarsi e le si sacrificano alla maniera di chi, mille e mille anni fa, così si comportava con le bestie.

Vorremmo, all’opposto, inginocchiarci per pregare, per implorare il perdono delle nostre colpe, per invocare misericordia. Il credente si sottomette alla volontà e alle magnificenze divine del suo Dio, convinto e certo che il Dio del perdono lo farà rialzare dopo averlo assolto dai suoi peccati. I nuovi barbari, al contrario, obbligano ad inginocchiarsi come estremo atto di sottomissione alle loro volontà terrene prima dell’immolazione e, mentre il coltello viene affondato nella gola dei martiri, neniano bestemmie osando proferire aggettivi come “il misericordioso, il compassionevole, il santo” riferendoli al loro dio da essi stessi bestializzato.

Sul palcoscenico lugubre di codeste barbarie, sommando malvagità a malvagità, è sempre più spesso presente la figura di un bambino e, quel bambino, diviene così il simbolo dell’oltraggio ostentatamente esibito e, contestualmente, indica che non vi è speranza di salvezza nel domani. Dove sono finite le nostre coscienze? Non ribollono e né si ribellano, non sussultano nel veder morire giorno dopo giorno esseri umani innocenti; si cullano e si rifugiano invece in un esasperato egoismo pensando, stoltamente, di trovarsi al difeso ed inespugnabile riparo da ogni e qualsiasi pericolo.

Ma non è così. Non è più così. Il seme dell’odio, infatti, si estende al mondo come un morbo contagioso e la pandemia appare inarrestabile come l’ebola, la peste del XXI° secolo.
Tentiamo di tranquillizzarci, dicendo a noi stessi: “...è questione che non ci riguarda, è roba degli africani tipica dei paesi sottosviluppati, non arriverà mai da noi...”. E invece sta arrivando anche da noi!
L’undici settembre del 2001 avrebbe dovuto definitivamente farci risvegliare e comprendere che nessuno, e ancora nessuno, è oramai più al sicuro nemmeno tra le proprie mura domestiche.

Abbiamo provato brividi intensi nel momento dello schianto degli aerei sulle torri gemelle, ma sono durati un sol battito di ciglia e, appena dopo, ci siamo illusi che rintanandoci sotto le copertine raggrinzite della nostra civiltà occidentale, quella diversa e soprattutto lontana dai terroristi, saremmo stati senz’altro coperti, protetti ed inattaccabili.

Illusi, illusi, illusi. E Dio non voglia che arrivi il giorno in cui, disgraziatamente, saremo costretti a sollevare terrorizzati quel dito indice dal mappamondo perché circondati da un commando di folli criminali con in pugno i loro coltelli seghettati e luccicanti. Quando decideremo di aprire gli occhi sull’inferno che è davanti a noi e a riportare la civiltà dell’amore dove amore non è più?

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 novembre

Volontari nei supermercati, torna la "Giornata Nazionale della Colletta Alimentare"

L'armatura etrusca della "Tomba del Guerriero" va in esposizione in Germania

L'Istituto "Dalla Chiesa" in evidenza al Young G7 di Terni

Al "Moby Dick" marionette e matite svelano i segreti di Pinocchio

"Agisci oggi per cambiare domani". L'impegno del Lions Club nella lotta al diabete

Insieme per contrastare il diabete, l'Azienda Usl Umbria 2 sottoscrive la convenzione con sei onlus

Omphalos Lgbti: "Crociata medioevale contro i libri sulle famiglie"

Caos treni, Marini: "Stiamo lavorando per tutta la regione. Frecciarossa da Perugia ma anche su Orte"

Consiglio comunale straordinario sul futuro della sanità locale

"Tartaruga mon amour". Festa a sostegno delle attività integrate dell'Asd Tartaruga Xyz

Riparte da Sipicciano il progetto "LibriLiberi" con il seminario "Libera la Voce"

Femminicidio, le consigliere di parità: "Occorrono più iniziative e più risorse"

Addio a Pier Augusto Breccia, il Maestro della Pittura Ermeneutica

Geotermia, acqua, rifiuti e discariche al centro di un incontro pubblico

Cresce l'attesa per "Orte in Cantina", percorso enogastronomico itinerante con vini di qualità

A Palazzo Coelli, l'ISAO promuove una Giornata di Studi su Ippolito Scalza

Maratona dell'Olio, "l'oro verde per promuovere le nostre bellezze"

Pavimentazione di Via Manzoni ripristinata entro il primo semestre 2018

Giornata di Studi dedicata a S.Bonaventua di Bagnoregio nell'ottavo centenario della nascita

"Una voce contro il silenzio. Jazz contro la violenza sulle donne" al Teatro Boni

Stefano Stellati confermato presidente dell'Unione Giovani Commercialisti

Festa dell'Albero 2017, oltre cento nuove piantumazioni per favorire il ritorno dello scoiattolo rosso

Al Teatro Caffeina, Francesco Caringella presenta "Dieci lezioni sulla giustizia"

Cgil, Cisl e Uil presentano le buone prassi per la salute e la sicurezza nei posti di lavoro

Storia dell'Arte all'Unitre, Donato Catamo svela il mondo di Pablo Picasso

Attesa finita, si inaugura la Complanare. Tappa per tappa, il lungo iter

Sostenibilità ambientale, obiettivo cardine del Piano d'Ambito Regionale

"La Piazzetta" porta in scena la commedia "Purga e Cioccolato"

Con Teatro Studio parte la rassegna di corti teatrali in Biblioteca

"Ma io non me la cerco mai!". Due giorni di appuntamenti con l'Associazione Battiti

I Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma

"Orvieto, ripartiamo insieme". Microfono aperto a Palazzo dei Sette

Iniziativa del comitato AdessoOrvieto per Matteo Renzi con il sindaco di Fabro Maurizio Terzino

A Villa Faina di San Venanzo la mostra "La protesta nuda" del pittore Massimo Musicanti

Le donne uccise in Italia nel 2012

Le iniziative parlamentari

Allo Scalo niente luminarie natalizie ma aiuti concreti agli alluvionati

Presso il Palazzo di Maria Bambina incontro su "Iniziazione cristiana di stile catecumenale"

Pane, Olio e Fantasia. Il programma

Al ridotto del Mancinelli grande emozione per la prima del progetto nazionale "Nati per la Musica"

Dal SII oltre 800mila euro di investimento per l'emergenza. Depuratori e impianti di distribuzione: "nessun problema di potabilità"

Dissesto idrogeologico, riunione Regioni-Ministro Ambiente. L'assessore Rometti: "Bene l'impegno del Ministro"

Avviata in Comune la raccolta di firme a sostegno dell'iniziativa referendaria sulle indennità spettanti ai parlamentari

Assistenza e consulenza sulle auto alluvionate

Iniziativa di solidarietà privata

Agevolazioni per acquisti di ferramenta ed utensileria

Il MaxiGiuli riapre sabato 24 novembre

La ORA di Fausto Paradiso operativa con le revisioni, officina in riapertura

La COAR della famiglia Anselmi ha riaperto ed è operativa

Assistenza gratuita sui pc alluvionati

La Autoforniture della famiglia Sborra operativa con servizio consegna ricambi

Danni per oltre 220 milioni di euro dalle alluvioni. La presidente Marini in Commissione Ambiente alla Camera

Alluvione. Come potremmo limitare i danni?

Olio consapevole con l'Associazione L'Albero di Antonia

Fine settimana dedicato all'olio. A Ficulle c'è "OlioDiVino"