opinioni

Il sacrificio estremo contro le catene cinesi: Tibet libero!

sabato 18 febbraio 2012
di Stefano Olimpieri, capogruppo PdL al Comune di Orvieto

Nell'indifferenza delle diplomazie di tutto il mondo in Tibet si continua a morire per la libertà. Nei giorni passati altri giovani si sono immolati per gridare al mondo che l'oppressione cinese è sempre più pesante e che i grandi valori spirituali del popolo himalayano non possono essere totalmente annientati dal materialismo liberal-comunista di Pechino. Nel nostro mondo occidentale - secolarizzato e globalizzato - regna la totale indifferenza per tutto ciò che non è consumismo, tanto che le tensioni ideali sono state completamente abbandonate per lasciare spazio all'edonismo ed all'apparenza. La globalizzazione ha omologato tutto e sta cercando di distruggere definitivamente la dignità dei popoli, il loro senso di appartenenza e le specifiche identità. Il gesto dei giovani tibetani non può essere considerato solamente come un fatto di cronaca, ma deve avere, al contrario, la dignità di un evento politico sul quale rimettere in moto la grande ed immutabile battaglia per la libertà dei popoli e per la loro autodeterminazione: di fronte al dilagare del conformismo e dell'appiattimento del mondo contemporaneo, c'è la necessità di costruire un nuovo progetto meta-politico fondato sugli immortali valori della spiritualità e della libertà.

Soltanto attraverso la ricerca del mito, del sacrificio, del coraggio e della lealtà le giovani generazioni occidentali potranno "uscire dal bosco" del torpore e dell'indifferenza e ritrovare esempi per cui valga la pena tornare a lottare. Le motivazioni che oggi spingono i giovani tibetani a sacrificarsi per la libertà della propria patria sono le stesse che mossero Jan Palach e Bobby Sands; tanto che se oggi a Praga o a Belfast si vive liberi e senza discriminazioni lo si deve anche al sacrificio dei due giovani europei. Allo stesso modo, se un domani a Lhasa si potrà vivere in libertà e secondo i valori secolari della tradizione del popolo tibetano lo si dovrà anche al coraggio di coloro che in questi anni si sono sacrificati per far tornare la libertà in Tibet e per rompere le catene della dominazione cinese. Lottare per la libertà del popolo tibetano vuol dire, anche e soprattutto, combattere il nuovo ordine mondiale che vede saldare il turbo capitalismo dell'alta finanza e delle multinazionali con l'egualitarismo illuminista: entrambi spinti da principi economici e finanziari, stanno dettando le regole della globalizzazione, producono l'omologazione planetaria e distruggono le identità ed i popoli. Dopo aver superato i muri e le contrapposizioni ideologiche del secolo "breve", abbiamo il dovere di superare il pensiero unico della globalizzazione attraverso la riscoperta del senso di appartenenza. Proviamo a farlo anche in nome del sacrificio dei giovani tibetani.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 settembre

Simona Atzori e le sue mani basse: "Tra danza e pittura, sorrido sempre alla vita"

Falsa partenza per la Vetrya Orvieto Basket

Geotermia, Brega a difesa del territorio: "Basta giochini, pronto a chiedere il Referendum"

Una politica, quella renziana, non al passo con i tempi

Biomasse, Agricola Macchia Alta Srl: "La verità è un'altra"

Gsd Romeo Menti, il settore giovanile in visita al Museo del Calcio di Coverciano

Nuova seduta per il consiglio comunale. L'ordine del giorno

"Poraneggiando" con i "Cavalieri del Torrione", a Bomarzo con "Percorsi Etruschi"

Ufficializzato l'ingresso di Allerona nel club de "I Borghi più belli d'Italia"

Olimpieri (IeT): "Vogliono salvare il Crescendo con i nostri soldi"

"Aspettando Altrocioccolato", il commercio equo e solidale fa festa in Piazza Mazzini

Giornata mondiale del malato di Alzheimer, festa alla residenza protetta "Non ti scordar di me"

Gianfranco Foscoli in concerto a Colonia. Conquista gli States e va in onda su Canale Italia

Lavori pubblici, il Comune utilizzerà l'Elenco Regionale delle Imprese da invitare alle procedure negoziate

Caccia vietata il 21 settembre nelle aree interessate dalla visita di Mattarella e Papa Francesco

Pali spezzati dal maltempo, da mesi nessuno interviene

La Parrocchia del Duomo festeggia i Santi dei Rioni

"Anonimi elettori" interrogano l'ex consigliere comunale Cristiano Federici

Notte dei Ricercatori, al CSCO c'è il convegno "Scolar-Mente: divulgazione del metodo scientifico"

Stefano Baldi, un pievese ambasciatore italiano a Sofia

Biomasse, "Passione Civica" contro-replica: "Ci interessa il risultato"

Sessantenne di Monteleone muore schiacciato dal crollo del solaio

Al via anche in Umbria la campagna congiunta di sicurezza stradale "Edward"

Sisma, emergenza e ricostruzione al centro di incontri con parlamentari e organizzazioni sindacali

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni