opinioni

Orvieto in fiore

lunedì 27 maggio 2013
di Maria Giulia Lunetti
Orvieto in fiore

Tra tradizione e innovazione la città dormiente sembra essersi risvegliata. Nei giorni 18 e 19 maggio Orvieto era colorata, abbellita da infiorate, i cui disegni preparatori sono stati realizzati con grande maestria da alcuni ragazzi del Liceo Artistico. i cittadini li hanno riprodotti in tutte le piazze eccetto in quella del Duomo, dove l'infiorata è stata composta dagli artisti di Bolsena. C'erano bancarelle di ogni genere: A San Domenico le botteghe hanno esposto i loro prodotti tipici, mentre vivaisti sia orvietani che dei paesi circostanti hanno ornato il giardino mostrando le loro splendide piante.

A Sant'Andrea invece sembrava di fare un salto nel passato: i venditori indossavano i costumi dei popolani che tutti gli anni partecipano alla processione del Corpus Domini. Ha sfilato il corteo, il corso pullulava di persone, orvietani e turisti, ammaliate da questa città in fiore. I balconi delle case sono stati decorati con composizioni floreali, formate dai colori del proprio quartiere e alcuni sono stati iscritti ad un concorso ripreso da una tradizione popolare ormai lontana, che tutt'oggi riesce a sottolineare la bellezza della nostra città. Nonostante sia la prima volta dopo molti anni che la manifestazione è stata riproposta, ha riscosso un notevole successo e i cittadini sperano che in futuro venga ripetuta: Orvieto non può più fare a meno dei suoi colori e dei suoi profumi.

Commenta su Facebook