opinioni

La carica dei 200 candidati

martedì 22 aprile 2014
di Massimo Gnagnarini
La carica dei 200 candidati

Sono circa 200 i candidati al consiglio comunale di Orvieto e altri 2000 e più sono i cittadini firmatari della dozzina di liste concorrenti che saranno presentate entro il termine fissato delle ore 12 di venerdì 25 aprile. Questo esercito di donne e di uomini con relativi coniugi, zii, cugini, amici del cuore, adepti e consoci di confraternite varie, associazioni culturali e sportive, categorie sociali, partiti, volontariato, rappresentanti del mondo di qua e del mondo di là, di destra e di sinistra, giovani e vecchi, di femmine e di maschi si contenderanno i sedici seggi a disposizione nel nuovo Consiglio comunale che sarà eletto il prossimo 25 maggio.

La dimensione del fenomeno è tale che se si considera che su sedicimila votanti voterà circa il 75% e che tra questi non tutti saranno voti validi e di questi solo un 40% esprimerà un voto di preferenza scrivendo correttamente il nome del candidato/a prescelto sulla scheda di votazione, se ne potrebbe dedurre che ciascun candidato ha a disposizione mediamente una ventina di voti già preconfezionati che potremmo definire di "appartenenza" e può contare, invece, potenzialmente solo su una decina di voti d'opinione.

Se questo è lo scenario è abbastanza dubbio che ne possa scaturire una nuova classe dirigente omogenea, coesa, consapevole e allenata per affrontare quel che il comune di Orvieto dovrà affrontare già dalle prossime settimane relativamente al suo stato di predissesto finanziario e per fermare quel che appare come un irreversibile suo declino. Mai come in questa tornata elettorale è necessario che gli elettori si soffermino a valutare, con qualche supplemento di indagine, i profili umani e professionali dei singoli candidati.

Mai come in questa tornata elettorale è indispensabile che la cosiddetta " maggioranza silenziosa" di destra o di sinistra che magari si limita a barrare il simbolo di qualche partito, scelga e voti un candidato/a al quale ritiene di poter affidare i propri figli negli asili comunali, i propri soldi nelle tasse locali, i propri vecchi nei servisi sociali e sanitari. Non fidarsi di nessuno e non votare nessuno equivale a mettere in mano la città alle solite consorterie e relative clientele o peggio ai soliti compagni di merende dai tanti parenti consensienti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio