opinioni

10 idee per un città diversa...

venerdì 24 gennaio 2014
di Roberto Nativi
10 idee per un città diversa...

In attesa degli eventi, che ci diranno se ci sarà il candidato unico, se si faranno le primarie e chi si candiderà, sembra davvero che iniziare a confrontarsi e parlare delle idee per la città interessi davvero a pochi, in questo momento. Orvieto sembra dormire assopita dalla nebbia di caminetti che sfornano, candidati Sindaci più o meno credibili. Eppure da poco si è celebrata una conferenza programmatica del PD che ha dato spunti di riflessione vedendo impegnati 70 persone in 5 commissioni di lavoro.

Mi piacerebbe sinceramente iniziare a parlare di temi e di programmi anche per contribuire ad uno sforzo che sinceramente il PD ha fatto e che trovo di grande importanza. Il pre dissesto, i debiti, i problemi occupazionali, il mancato ruolo finora di Enti quali Fondazione e Opera del Duomo, la diaspora dei ragazzi che scappano dalla città per mancanza di lavoro, l'assenza di piani promozionali seri che rilancino il turismo e mettano al centro l'accoglienza, e cosi via che fine hanno fatto? Tutto si svolge tra cene segrete, riunioni riservate, accordi presi e poi saltati, mi chiedo davvero ma è questo la città che vogliamo? In questo modo pensiamo di salvarla dal dissesto economico?

Tutto sembra scritto, si cerca il candidato unico fino alla fine per poi lasciare celebrare le primarie in 15 giorni prima del Pd e poi di coalizione questo non faraà che agevolare il candidato più conosciuto, ma quali sono le idee che porta e cosa vuole per questa città?
Basta qualche promessa elettorale. No qui serve un progetto vero quasi un piano strategico per i prossimi 20 anni che unisca il piano del commercio con quello del lavoro della sanità dei trasporti dei finanziamenti pubblici e fondi europei. E servono i giovani persone nuove che si mettano in gioco, e ci mettano la faccia che non si accontentino, ma puntino davvero a costruire e cambiare il proprio futuro.

Cosi per provare a cambiare i termini della discussione mi piacerebbe introdurre alcuni elementi di discussione iniziando a spiegare alcune mie idee che vorrei dare a livello di indicazione per la città:

1) Io sono per la pedonalizzazione del centro con gestione dei parcheggi a tariffa convenzionata per chi lavora in centro (arrivando da fuori) per chi viene a fare spesa in centro. Periodo contingentati di carico e scarico, e collegamenti migliorati tramite bus con le frazioni e tramite i parcheggi che dovrebbero diventare scambiatori per permettere l'accesso facile in citta' tramite mezzo pubblico.

2) Creare una gruppo di lavoro rivolto alla ricerca di finanziamenti europei, indirizzati specialmente per valorizzare le aziende con particolare riguardo per quelle che lavorano nel campo del sociale, dell'agro alimentare della digitalizzazione e informatizzazione, che sono poi i campi che vengono maggiormente finanziati

3) Ritengo che il centro storico ed in special modo i negozi che vi gravitano intorno dovrebbero essere consorziati in un grande ed unico CCN (Centro Commerciale Naturale). Quindi basta con i grandi ipermercati (errore madornale averne costruito uno di quelle dimensioni in zona alluvionata) e valorizzazione invece del negozio di vicinato al fine di non perdere la specificita' del prodotto tipico.

4) Volumi 0 quindi piu' nessuna concessione per costruire nuovi fabbricati, e invece agevolazioni per delle ristrutturazione interne e delle facciate colorate ( in piazza del Duomo ci sono facciate di case da terzo mondo) stile piazza principale di Praga , che rivitalizzino il territorio e non lascino più spazi vuoti e senza vita della citta' stile la caserma o l'ex ospedale ( in cui si evidenzia il fallimento di una classe dirigente incapace di progettualità).

5) Abbassamento dell'IMU per coloro che affittano alle giovani coppie o che stipulano forme contrattuali che permettano la residenzialita', questo per evitare che il centro storico diventi solo un grande dormitorio o una città fantasma (vedi Civita di Bagnoregio), ma al contrario una citta' dove si viva.

6) Creazioni di centri di aggregazioni nelle frazioni e programmi culturali che spostino la centralita' dal centro storico a tutto il territorio con valorizzazione delle varie tipicita' storico culturale enogastronomico delle frazioni limitrofe.

7) Valorizzazione delle biblioteche di Orvieto con dislocazione del personale che permetta una apertura consona ed una adeguata pubblicizzazione alla cittadinanza, studiando anche eventi appositi per permettere la loro fruizione (apertura estesa anche a ore serali con utilizzo di personale volontario per esempio pensionati)

8) Informatizzazione del sistema comune e massima trasparenza con rifacimento sito internet e agevolazioni per le autocertificazioni e per i certificati digitali, facilmente fruibili anche da casa, mantenendo comunque sportelli sul territorio per chi volesse recarcisi di persona.

9) Gestione diretta di funicolare e parcheggi, con vendita tariffe agevolate per i residenti, basta pagare e rimetterci.

10) Valorizzazione del Corteo Storico che deve essere eletto a Museo e vanto della città, non si possono relegare costumi da centinaia di migliaia di euro in una caserma non prevedendo uno spazio espositivo permanente e un progetto di esportazione e visualizzazione nel mondo.

Ricordiamo che ad Orvieto è nata la festa della cristianità per eccellenza: quella del Corpus Domini. Dare risalto a questa è un obbligo oltre che morale e spirituale anche di marketing turistico. Non ci si spiega come mai non si è prevista in passato una segnaletica che indicasse Orvieto come "La Città del Corpus Domini". Vorrei sottolineare il grande lavoro fatto dallo storico Silvio Manglaviti in questo senso il quale è anche l'ideatore del marchio.

Questa è solo una piccola parte delle idee per Orvieto, ma l'importante adesso è dibattere sui temi e cercare davvero di vedere di cambiare questa città dal basso. Basta farsi indicare i temi e le figure, iniziamo a scegliere.....un viaggio inizia da un passo e sarebbe bello iniziarlo insieme. È per questo che vorrei lanciare la proposta di allungare i punti della lista oltre il decimo.
Una proposta aperta al contributo di chiunque vorrà partecipare, così da inserire altre idee per la Città.

11................
12................
13...............
14................
15................

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

"Corri sulle strade dell'Ottobrata Orvietana", ai nastri di partenza la sesta edizione

Asia Argento e Filippo Dini al Mancinelli con "Rosalind Franklin. Il segreto della vita"

Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

Casa di Riposo, indetta la gara per la gestione transitoria

"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

A Palazzo Simoncelli, l'omaggio a Leopardi di Diana Iaconetti e Nuccia Martire

Luca Fringuello e i Giovanissimi di Orvieto Fc: "Contento dei risultati fin qui ottenuti"

Unipoptus, ecco a chi andranno gli attestati di benemerenza 2017

Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

"L'Umbria si rimette in moto", Lugnano in Teverina consegna ulivi collezione mondiale

Al Palazzo del Gusto, mini-corso di caffetteria gratuito per gli imprenditori del territorio

Provincia, assemblea Upi Umbria e mobilitazione per fondi scuole

Al Teatro Boni cala il sipario su una stagione da applausi. Nardi: "Puntiamo sulla qualità"

Sabbia d'estate

Riduzione del rischio da catastrofi, gli impegni del Comitato delle Regioni d'Europa

Impatto ambientale, Università della Tuscia e Comune sottoscrivono la convenzione

Mezzo secolo di storia, l'Avis cresce e si prepara ai festeggiamenti

"Shiatsu&Alzheimer": attraverso il corpo una via per entrare in relazione

L'Alto Orvietano "In marcia per le donne" verso la Panchina Rossa

A Todi, sarà aperto per la prima volta al pubblico Palazzo Atti-Pensi

Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

Il X Congresso della Fnp Cisl Umbria conferma Giorgio Menghini alla guida dei pensionati

La Sagra della Primavera all'Hosteria di Villalba. Sabato 25 marzo, da mattina a sera

Disciplina della viabilità, ecco cosa cambia

Ippolito Scalza, un orvietano nel solco di Michelangelo

Fate morire in voi gli atteggiamenti

Il giardino delle ortensie

Operaio non pagato, si barrica sul tetto di un'abitazione in costruzione

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte