opinioni

Il Giardino dei Lettori, lo spazio di Valentina Satolli

lunedì 22 settembre 2014
di Fausto Cerulli
Il Giardino dei Lettori, lo spazio di Valentina Satolli

Una terrazza affacciata su un panorama senza limiti, per bellezza ed ampiezza. Una terrazza improvvisamente affascinante per una semplice e insieme complessa intuizione di Valentina Satolli. Una serie di sedute che sembrano nuvole, tanto sono leggere ed insieme avvolgenti e rassicuranti, impreziosite dalle ceramiche di Marino Moretti, ma già di per sè al limite, se posso dirlo, del capolavoro di architettura, di idee fresche e nuove, e nello stesso tempo sapienti e frutto di una sapienza antica.

Sedere su quella sorta di nuvole, sognare, sentirsi liberi, e insieme uniti a tutti ed at tutto: ecco l'intelligenza, secondo me, dell'idea di Valentina, attenta come suo costume ai particolari più minuti, ed insieme scrupolosa e geniale nell'idea complessiva. Una piazza nuova per Orvieto, e del tutto inimitabile, dove studio ed idea fulminante si incontrano e si fondono. Io, che non sono scarso di parole più o meno azzeccate, sono rimasto come ammutolito. E non ho fatto i complimenti a Valentina, perché non avrei saputo da dove cominciare, anche se conosco Valentina da sempre: ma spesso mi fa soggezione per le idee che pre-sento in lei.

Idee che le assomigliano, in un misto di silenzi loquaci, e di slanci improvvisi ma mai casuali. E quel suo lavoro sulla terrazza affacciata sul tutto del nulla che è poi l'infinito, assai le assomiglia. Avverti per un attimo il lavoro preciso e curato poi sei trascinato nella leggerezza incantata ed incantevole. Quelle panchine che non sono solo panchine, ma anche sogni, idee immateriali ed insieme corpose; c' è tutta, Valentina, in quello che ha saputo inventare: la sua minuziosa precisione quasi di miniatura, e la leggerezza quasi improvvisa del suo crearsi nell' atto di creare: la sua riservatezza e i suoi slanci, la sua capacità di star sola, in certi silenzi impetrati, e la sua capacità, strana e mai calcolata, di darsi e di dare.

Così è di quella sua ultima indimenticabile creazione: che unisce la durevolezza del materiale, alla leggerezza in cui quel materiale si invola. Non so se Valentina avesse in mente tutto questo, ma so che tutto questo le appartiene come la pelle al corpo, come la preghiera al sacro-profano. Valentina ha inventato la piazza più libera di Orvieto dopo averla forse a lungo meditata: ma il suo pregio sta tutto nell'aver risolto e quasi sciolto la precedente meditazione, nella leggerezza completa del risultato. Era modesta e insieme orgogliosa di tutta quella gente che si affollava per vedere quello che lei aveva fatto. Ed io, anonimo tra tutta quella gente, riflettevo su quanto e come quella magica invenzione rappresentasse l'essere di Valentina.

Ed io la conoscevo ora come fatta diversa in una maggiore nuova serenità, quasi greca, ellenizzante. Dicevo di una piazza nuova, e di un nuovo modo di concepire la piazza: raccolta ed insieme aperta a tutto ed a tutti; una sorta di sito antico,un'arena aperta alle orazioni di un rétore, ad uno spettacolo teatrale, ad una pubblica assemblea ed ad un luogo di incontro per innamorati romantici. Il tutto delimitato ed insieme teneramente esasperato da quelle magiche poltrone in pietra. Sentivo che Valentina aveva voluto esprimere qualcosa di arcano, o semplicemente esprimere la vera Valentina.

E la caratteristica che ho chiamato ellenizzante era accentuata dalla fuga di prospettive, da quel magico affacciarsi su un panorama vasto, e da una erta di attesa che incombe su tutto. Quasi che da quella invenzione architettonica stiano per emergere le serene divinità di un'arte antica e insieme rivoluzionaria: si avverte come una attesa sacra in quello spazio riempito di vita e insieme in attesa di una vita da ricominciare. Valentina, per quello che so, ha molto lavorato su quel progetto: e la bellezza insolita di quello che Valentina ha realizzato consiste forse nell'aver trasformato il lungo lavoro preparatorio in qualcosa di artisticamente improvvisato. Come sempre accade nelle intuizioni generose e geniali:

Grazie dunque, Valentina per quella piazza che non è solo una piazza, per quello spazio in cui possiamo spaziare in una olimpica calma di riflessione, o di una totale immersione in una folla che partecipa e sa partecipare. Se poi pensiamo che accanto a quelle sedute, nel progetto di Valentina, dovranno realizzarsi prati verdi e roseti, l'idea di una creazione in qualche modo rivoluzioriamente ellenizzante,si accresce di un fascino ulteriore. Io ho letto tutto questo in quella realizzazione che ho ammirato: e Valentina, e soltanto lei, potrà dirmi se ho compreso quello che lei voleva dirci.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 ottobre

Il clero della Diocesi elegge il nuovo consiglio presbiteriale

Nucci (San Venanzo Viva): "Il sindaco se ne infischia dell'opposizione"

Il Comune dichiara guerra alle biciclette: "Via dal parcheggio di Via Roma"

Tordi (M5S) replica a Bizzarri: "Segnaletica inesistente e monumenti bistrattati"

Incontro partecipativo per costruire insieme la "mappa di comunità"

Foto, storie e ricordi di Orvieto fuori dai cassetti. Il primo ad aprirli è Reno Montanucci

Si presenta il restauro artistico e architettonico di San Giovenale

Il Centro Antiviolenza di Orvieto apre le porte

Alert System, cosa è e come funziona. Rischio denuncia per chi procura falsi allarmi

Al Mancinelli Pino Strabioli e Alice Spisa portano in scena "L'abito della sposa"

Vergaglia (M5S): "Portiamo Orvieto a Bruxelles. Nota stonata la bocciatura dell'Ufficio Europa"

Vertenza Ast, Orvieto aderisce allo sciopero. Germani: "Sostegno ai lavoratori"

In arrivo la prima edizione del festival del dialogo "CuriosaMente"

Prima giornata per il festival del dialogo CuriosaMente

Seconda giornata per il festival del dialogo "CuriosaMente"

Terza giornata per il festival del dialogo "CuriosaMente"

Al via la 24esima edizione della Mostra Micologica

Le cooperative di Orvieto: "Lo sciopero sortisca effetti"

La Libertas Pallavolo Orvieto se la vede con il Clitunno Volley

Cgil, Cisl e Uil: "Dalla mobilitazione una proposta alternativa per il futuro della nostra comunità"

Un convegno per riflettere su "Alzheimer. Una lotta contro la disabilità"

Al Giubileo del Malato le testimonianze di Giosy Cento

Gioventù nazionale insieme all'associazione "Non c'è fango che tenga"

A Morre la castagna è regina dell'autunno

Ars Wetana, una tradizione ritrovata. Alla ricerca delle artigiane artiste del prezioso merletto orvietano

Breve storia dell'Ars Wetana

Trasferimento dei rifiuti campani. Nettamente contraria Altra Città: 'Le ecoballe dirigetele altrove'

Yunus, un esempio per tutti: i veri grandi non hanno presunzione

Il comunicato del Comune di Orvieto sull'assegnazione del Premio per i Diritti umani 2004 a Muhammad Yunus

Prime giornate cardiologiche orvietane: il progetto Orvieto Cittàcardioprotetta si presenta a livello nazionale

Si mobilita l'UDC. Enrico Melasecche: occorre difendere Orvieto dalla falsa solidarietà ambientale della sinistra

27-29 ottobre. Convegno a Collevalenza sulla prima Enciclica di Benedetto XVI DEUS CARITAS EST

La Romeo Menti a Collescipoli viene raggiunta nei minuti finali

Prova maiuscola della Romeo Menti che in juniores regionale batte la capolista Nestor

Debutto in scioltezza per i maschi del volley orvietano: la Libertas Pallavolo Orvieto schiaccia il Gualdo Tadino per 3-0

Abile excursus pianistico nella forma Fantasia. Pieno successo del Concerto del maestro Cambri al Festival Valentiniano

Diffondere la cultura d'impresa tra i giovani. L'impegno congiunto dell'amministrazione orvietana e Novaumbria

Insediamento della Coop centro Italia sull'Amerina: la Conferenza dei Servizi ha detto sì. Al via la megadistribuzione

Il piano integrato del sistema commerciale del Comune di Orvieto: le linee

La lavorazione del merletto orvietano

Velia Pollegioni

Renata Cardarelli

Maria Piacentini

Antonietta Burattino Ubaldini

Manuela Ciotti

Scrosci di applausi per Luca De Filippo al Mancinelli. Il lavoro della Te.Ma comincia a dare buoni frutti

Meteo

lunedì 16 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
21:00 12.4ºC 69% buona direzione vento
martedì 17 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 19.1ºC 51% buona direzione vento
15:00 23.0ºC 33% buona direzione vento
21:00 11.7ºC 75% buona direzione vento
mercoledì 18 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 16.4ºC 58% buona direzione vento
15:00 21.7ºC 33% buona direzione vento
21:00 10.8ºC 76% buona direzione vento
giovedì 19 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 16.3ºC 55% buona direzione vento
15:00 21.1ºC 37% buona direzione vento
21:00 10.9ºC 80% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni