opinioni

Alberga nell'egoismo l'accrescersi delle ingiustizie

domenica 18 agosto 2013
di Mario Tiberi

Le coscienze peninsulari sono turbate, inquiete ed irrequiete; il cuore palpita mentre nasce un sentimento di profondo imbarazzo. La nostra Italia sta probabilmente diventando un Paese scisso a metà ai cui due poli primeggia comunque, anche se in forme differenti, proprio l’imbarazzo.

Esiste un’Italia imbarazzante e un’Italia, per la sua altra metà, imbarazzata.

La palese instabilità economico-sociale e la non limpida condizione politica, indipendentemente, è ovvio, dai propri "credo" ideologici, rappresentano sicuramente uno dei pochi dati oggettivi e veritieri di cui tutti possono avere perfetta conoscenza e incontrovertibile riscontro.

Confusione e spaesamento, timore per il presente e per il futuro, delusione e sfiducia sono, con altrettanta quasi assoluta certezza, i tratti comuni che caratterizzano il nostro attuale periodo storico.

Quanto detto, costringe l’essere umano a indietreggiare fino a ricongiungersi con i suoi istinti più egoisti e violenti, i quali mal si conciliano con il vivere civilmente e pacificamente in una società che ha primaria necessità di riscoprire, riconoscere e riconquistare i valori del rispetto, dell’onestà, del giusto e del bene sulla base di ferree leggi morali, etiche e giuridiche.

Dobbiamo forse dar ragione ad Hobbes quando sostiene che l’uomo è per sua natura malvagio, incline a sopraffare l’altro per il proprio tornaconto e interesse individualistico?. Stiamo forse, anche se solo metaforicamente, regredendo ad uno stato di natura in cui regna sovrano l’egoismo, l’egocentrismo, l’imposizione forzata della propria infinita bramosia, della corsa sfrenata verso il conseguimento, potenzialmente illimitato, del potere di comando?.

"Bellum omnium contra omnes", lotta di tutti contro tutti?.

Quale peggiore ingiustizia potrà mai essere consumata oltre i limiti invalicabili dell’odio?.

Al parlare è troppo spesso sostituito l’urlare, al confronto il bisticciare; l’esprimere il proprio pensiero si traduce, volentieri ma malauguratamente, nell’insultare l’altro mentre l’ascoltare, in contemporanea, viene eliminato da una totale chiusura e arroccamento nelle proprie convinzioni, non sempre fondate e sufficientemente riflettute.

Il fine è inseguire i propri obiettivi a discapito dei diritti altrui, mentre i dissensi e le proteste si fanno sempre più aspri e conflittuali. Tutto ciò assume i toni del grottesco, che è insieme ridicolaggine, cinismo, dramma: siamo al paradosso!.

E il grottesco, se diviene la norma, è terribilmente imbarazzante.

Abbiamo la consapevolezza di appartenere ad una Patria dal ricchissimo e invidiabile patrimonio paesaggistico, artistico, storico e culturale, animata da uomini e donne brillanti che tengono veramente al benessere generale dell’Italia e dei suoi abitanti, grazie anche a quell’entusiasmo per ciò che di estetico ci circonda, per ciò che potrà essere e per ciò che si potrà operare per meglio difenderlo e conservarlo, grazie infine a quella freschezza e robusta volontà, spiccatissima nei giovani, di progettare e costruire.

L’imbarazzo, allora, nasce proprio da questa consapevolezza unita al sapere che, un tale valore e una tale risorsa, vengono giornalmente offuscati da continue e laceranti guerre di potere per la supremazia economica e politica, per forme di licenzioso autoritarismo, per il dominio e il monopolio sempre più elitario.

Consentitemi l’affermazione di avvertire pieno il sentore che la democrazia, quella più originaria e pura, è in grave pericolo. La stessa, assieme alla libertà, non sono conquiste acquisite illimitatamente e definitivamente; vanno invece protette e custodite come una madre, in ogni istante, si adopera per la tutela delle sue creature.

Onde concludere: l’egoismo, al di là di ogni altra e pur fondata considerazione, racchiude in sé la massima espressione e la più terrificante manifestazione della caducità e della fragilità umana, anche e soprattutto di coloro che si reputano onnipotenti e invincibili. Mi vien da sorridere infatti, per non piangere, e mi consolo volando sulle ali della convinzione che il potere delle persone, quelle più umane e sensibili, è ben più potente delle persone al potere, schiave e prigioniere dei loro stessi poteri.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 settembre

La Parrocchia del Duomo festeggia i Santi dei Rioni

"ll volontariato in campo oncologico". Esperienze a confronto con "Orvieto contro il cancro"

La Zambelli Orvieto si prepara contro la "cugina" Perugia

Gal Trasimeno Orvietano, Ecomuseo: dalle mappe di comunità alla nuova programmazione Psr della Regione

"Le riforme e il loro partito". Al Palazzo dei Congressi la XVI Assemblea annuale di Libertàeguale

L'Associazione Alzheimer Orvieto ad Amelia per "Garage Sale di Solidarietà"

Rapina in villa da 6000 euro e botte al padrone di casa

Il Comune di Baschi conferisce la cittadinanza onoraria al prefetto Bellesini

Uffici postali, udienza al Tar. "Nessuna chiusura in Umbria fino al pronunciamento del Tar Lazio"

San Venanzo tira le somme di "Architettura e Natura". Bilancio positivo per la terza edizione

A "#ereticofuturo" l'innovazione convive con la storia

È nato il movimento politico "Comunità in Movimento"

Cresce l'attenzione dei media verso Orvieto. "Experience Etruria" tra i migliori progetti prodotti per Expo.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto apre al pubblico le porte di Palazzo Coelli

L'inizio del mondo e la fine dell'Alfina

Allenamento per le vie del centro, tradizione irrinunciabile per Azzurra Ceprini Orvieto

ExperienceEtruria conquista l'Expo. Martina: "Esperienza straordinaria da raccontare a tutta l'Italia"

Una pratica in 26 secondi, la Sii presenta i dati del nuovo servizio informatizzato

"Il Teatro delle Immagini" di McCurry tra le strutture finaliste del premio architettura "Prize"

Accordi per la mobilità venatoria tra Umbria e Lazio, Federcaccia esprime preoccupazione

Il territorio orvietano e la crisi: quale possibilità di ripresa

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni