opinioni

Sentite questa... retta unica per tutti? No grazie... e alcune domande

giovedì 12 luglio 2012
di Giancarlo Imbastoni

La Giunta Concina nel presentare la gara di appalto per la gestione degli asili nido ne aumenta le rette, non un ritocco ma un vero e proprio salasso che rende ancora più drammatica la vita di decine di famiglie orvietane.

Lo fa nella maniera più brutale e sbrigativa possibile, abolendo l'ISEE, il redditometro che impegnava le famiglie alla compartecipazione secondo il loro reddito (e sottoposto  a verifiche come vuole la legge). Quindi un prezzo unico per tutti, dalle otto fasce si passa a 260 € al mese per il tempo pieno e 180 € per il tempo ridotto; avviene quindi che chi pagava 90 € (compartecipazione  del 30%) si troverà un aumento del 280%, via via fino alla fascia sei (compartecipazione dell'80%) che da 240 € ne pagherà 260 € (aumento del 8%) e poi c'è la novità: la fascia 7 e 8 che prima pagavano 270 e 300 € così pagheranno meno.

E questa è una novità,  se permettete, che merita un risalto nazionale: Orvieto è il primo Comune (o uno dei pochi), che abbassa le rette a chi se la passa meglio, ricchi compresi.

Tutto questo ci è stato comunicato a noi genitori il giorno 9 luglio,  presso l'asilo di  Sferracavallo, dall'Assessore competente presenti i responsabili degli uffici; io sono intervenuto facendo notare lo svarione che l'abolizione totale delle fasce genererebbe (i più poveri pagano il triplo, i piu ricchi 40 € in meno), mi risponde L'Assessore Tardani che non c'è nessun errore, si tratta di una scelta per attrarre nuovi utenti o, se preferite, clienti.

Ora se gli aumenti sono imposti da vincoli di un bilancio in forte deficit non si capisce la  deroga, lo sconto ai ricchi; come non si capisce in realtà neanche l'aumento, visto che a loro dire passando alla gestione privata quest'anno si sono risparmiati 3500 € a figlio pari a un terzo dell'impegno complessivo (cifre che mi piacerebbe tanto verificare).

Un servizio che risparmia così tanto (ammesso e non concesso sia vero) il suo dovere di bilancio l'ha fatto, anzi strafatto, non deve essere né aumentato né tantomeno chiuso!

Il motivo, più che di cifre, è la scelta politica che azzera decine di anni di politiche sociali e ignora il principio di equità con cui un'Amministrazione pubblica deve governare, così come richiamato dalla Costituzione, dal Testo Unico e da decine di leggi e regolamenti. Loro invece si mettono sul mercato, fanno lo stesso prezzo dei preti, e in più ci mettono lo sconto per i redditi più alti.

Sorvolo sulla approssimazione tecnica della delibera, ma alla Giunta Concina vorrei ricordare che, sempre per quello che riguarda i servizi educativi, una scuola, l'Ippolito Scalza di Ciconia, attende da sei anni urgenti lavori di consolidamento, che altre (mi sembra otto) scuole ed asili non hanno l'agibilità sismica e che l'unica a norma, quella di Orvieto Scalo, è un capannone modificato.

I SOLDI PER TUTTE QUESTE COSE LI DOVETE TROVARE, debito o non debito.

Voglio infine fare 4 domande:
- la prima alla stampa, se ritengono che possa interessare anche al di là delle pagine locali la singolare politica tariffaria che fa L'Ente, per me è una notizia;

- la seconda ai Consiglieri Tonelli, Frizza e Meffi, che con il vs. voto avete permesso alla Giunta Concina di esistere, quando dopo aver partecipato negli anni passati al debito avete voluto partecipare al risanamento e siete passati per il bene della città in maggioranza. Secondo voi questo è bene?

- la terza all'opposizione consiliare, così pronta e unita a mobilitarsi quando si tratta di opporsi al cambio di senso di marcia per cinque vie del centro storico, farete qualcosa di più di un question time sull'argomento? Non che m'aspetti nulla...

- la quarta, che è la più importante, la rivolgo agli altri genitori che pagheranno di più (e capisco umanamente il silenzio imbarazzato che ho avvertito anche alla riunione del 9 di quelle non poche famiglie che pagheranno di meno).

Mi rivolgo invece ai salassati: se vogliamo organizzarci io sono disponibile. tel 333 3040244.


Questa notizia è correlata a:

Tempesta sugli Asili Nido. Retta unica per tutti, i genitori protestano

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate