opinioni

La politica non deve scadere nel chiacchiericcio pettegolaio

domenica 20 maggio 2012
di Mario Tberi

E' non agevole a credersi, ma la politica ridotta a ciarpame da "bettola di periferia" rende la cornice dei nostri tristi giorni ancor più avvilente ed angosciante di quanto già non lo sia nella oggettiva realtà.
Le massime Autorità dello Stato, forse non avvedendosene, non riescono a sottrarsi al malvezzo di dichiarazioni spesso avventate e, quindi, generanti sconcerto e disorientamento; di quelle locali, è sufficiente sottolineare il loro annaspamento in un groviglio intricato di questioni irrisolte delle quali non sono in grado di trovare il bandolo della matassa; sui partiti è preferibile stendere un velo pietoso in ragione di inconsistenze programmatiche e di paralisi realizzative.

Su tutto sembra dominare la convinzione delle genti, sempre più ampia e diffusa, che si è di fronte ad una grave e preoccupante caduta di stile e, mi sia permesso, anche di signorilità delle pubbliche Istituzioni.
Forse anch'io qualche volta, nel modesto ambito della realtà orvietana, ho scritto e mi sono soffermato su alcuni pettegolezzi e dicerie di troppo e, se così è stato, ne chiedo pubblica venia alle gentili lettrici e ai cortesi lettori. Sappiano comunque, queste e questi, che le mie pubblicazioni sono sempre state il frutto di libere e sincere costruzioni di pensiero, elaborate in perfetta buona fede nel tracciare vizi e virtù del mondo che ci circonda, specialmente nel comparto della politica e dintorni.

Mi sono pure sforzato, e l'impegno non è stato da poco, di fornire il mio contributo di cittadino allo scopo di alimentare una migliore circolazione delle idee e di spronare il civico dibattito, possibilmente innalzandolo di tono perché spesso appiattito sul conformismo del pensiero unico e dello "id quod plerumque accidit". Se poi, qualcuno o molti, ne hanno voluto vedere o intravedere delle deliberate provocazioni e/o delle malintese suggestioni, di ciò non posso farmene carico poiché ad ognuno è attribuito il diritto di libero giudizio e di critica non coartata.

Mi pare di non scrivere nulla di reprensivo se affermo che si sta superando il limite massimo della decenza e del buon gusto: è in atto un bombardamento giornalistico e televisivo senza uguali su vicende che riguardano personaggi arrivati al culmine della fama e della notorietà e ai quali, proprio per tale loro condizione, è ormai arduo e difficile, per non dire impossibile, scantonare dai bagliori della cronaca e ritagliarsi seppur minimi spazi di nicchie personali.

Certamente, per chi decide di dedicarsi alla vita pubblica è consequenziale l'assunzione di atteggiamenti e comportamenti coerenti e rispettosi dei ruoli e delle funzioni esercitate, soprattutto quando sono in gioco le rappresentanze istituzionali statuali e internazionali onde evitare, costi quel che costi, di essere tacciati di predicare bene e razzolare male. Ci sono dei sommi doveri ai quali ogni politico deve sottostare e nei quali è ineludibilmente doveroso rispecchiarsi: ma da qui a rendere la parola filtrata e il chiacchiericcio gli unici argomenti di analisi e di approfondimento ce ne corre, e ce ne corre una spanna.

Di fronte alla notizia che suscita clamore e sensazione, tutto il resto sembra svanire nell'oblio dell'insignificante e del trascurabile quando, invece, sono sempre più incalzanti i problemi legati ad un'economia che peggiora mordendo possentemente, alle distanze e disuguaglianze tra Nord e Sud che si allungano invece di raccorciarsi, ad una criminalità organizzata e non che spadroneggia quasi indisturbata in vaste aree del territorio nazionale, alla indifferenza postuma della gente di fronte a delitti efferati, ai conflitti sociali che tendono a diventare corporativi e tendenzialmente proiettati all'abbandono del vincolo di solidarietà, alla tutela dell'ambiente considerata alla stregua di un "optional" mentre dovrebbe essere al centro di ogni cura giacché in essa si giocano i destini futuri dell'umanità.

Di questo passo, il dibattito e il confronto politico scemeranno al punto tale che l'insufficienza d'analisi delle questioni cruciali porterà a perdere di vista e a confondere il necessario con il superfluo. E i problemi, quelli veri e sostanziali, saranno lasciati languire per insipienza e offuscamento delle intelligenze.
In un tempo non lontano era di moda affermare, a torto, che la religione è l'oppio dei popoli; oggi, a ragione, si può senz'altro asserire che il frinito di cicale irresponsabili è droga per ubriacare la società e distogliere la sua attenzione da ciò che per lei è essenziale.

P.S.: invito quanti lo sentiranno nel cuore ad un tempo di raccoglimento in ricordo e suffragio di un "FIORE" tenerissimo, barbaramente reciso da proditoria mano assassina.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 giugno

Discarica "Le Crete" e mercurio nel fiume Paglia, gli impegni della politica

Nuova pavimentazione per la Bagnorese, autovelox lungo la Strada del Piano

Orvieto riscopre Gianni Rodari. Nominati i due rappresentanti in seno al cda del centro

Orvieto rinsalda l'amicizia con Marostica e manda in archivio le feste medievali 2016

Luoghi del Cuore FAI, basta un click per salvare l'Orto di San Giovenale

Prima seduta del nuovo consiglio comunale a Parrano, approvati tutti i punti

Si insedia il consiglio comunale. L'ordine del giorno della prima seduta

Il teatro entra a scuola, due classi si mettono in gioco

Servizio civile, ai nastri di partenza il progetto "Coriandoli di storie"

Tutti insieme a pulire il paese. Proceno inaugura le "Domeniche del borgo"

Enoteca regionale, convenzione con il Comune e il Consorzio dei vini per la gestione

Lega Nord riporta "Le Crete" in Regione. Si discute l'impiego del georadar alla discarica

Orvieto, l'Umbria e l'ascesa del MoVimento 5 Stelle

"Convegno 'La strada del mercurio', Enel convitato di pietra"

Poste, Regione e Comuni verso l'accordo. Più servizi integrati e gli uffici rimangono aperti

Taglio del nastro della nuova sede per la Cna Umbria del Comprensorio Orvietano

Riccardo Nencini presenta "Il fuoco dentro: Oriana e Firenze"

"Strade per l'integrazione", un progetto per il trasporto sociale di persone con disabilità psichica

Tamponamento sul ponte dell'Adunata. Illesi i conducenti, traffico in tilt

Lavori sul ponte del Carcaione, modifiche alla viabilità a Ciconia

Cittadino indignato: "Pago il doppio per un servizio porta a porta che non mi è erogato"

"Musonio l'Etrusco" di Luciano Dottarelli all'Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani

Cava di Pietrara, Orvieto produrrà gli atti di presa visione

Caso quote Bpb, c'è l'incontro con i capigruppo consiliari

Infiltrazioni d'acqua piovana al PalaPapini, Sacripanti (Gm) sollecita

Differenziata, la proposta. Codici a barre ai mastelli precedentemente in uso?

Approvata la rimodulazione del piano di riequilibrio e uscita anticipata dal predissesto

Gnagnarini replica a Pizzo: "L'ex assessore trascura piccoli ma decisivi particolari"

Circolo ricreativo culturale ed Ancescao insieme per la "Festa del Lago"

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni