Meteo per 7 giorni
meteo22°

opinioni

Alfabeto per Orvieto : “c” e “c” come Consiglio comunale

sabato 12 maggio 2012 10:51
di Mario Tiberi

Quando apprendo della convocazione di un Consiglio comunale, dico a me stesso: dei miei "peccatucci di coscienza" ne porto il peso e, per penitenza, parteciperò da spettatore ai lavori del Consiglio convocato.

"C" e "C" come Consiglio comunale. La penitenza suddetta consiste nel fatto che il campionario di esibizioni offerto dal dibattito consiliare è produttivo di sofferenze, inquietudini e contrizioni per la spesso sterile inconcludenza del suo dispiegarsi. Ricordo come nella mia giovinezza assistetti, disincantato, ad una novella televisiva in otto puntate dal titolo "La fiera delle vanità". Ordunque, nel consesso istituzionale della città di Orvieto, mi pare proprio di ripercorrere molte delle tappe nelle quali si articolò la novella di cui sopra. E la vanità si manifesta in atti e atteggiamenti di arroganza, di impertinenza, di supponenza, di protagonismo e di presenzialismo a tutti i costi fino al punto di chiedere la parola anche quando non si ha nulla di proficuo da proporre. Si perde così del tempo prezioso, gettandolo alle ortiche, e la città langue e ristagna: "Dum Romae consulitur, Sagunthum expugnatur". Vi sono, fortunatamente e per grazia celeste, le debite eccezioni che vanno individuate in personalità di elevata statura morale e politica delle quali, però, non è conveniente citare i nomi e cognomi, essendone i diretti interessati consapevoli e i cittadini tutti a perfetta di loro conoscenza.
Quadro a tinte fosche, direte!?!. Certamente sì; ma se alzo lo sguardo nella notte limpida vedo il comparire di nuove STELLE, di più delle CINQUE ora di gran moda.

 

Advertising

Acquista questo spazio pubblicitario

Pubblicato da Rosa del Tufo il 12 maggio 2012 alle ore 18:52
Caro Mario, la tua penitenza è anche quella di tanti e poi tanti orvietani, consiglieri e no. A differenza tua che hai sempre il coraggio di dire le cose come stanno, gli altri le pensano ma non le dicono. Mi auguro che ci possa riuscire Alfabeto per Orvieto del quale sei il fondatore e il principale animatore . Ciao, Rosa del Tufo.
Pubblicato da Rita M. il 12 maggio 2012 alle ore 19:21
Sarebbe bello andare al consiglio comunle non per penitenza ma con la gioia di partecipare a qualcosa di importante per Orvieto. Invece è sempre la solita minestra e allora si preferisce restare a casa.
Pubblicato da Gianluca Foresi il 13 maggio 2012 alle ore 12:08
Noto che i corsivi di Mario Tiberi ,ma anche gli scritti dell'Alfabeto per Orvieto sono molto letti e commentati.
L'Alfabeto per Orvieto, iniziato quasi per gioco da Mario Tiberi e, mi permetto di aggiungere dal sottoscritto, sta suscitando nei lettori una certa curiosità ed interesse.
Altri si sono via via aggiunti e stanno utilizzando questa nuova forma di comunicazione per porre all'attenzione dell'amministrazione e dei cittadini problemi, urgenze e desideri per tentare di rivitalizzare il dibattito sociale, culturale e "Politico" di questa nostra realtà.
Invito le assidue lettrici e lettori dell'Alfabeto per Orvieto ,se ne avranno il piacere, a prendere la penna o il pc ed inviare le "lettere" che più stanno loro a cuore affinché questo piccolo germoglio posso diventare presto ad una pianta.

Gianluca Foresi Alfabetista






Pubblicato da Marta il 13 maggio 2012 alle ore 13:12
Più che giusto; a casa a casa tutti questi amministratori incapaci. Marta
Pubblicato da mgurbi,@virgilio.it il 13 maggio 2012 alle ore 14:29
....Ciao Rita....non é possibile MANGIARE SEMPRE LA MINESTRA RISCALDATA......!!!!E ARRIVATA L'ORA DI PRESENTARE UN'ALTRA PIETANZA.....giovedì 17 ,alle ore 21 da Montanucci...vi aspettiamo;chiunque abbia idee E VOGLIA METTERSI IN GIOCO per far rivivere la nostra città.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

accadeva il 24 luglio

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006

2005

2004

2003

2002