opinioni

L'alluvione del 2012

domenica 25 novembre 2012
di Aramo Ermini

Noi italiani siamo un popolo sui generis, permettiamo che i danni, sia istituzionali, materiali che umani, avvengano, poi a posteriori diamo la stura a polemiche roventi, alla caccia ai responsabili, a dire si doveva fare e non si è fatto e allo scaricabarile. Spesso dopo ciò tutto ritorna come prima ed i problemi si trascinano per tempi lunghissimi, irrisolti.

Fa molta più notizia una polemica al calor bianco che, purtroppo, atti quotidiani di buona amministrazione, i quali creino le condizioni perchè i danni non si verifichino. Spesso a tali atti e a chi li compie non viene neppure riconosciuto il merito mentre molto più risalto hanno le polemiche.

Credo che nelle nazioni del Nord accada il contrario: prevale non la polemica a posteriori ma la buona amministrazione, che non desta così scalpore, ma permette ai cittadini una migliore qualità della vita e è questo ciò che conta. Forse accade questo perchè siamo un popolo dal sangue caldo che ha bisogno di sentimenti forti , un popolo latino, ma spesso ciò non è un vantaggio.

E' accaduto in parte anche per anche per l'alluvione della valle del Paglia di quest'anno, un disastro annunciato.

Sono nato nel 1956 ad Orvieto Scalo e quella di quest'anno è la terza alluvione a cui assisto.
La prima avvenne che ero molto piccolo, rimanemmo bloccati con la mamma a casa della zia Augusta e dello zio Gigiola, che abitavano verso San Giorgio, e dovemmo dormire lì, non ricordo per quanti giorni, perchè il babbo con la sua vespa non potè attraversare il ponte dell'Adunata per riportarci a casa.

Alla seconda " piena " assistei dalla finestra di casa, erano gli anni sessanta ed ero un bambino un pò più grandicello. Vedevo, con preoccupazione, che l'acqua del Paglia era passata al di qua dell'autostrada ed era arrivata alla massicciata della stazione ferroviaria, "mangiando" il terrapieno dell'A1, avvertii il babbo allarmato, perchè le auto in transito rischiavano di precipitare nei gorghi. Non so i danni che si verificarono allora, ma dove oggi ci sono le costruzioni c'erano solo i campi, ricordo solo che mi arrivò la voce che il Paglia in piena si era portato via un bambino.

Tra gli aspetti positivi del mio babbo che da ragazzo non notavo molto anche a causa del suo caratteraccio, ora annovero anche la sua saggezza sì di persona poco istruita ma che costruì la nostra casa, a Orvieto Scalo, in un luogo rialzato che non è stato mai toccato dall'acqua del Paglia, neppure quest'anno.

L'alluvione di quest'anno l'ho vissuta da residente ad Orvieto sulla rupe, l'ho seguita attraverso le notizie ed i filmati di OrvietoSì ed Orvietonews e ne ho preso coscienza attraverso i commenti dei cittadini su queste testate. Ciò mi ha aiutato moltissimo perchè ha stimolato la mia coscienza e ha permesso che mi creassi un punto di vista personale sui fatti accaduti, a conferma dell'utilità di questa agorà virtuale del nostro territorio che sono i giornali online.

Ringrazio in particolar modo Maria Luisa Salvadori che con il suo scritto mi ha spronato alla partecipazione solidale verso gli orvietani toccati più direttamente dal disastro anche se in maniera ridotta rispetto ai bei ragazzi volontari, l'associazione il Ginepro e Gianni Cardinali che con i loro contributi mi hanno istruito ed aiutato ad avere un parere personale su questa alluvione, aiutandomi anche a dare un senso ai miei ricordi d'infanzia.

Tra le tante un'osservazione: il sistema di allerta non ha funzionato, l'allerta avrebbe contribuito a limitare i danni e ciò fa nascere una domanda sull'utilità del sistema di Protezione Civile così come è strutturato oggi, forse localmente al suo primo serio banco di prova.

Sorgono perplessità su se la P:C. Non sia l'ennesimo carrozzone all'italiana, non i volontari che vi prestano servizio, encomiabili, ma la struttura di tale organizzazione che pure costa alla collettività non fosse altro per i costosi fuori strada di cui è dotata.

Lo dico da cittadino comune ed ignorante su molte cose ma che si guarda intorno.

In particolare mi piacerebbe sapere di quali professionalità si avvale la P.C., soprattutto quella locale, e se oltre ai volontari vi sono al suo interno persone che percepiscono indennità economiche.

In un paese civile, a mio avviso, i responsabili della Protezione Civile, e non solo, si dovrebbero dimettere, viste le dimensioni del disastro, e mi sembra che contrariamente a quanto sostenuto dalla nostra Presidente di Regione, durante la sua visita alle zone alluvionate dell'Orvietano, se non ci è scappato il morto è più questione di fortuna che di efficienza.

Per quanto riguarda l'eccezionalità del fenomeno non dovrebbe sfuggire a persone competenti che il cambiamento climatico in atto nel nostro paese già da diversi anni, che lo sta rendendo sempre più a clima tropicale, non era poi così imprevedibile.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 12 dicembre

Furti, spaccate e falsi incidenti: il lato "oscuro" del Natale

I vicoli diventano toilette per cani, scoppia la protesta

A Spagliagrano ritiro mensile del clero della Diocesi di Orvieto-Todi

L'Orvietana rallenta, a Giove è pareggio

Grande accoglienzaa Giove, il volto migliore del calcio

Una Vetrya incerottata spreca nell’ultimo quarto

Griffe false, finanza sequestra 6000 capi nell'orvietano

Week end di normale “pazzia” futsalistica per l’Orvieto Fc

Acqua e rifiuti, le scuole visitano gli impianti della provincia

"D'oro e d'argento", rassegna corale di beneficenza al Teatro Boni

Investimento territoriale integrato, ora si passa alla fase operativa

Inaugurati i lavori di Rotecastello, migliorata l'accessibilità al borgo

Semmai un giglio

La Zambelli Orvieto corre forte e semina il San Lazzaro

Orvieto Cittaslow come esempio di turismo culturale a Berlino

Il "frottolo" fiorentino, ovvero: "Chi è causa dei suoi mali..."!

Marta

Parco Nazionale dei Monti Sibillini: rischi lungo i sentieri dopo il sisma, ma non in tutti

Flavio dei miracoli

Risate&Risotti compie dieci anni, in viaggio tra buona cucina e divertimento

La piazza della fontana nascosta

Tradimenti

Cinquanta presepi, mercatini e Babbi Natale in Harley Davidson per le feste

In distribuzione le tessere per i parcheggi gratuiti

Attivata la rete Wi-Fi gratuita in tutto il centro storico

Il Corporale di Orvieto in onda su Rai2 per "Voyager, ai confini della conoscenza"

Controlli intensificati per il Ponte dell'Immacolata, ecco gli esiti

"The Bus Driver is Drunk". Musica live in Piazza della Repubblica

A Castel Viscardo e nelle frazioni si accende il Natale, nel segno della solidarietà

"19 note per un sorriso". Beneficenza insieme a Massimiliano Varrese

Rapina lampo al Monte dei Paschi di Siena, in manette il ladro

Germani rimodula la squadra e va avanti

Senso unico in Via degli Ulivi per lavori urgenti di manutenzione straordinaria della rete idrica

Celebrazioni liturgiche del Natale, tutti gli appuntamenti in Duomo

Selargius spaventa la Azzurra Ceprini

"Un dono per un dono". Mercatino della Croce Rossa in Piazza Gualterio

Meteo

martedì 12 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.1ºC 97% foschia direzione vento
15:00 12.0ºC 95% discreta direzione vento
21:00 10.4ºC 98% discreta direzione vento
mercoledì 13 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.3ºC 92% buona direzione vento
15:00 9.6ºC 82% buona direzione vento
21:00 4.3ºC 94% buona direzione vento
giovedì 14 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.8ºC 97% discreta direzione vento
15:00 9.6ºC 98% foschia direzione vento
21:00 9.4ºC 98% scarsa direzione vento
venerdì 15 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 98% foschia direzione vento
15:00 11.0ºC 98% foschia direzione vento
21:00 7.5ºC 97% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni