opinioni

San Matteo e i cinque talenti: ovvero sulla forbice tra chi ha e chi non ha

martedì 24 gennaio 2012
di Mario Tiberi

Riprendendo la questione "Giustizia sì, Giustizia no", non posso esimermi dall'indicare e dal fornire ulteriori elementi di stima e valutazione sulle diseguaglianze strutturali che minano alle fondamenta le società contemporanee.

Di questi tempi, concedersi una partita a "Monopoli" può suonare inopportuno: battersi per la conquista della "centrale elettrica" o incappare nel "parco della Vittoria" o finire in "prigione" può funzionare, al limite, come solo esorcismo infantile o antidoto omeopatico alle ansie e ai turbamenti del vivere quotidiano. Eppure, l'antefatto di codesto celeberrimo "gioco di società" fu ideato agli inizi del secolo scorso da una giovane quacchera, Lizzie Magie, non come apologia della predazione ma, al contrario, come una visita guidata agli innumerevoli rischi derivanti dai monopoli terrieri privati.

Non sarà un caso, quindi, che proprio sulle cadenze del gioco del Monopoli, cioè sulla "forbice" che si apre via via tra i giocatori, l'economista e sociologo Daniel Rigney nel saggio "Sempre più ricchi, sempre più poveri" individui un esempio da manuale del cosiddetto "effetto San Matteo": vale a dire di quella forza travolgente e implacabile che rende appunto, come recita l'adagio, i "ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri", generando così da un vantaggio iniziale un ulteriore vantaggio che si dilata in linea esponenziale e invece, da un omologo svantaggio, una stagnazione o addirittura una regressione.

Il predetto "effetto" è stato teorizzato nel 1968 dallo studioso di sociologia Robert Merton il quale, ispirandosi alla parabola evangelica dei cinque talenti d'argento, ne ha tratto la necessità di elevare le qualità morali degli scienziati impegnati in ogni campo dello scibile umano, avendo a riferimento la morale contenuta nell'insegnamento "A chiunque ha sarà dato e sarà nell'abbondanza; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha". Per meglio comprendere, basti sapere che in sociologia della scienza è stato più volte osservato come, a parità di condizioni iniziali, gli scienziati che raggiungono dei successi nei primi anni della loro carriera hanno, in seguito e per la fama acquisita, molte più probabilità di affermazione delle proprie teorie rispetto e a prescindere dalle abilità e dai meriti personali di altri scienziati pur validissimi, ma rimasti nell'anonimato.

Il fenomeno descritto non è da limitarsi al solo comparto della scienza: lo si può ben applicare, quale dinamica profonda e respiro intimo, al generarsi delle disparità in ogni altro ambito a cominciare dalla politica, dalla istruzione e formazione, dalle arti e mestieri fino a giungere, a sintesi di tutto, alla galassia dell'economia. Si producono così, alla lunga, distanze cognitive e diviziose siderali all'interno delle quali l'avventura della vita rischia di essere un crudele gioco a "somma zero", a cagione dello sfruttamento dell'uomo sull'uomo, e dove, più apparentemente che realmente, a tutti è data la ingannevole possibilità di guadagnare seppur in maniera diseguale.

Ancor di più, lo stesso schema di divaricazione agisce in molte altre sfere: nello sport quando l'imperativo è vincere e non partecipare; nel confronto di genere allorché il presunto vantaggio degli uomini sulle donne è barriera di libera competizione, fino a produrre quello che in gergo prende il nome di "effetto Matilda"; nella discriminazione razziale, cioè in quel circolo vizioso che pone i pregiudizi dei bianchi sui neri come fonte di alimentazione di progressivi deterioramenti della pacifica convivenza umana, valendo ciò anche nelle relazioni tra culture e religioni diverse come pure nei rapporti tra soggetti di differente orientamento sessuale.
Il correttivo a tali distorsioni non può che ricercarsi in una palingenetica visione societaria entro la quale tutte le forme di ineguaglianza patologica, quella fisiologica è inevitabile, debbono essere contrastate con ogni mezzo come fossero gravi malattie o cataclismi: con un Welfare a misura d'uomo, con le tutele sindacali, con le tassazioni sulla ricchezza prima che sul reddito in un processo che implichi, insieme alla rinuncia ad ogni surrettizio di statalismo utopico, anche quella a fantasmi ideologici con cui potentati spesso parassitari pretenderebbero di rappresentare come logici, naturali e moralmente giusti i propri smisurati privilegi.
Consapevole della propensione più egoistico-predatoria che altruistico-solidale della specie umana, mi sento però di poter affermare che, se di livellamento si debba operare, almeno che sia un livellamento tendente verso l'alto pur sembrando, considerati i tempi che corrono, come voler proferire una bestemmia ma, se si desidera davvero crescere, a tale obiettivo bisogna aspirare.

Certo, sul piano strettamente materiale detto livellamento ha da confrontarsi con strettoie insidiose, quali il rapporto tra una futura crescita e risorse finanziarie in esaurimento, ma su quello intellettuale, quantomeno, non potranno esserci alibi di sorta: alzare ovunque il livello cognitivo attraverso l'istruzione e la ricerca onde ottenere un risultato, questo sì, a "somma positiva" non perché tutti siano dei geni, ma perché nessuno sia schiavo.

Verso tale prospettiva non potrebbe che essere d'accordo anche l'Evangelista e, prima di Lui, il Suo Maestro Carismatico: del resto, se è dettato dalla Divina Sapienza l'Evangelo di Matteo, altrettanto lo è quello di Luca quando trascrive "A chiunque è stato dato molto, molto sarà chiesto; a chi è stato affidato molto, sarà richiesto molto di più".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 ottobre

"Come difendersi da truffe e raggiri". Incontro all'Unitre con il maggiore Rovaldi

Un progetto di formazione per operatori del sociale porta "attimi di resilienza" a Parrano

"Sulle Tracce del Mistero. Una settimana dedicata a ignoto, mistero e paranormale"

Terminati i lavori sulla SR 205 Amerina, sistemate barriere di sicurezza e paramassi

Fissate al 26 ottobre le elezioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi

Carta Tutto Treno Umbria sospesa, Sacripanti (GM): "Il sindaco si attivi"

Karate, la Scuola Keikenkai in partenza per i Mondiali Iku a Kilkenny

Venticinque candeline per Umbria jazz Winter, nel segno di Thelonious Monk

Cambio al vertice di Ance Umbria. Stefano Pallotta succede a Massimo Calzoni

Orvieto per Tutti: "Varco di Via Malabranca, nuovo provvedimento disomogeneo"

Infoteam della Scuola Sottufficiali dell'Esercito per la Giornata Tricolore

#UjW25, ricco programma di star per celebrare un grande anniversario

Umbria Jazz Winter, storia di passioni e successi

Quattro passi tra le meraviglie di Viterbo. Visita guidata nel centro storico

Turismo, Anci e CAI rilanciano quello sostenibile dei 110 mila chilometri di sentieri italiani

Cammini ed escursioni, intesa tra Pro Loco e CAI per la valorizzazione

Modifiche allo statuto dell'Associazione "Lea Pacini", prima la Commissione costituente

Umbria Jazz Winter # 25, un connubio indissolubile con la Città del Duomo

Quattro giorni nel Villaggio del Teatro con Isola di Confine

"Campioni in Cattedra". I più piccoli intervistano il campione di pallavolo Jack Sintini

Accanto al Duomo, Ippolito Scalza "perde" la testa

Mogol si racconta ad Alessandra Carnevali: "Il mio mestiere è vivere la vita"

Ripartono le attività del Lions Club Orvieto. Anno lionistico 2016/17 dedicato ai giovani

All'Unitre torna "Solo solo canzonette?". La quarta puntata del format è dedicata agli anni '80

Incontro sul Soccorso Alpino e Speleologico Umbria "Sasu" promosso dal CAI

I ladri colpiscono ancora. Nel mirino bar e tabaccherie ai piedi della Rupe

Il Comitato per il No di Parrano diventa sempre più grande

Il patto scellerato

Viabilità, lavori per 250mila euro sulle strade regionali 79 e 61

L'associazione Ippocampo presenta i corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti

Editoria, preadottata la nuova legge regionale. Via alla partecipazione

Nuova seduta per il consiglio provinciale. L'ordine del giorno dei lavori

Tutto pronto per "Zafferiamo". Colori, aromi e sapori invadono Città della Pieve

Umbria Jazz Winter #24, dal 20 ottobre via alle prevendite. Tutto il Programma

Nuove attività all'Unitre. Il plauso del sindaco Gianluca Filiberti

Stella al Merito Sociale al giornalista orvietano Stefano Corradino

Informazione locale, Asu: "Bene la preadozione del Ddl regionale"

"Orvieto sotto le stelle", quaranta auto storiche per la terza edizione

Nuovo incontro ISAO: Agostino Paravicini Bagliani e "Il Bestiario del Papa"

Testate giornalistiche digitali locali, Anso protagonista a Dig.it

Sciopero FS, Trenitalia regionale: "Frecce e servizi locali regolari"

Teatro Null, si riparte. Laboratorio di Teatro al Palazzo della Cultura

Legambiente fa le pulci alla differenziata dell'Umbria. "E i Comuni che fanno?"

Il volo nascosto

Il Grand Tour di Dodecapoli arriva a Vigevano. Ambra Laurenzi e Laura Ricci alla Cavallerizza del Castello Ducale per la rassegna letteraria “Italia Italiae”

Continua la raccolta tappi. I risultati dei primi due anni della benefica iniziativa

Bagni, frazione dimenticata. Grido d'allarme dei Comunisti Italiani: "non c'è più nemmeno il cartello di località!"

Lei lo lascia, lui la insegue, lei chiama il 112. In manette trentottenne di Ficulle per stalking

Approvato il progetto preliminare per i lavori di completamento della Biblioteca "Luigi Fumi"

Energia da fonti rinnovabili, la Giunta individua alcune aree giudicate non idonee alla installazione di impianti

Linux Day #6. Approfondimenti su didattica e sicurezza informatica al Centro Studi

Il Gal Trasimeno-Orvietano finanzia 14 progetti "Cultura che nutre" nelle direzioni didattiche del territorio

Più potere alle donne. A Orvieto forum nazionale delle amministratrici del Partito Democratico

1° Forum nazionale delle Amministratrici democratiche - Programma

Turreni in merito alla falsa lettera attribuita al presidente Frizza: "Sfido il PD a denunciare la mia presunta incompatibilità"

Le produzioni di ArTè. Gli appuntamenti di Ottobre nei vari teatri

Confermare la cassa integrazione alle lavoratrici della Grinta. La CGIL torna sulla vicenda del tessile orvietano

I parlamentari umbri del PD chiedono un rapido intervento del Ministro della Giustizia: "fatti non parole per le carceri umbre"

"Sogni di Autori Vari". Parte il progetto finanziato dalla Fondazione CRO dedicato a ragazzi e ragazze con diversa abilità

"Sogni di autori vari" - Il progetto e le modalità di accesso ai corsi

Una diffusa esigenza di cambiamento

Presentato ad Allerona il progetto Parchi Attivi

Bilancio: Il riequilibrio del poco o niente

Ma secondo il PdL siamo a un passo dal risanamento