opinioni

Bilancio comunale affondato dai revisori dei conti. E' stato un vero massacro!

mercoledì 20 novembre 2013
di Massimo Gnagnarini - Unire i Puntini Orvieto

Sono anni che diciamo quanto e come siano incasinati i conti del comune, ma stavolta hanno creato davvero un supercasino.
Confesso che ieri sera, quando mi è capitata in mano la Relazione dei revisori dei conti appena firmata, dopo una lunga e drammatica seduta durata tutto il giorno, mi sono sentito un vero dilettante rispetto alla ampiezza e puntualità con le quali sono state messe in chiaro, senza sconti, un'intera collezione di magagne, di omissioni e di trucchi alla luce dei quali i revisori hanno così concluso :
" In relazione alle motivazioni specificate nel presente parere... l'Organo di revisione esprime , parere non favorevole sulla proposta di bilancio di previsione 2013 e sui documenti allegati." C'è voluto, dunque, un Collegio di professionisti per la prima volta estratto a sorte come vuole la legge per certificare il mancato risanamento finanziario del Comune di Orvieto.
Vi si può leggere ancora:
Inattendibili, sono state giudicate, le previsioni delle entrate su (Tarsu, Tosap, Contravvenzioni,Parcheggi, Recupero evasione ICI) e non congrue le previsioni di spesa su (Fondo svalutazione crediti, Accantonamenti causa BNL);
Stop al ripiano del disavanzo con i proventi della vendita della Palazzina comando, il Collegio ritiene chiara la norma che lo impedisce dal 1/1/2013 e aggiunge anche la considerazione che è stata negli anni più volte reiterata la proposta di copertura del disavanzo con l'alienazione del medesimo bene immobile. Per tali motivi il Collegio esprime parere non favorevole anche sulla delibera per il riequilibrio del bilancio 2013.

E adesso che succede ?

Bisogna prenderne atto e considerare la realtà dei fatti come punto di ripartenza per tutte le persone di buona volontà alle quali la città sta veramente a cuore. Bisogna cogliere l'occasione per tornare a parole di verità, per studiare le soluzioni, per comunicare alla gente una visione futura e di speranza.
Spero che non si voglia, invece, ancora procedere nelle nebbie, nelle bugie e negli artifizi dell'ultima ora che questa amministrazione potrebbe ancora alimentare e tentare, nonché negli gli imbarazzi di un'opposizione divisa e per tanto tempo rimasta senza bussola .
Lunedì 25 novembre 2013 il consiglio comunale di Orvieto potrà fare una sola scelta tra le due possibili:

a) quella disgraziata di continuare a raccontare la storia dei bilanci risanati che negli anni hanno portato alla rovina la città e , noncuranti delle leggi e dei pareri negativi degli organi di controllo, votare un bilancio non bilancio, un bilancio grottesco senza pareggio di bilancio, un bilancio dove il deficit pregresso scompare e viene trasformato in nuovo indebitamento in violazione di ogni principio fissato dall'Articolo 119 della Costituzione per poi riapparire in sede di riequilibrio con un provvedimento di copertura illegittimo, un bilancio che mette, indebitamente, le mani in tasca ai cittadini aumentando del 19% le bollette dei rifiuti urbani così che il Comune finisce per incassare più soldi di quanto ne spenda effettivamente per tale servizio.
Dubito, però, che una maggioranza di consiglieri comunali sia disposta a votare un simile bilancio così com'è privo del parere favorevole dei revisori. Sono troppi e assai pesanti i rischi economici che ciascuno di questi si assumerebbe in prima persona. Cosa accadrebbe , per esempio, se la BNL vincesse la causa contro il Comune. A fronte di soli 100.000 euro incongruamente accantonati si creerebbe un buco fin qui quantificabile ben oltre un milione di euro che, seppur a mio modesto e opinabilissimo avviso, potrebbe configurarsi come un danno erariale che i consiglieri potrebbero esser chiamati a rifondere personalmente senza neanche potersi avvalere dell'assicurazione la quale, in questo caso, non pagherebbe di certo in quanto la buona fede resterebbe esclusa per via del parere negativo espresso dai revisori.
b) oppure questo consiglio comunale può fare una scelta di svolta , di novità , l'utile presa d'atto dello stato di default in cui si trova l'ente, da affrontare con atti straordinari attraverso il varo di un Piano di Risanamento Pluriennale così come serve e come la legge sul cosiddetto pre-dissesto consente. Non sarebbe, questo atto, la sconfitta o la vittoria politica di nessuno, ma solo una ripartenza per tutti fondata sul rispetto della legittimità e del buon senso.

In definitiva e in ultima analisi c'è da chiedersi come questa utile e opportuna scelta del pre-dissesto possa concorrere a liberare i cittadini da questa situazione di incertezza e a guardare al futuro della nostra comunità locale con maggiore serenità e più concretezza.

Pubblicato da Roberta il 20 novembre 2013 alle ore 16:57
Mi trovo ancora una volta, ma solo per pura casualità, a commentare un intervento del Sig. Massimo Gnagnarini. Il fatto è che le vicissitudini di Orvieto mi appassionano e quindi è facile inserirsi in una discussione animata dal Sig. Gnagnarini che è sicuramente più appassionato di me. Il mio commento,stavolta, non è nel merito in quanto non ho alcun elemento per commentare il bilancio di previsione del Comune di Orvieto che sicuramente presenterà le pecche evidenziate. Volevo solo evidenziare i rischi che si incorrono quando si attribuiscono a dei soggetti esterni eccessivi poteri. Mi spiego meglio: fino a poco tempo fa i Revisori dei Conti erano solo dei soggetti di comodo delle amministrazioni ma da tempo, come sempre accade in Italia, la situazione si è ribaltata ed ora essi hanno un potere diametralmente opposto e cioè possono annullare mesi di lavoro di persone tecnicamente preparate e spesso più di questi professionisti che conoscono molto bene le norme privatistiche aziendali e molto meno le norme pubblicistiche. Insomma un Comune non è una azienda qualunque. I cittadini poi non aspettano di meglio, da una parte e dall'altra, di vedere imputate responsabilità agli amministratori della parte avversa. Un certo Silvio direbbe: "questi revisori sono comunisti!!" Insomma, con questo clima, amministrare è diventato un colossale problema e mi sorprende che ci sia ancora tanta voglia di farlo anche se è doveroso. Ma diamine, ricreiamo un clima costruttivo senza sospetti e veleni
Pubblicato da il 20 novembre 2013 alle ore 19:49
Gentile Signora Roberta,
se siamo entrambi così passionali, come lei dice, ci potrà essere del feeling tra di noi, anche se ,non conoscendola, non sono affatto sicuro di esser suo coetaneo oppure di suo padre o addirittura di suo nonno, ma si sa l'età non conta.
Circa la sua critica agli Organi di controllo non la penso come lei.
Non dico che l'assessore al bilancio del comune di Orvieto sia meno preparato dei tre "professionisti" che hanno bocciato il suo bilancio, ma neanche l'escludo. Lei capisce che mettere in discussione ogni volta l'arbitro è una deriva che in questo Paese negli ultimi vent' anni ci ha portato a screditare tutte le istituzioni compresa la magistratura. E Silvietto qualcosa c' entra.
Sono invece d'accordo quando lei auspica un miglior clima e civili relazioni nella politica locale , ma la gentilezza non basta occorrono, e son certo che lei le possiede entrambe, onestà intellettuale e qualcosa da dire senza star lì, come in molti fanno, a ripetere a pappagallo le stronzate dei rispettivi leader nazionali.
Con affetto. Massimo Gnagnarini.
Pubblicato da Roberta il 21 novembre 2013 alle ore 20:38
Gentile Sig. Gnagnarini, La ringrazio dell'affetto che ricambio con piacere, ma mi rendo conto che le nostre passionalità hanno direzioni diverse. Ad esempio, io non scriverei mai "è stato un vero massacro" perchè così si capisce bene che in Lei c'è un malcelato livore nei confronti degli "avversari" politici che poi, se non ricordo male i Suoi trascorsi, tanto "avversari" non dovrebbero essere. Io sono affezionata alla Vostra meravigliosa Città perchè in passato, dati i percorsi lavorativi di mio padre ad Orvieto, se pur brevi, ho avuto modo di viverla. Mi ricordo una Città viva, dinamica, e per questo sono amareggiata nel vedere che ora si prospettano tempi così neri. Io, per la mia storia professionale, resto convinta del fatto che tre signori venuti da fuori, con competenze specifiche sui bilanci delle p.a tutte ancora da dimostrare, non dovrebbero "chiudersi" dinanzi alle argomentazioni tecnico-contabili rappresentate dallo staff finanziario del Comune. Entrambe le parti avranno delle motivazioni per aver presentato le prorie conclusioni. Mi auguro che quelle dei signori revisori siano così solide e certe da non temere confutazioni, che poi sarebbero tardive. Il fatto è che quando un danno è fatto, resta pur sempre un danno. Tanti anni fa ebbi il piacere di conoscere il buon Massimo Freddi. Ebbene, credo che lui avrebbe difeso il "suo" bilancio fino alla morte portando tutte le ragioni plausibili. Ebbene, spero che anche in questo caso tutte le possibili argomentazioni siano state addotte e il "niet" dei revisori sia solo tecnico e ponderato fino all'ultimo. Una città commissariata è una città ferita e le ferite sono lunghe da rimarginare. Con simpatia. Roberta

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio

Meteo

mercoledì 13 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 10.0ºC 67% buona direzione vento
21:00 3.8ºC 90% buona direzione vento
giovedì 14 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.5ºC 94% buona direzione vento
15:00 10.8ºC 90% buona direzione vento
21:00 7.8ºC 98% scarsa direzione vento
venerdì 15 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.8ºC 96% foschia direzione vento
15:00 10.7ºC 98% foschia direzione vento
21:00 6.6ºC 98% discreta direzione vento
sabato 16 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.6ºC 96% pessima direzione vento
15:00 6.6ºC 86% buona direzione vento
21:00 3.8ºC 94% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni