opinioni

La legalità nel cestino dei rifiuti. Parliamo dei calanchi

giovedì 17 febbraio 2011
di Davide Orsini

Nel giro di pochi giorni abbiamo potuto leggere due interventi sulle testate on-line orvietane.
Il primo, firmato da Mario Tiberi, chiede al Presidente del Consiglio comunale Marco Frizza di avviare l'iter per dare seguito alla richiesta di referendum consultivo cittadino presentata dallo stesso Tiberi. A quanto pare la Presidenza del CC non ha ancora proceduto in tal senso, ledendo il diritto sacrosanto della cittadinanza, o parte di essa, ad avere la voce in capitolo sulle scelte ambientali dell'amministrazione.
Il secondo intervento e` a cura di Marco Marino, il quale, per tagliare corto, si chiede se non sia il caso di deporre l'ascia di guerra contro il terzo calanco e ragionare su possibili soluzioni che salvaguardino il territorio e allo stesso tempo diano respiro alle casse comunali. Secondo me, i due interventi sebbene scritti da persone diverse, con intenti diversi, sono da considerare collegati.

La questione "referendum ambientale" promossa da Mario Tiberi corrisponde alla necessita` di dare voce alla cittadinanza su un tema che la classe politica orvietana non sembra in grado di affrontare. Alla fine, la soluzione promossa da Marino non si differenzia molto dai piani di ampliamento preconizzati a suo tempo dalle varie giunte di centro-sinistra. Il progetto industriale ambientale di Cimicchi aveva proprio lo scopo di fare della gestione dei rifiuti un business attraverso il quale ottenere soldi sicuri ogni anno per mandare avanti il Comune.

Ma l'opinione pubblica orvietana, che, come dice Marino, sembra svegliarsi soltanto in certe occasioni, ha mostrato nel lontano 1996 una certa avversione a quel progetto cimicchiano. La discussione sul termovalorizzatore, per chi se la ricorda, fu il momento piu` critico di quella amministrazione. L'ambiente e` stato sempre nocivo ad Orvieto. Soprattutto per gli assessori al ramo caduti numerosi proprio su quel fronte.

Marino dice che in fondo siamo tutti ambientalisti, perche` non si puo` non esserlo. La vera differenza sarebbe tra gli assolutisti ed i relativisti. Lui dice di essere un relativista, che a suo dire sarebbe sinonimo di "ragionevole". Seguite il discorso. Il terzo calanco sarebbe una soluzione ragionevole perche` oltre a non impattare piu` di tanto su un territorio gia` martoriato da anni di scelte urbanistiche scellerate, la sua apertura garantirebbe nuovi introiti nella casse comunali. Gia`, la monnezza, tanto attaccata, diffamata, disprezzata, torna ad essere la speranza per il futuro di Orvieto.

Morale della favola: abbiamo fatto tutto‘sto casino per eleggere una giunta tutta nuova, moderna, zeppa di manager, per poi ritornare alla monnezza di Cimicchi. Tomasi di Lampedusa si sarebbe rallegrato nel vedere che ad Orvieto tutto e` cambiato perché nulla cambiasse. Devo confessare che il ragionamento di Marco Marino non mi piace perché suona male e pone un problema morale non indifferente. Non possiamo giustificare l'apertura del terzo calanco dicendo che tanto ormai la situazione e` compromessa, per cui opporvisi sarebbe come chiudere la stalla dopo che i buoi sono gia` scappati. Io credo che questo modo di ragionare ci porterebbe alla famosa teoria di Luttazzi (per chi volesse spiegazioni a tale riguardo vada su youtube).

Ho cominciato questo mio scritto dicendo che gli articoli firmati da Tiberi e da Marino sono collegati. Ecco, arriviamo al punto. La proposta Marino, o meglio la riproposizione di una ventennale ricetta sulla politica ambientale, cade in un momento in cui l'amministrazione comunale non sa come tappare le voragini del bilancio. La macchina comunale ha bisogno di introiti straordinari immediati, ma anche di una base economica stabile e sicura per il futuro. Il terzo calanco non apre soltanto un'altra ferita nel territorio orvietano, ma aprirebbe le porte a nuovi introiti, ripescando il vecchio progetto ambientale del centro-sinistra.

Quel progetto e` stato bocciato tempo fa senza bisogno di referendum. Ma in un momento politicamente confuso come questo, il referendum darebbe la possibilita` ai cittadini di esprimersi formalmente su una materia tanto controversa. La domanda allora e`: chi ha paura del referendum sull'ambiente? Perché, in spregio alla legalita` ed alla correttezza istituzionale, l'amministrazione non dà seguito alla richiesta dei cittadini?

Detto cio`, in spirito di amicizia, vorrei dare atto a Marino di aver posto un problema su cui ragionare. Io non sono d'accordo con la sua proposta ed ho cercato di spiegare il perché. Su un'altra cosa non sono d'accordo, anzi due. Gli ambientalisti ad Orvieto sono sempre esistiti, pochi ma buoni. Vorrei ricordare che in tempi di assoluto silenzio e di foga modernizzatrice (della sinistra) ci sono state voci di profondo dissenso, come quella di Gianni Cardinali, le quali non sono mai state prese in considerazione. Per cui la colpa dello scempio ambientale del nostro territorio non si puo` imputare al silenzio degli ambientalisti. In secondo luogo, gli ambientalisti non si dividono in assolutisti e relativisti. A parer mio si dividono in democratici ed anti-democratici. Se l'amministrazioe comunale vuol sentire la voce dei cittadini, dia seguito al referendum, e soprattutto trovi un'alternativa alla monnezza, per essere coerente con quanto affermato prima delle elezioni. Altrimenti anche gli elettori di centro destra cominceranno ad essere disorientati. Penseranno.... Ma come, io votato contro quei monnezzari de' sinistra, e adesso me ritrovo pieno de rifiuti n'altra vorta?

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 giugno

Eliot ha sbagliato mese

Concluso il corso "Istruttore C-Ied Awareness" per gli allievi marescialli del 19esimo corso "Saldezza"

Ferma opposizione della Fondazione Cro alla fusione della banca

"Ludi alla Fortezza", la soddisfazione di Orvieto 1264 per l'edizione zero

Germani: "Amministrazione contraria alla fusione"

Attività antincendi boschivi, approvato il quadro delle esigenze per la convenzione con i vigili del fuoco

Parere tecnico di Praesidium sulla trasformazione della Cro

Luci sulle livree orvietane alla cronoscalata Pieve Santo Stefano

Caso migranti, sospesa l'accoglienza al centro di Tordimonte

Non solo Alfina, l'esito dell'assemblea "No Geotermia" a Ischia di Castro

Ultimi giorni per i giovani che non vogliono essere “fuori tempo”

Emergenza calore, temperature fino a 37°. I consigli utili

Categorie e Sindacati al fianco della Fondazione Cro, il sindaco chiede l'intervento del Governo

Ospedale, il Tar respinge la richiesta di sospensione cautelare

"Nuovi interventi per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà. 22,5 milioni ai Comuni"

"Tuscia Film Fest 2017", arriva anche Michele Placido con "7 Minuti"

"La cultura non si mette a(l) bando". Serata di festa, protesta e proposta al Mancinelli

"Arte e Fede", bilancio positivo per la 12esima edizione del festival che accompagna al Corpus Domini

Necropoli del Vallone di San Lorenzo, ad agosto prendono il via gli scavi archeologici

Vetrya Orvieto Basket, quattro ragazzi convocati in rappresentativa regionale

Centro di accoglienza di Tordimonte, Olimpieri (IeT) vuole vederci chiaro

La Notte Romantica ne "I Borghi più belli d'Italia" fa il bis. Le proposte a misura di coppia

Aree danneggiate dal terremoto, operativo anche in Umbria il Fondo da 15 milioni a sostegno delle imprese

Simposio Europeo Enoturismo, a Orvieto l'assemblea dei sindaci dell'Associazione "Città del Vino"

Monteleone d'Orvieto aderisce a "Voler bene all'Italia", la festa dei piccoli Comuni

Siccità, piovono numeri nell'incontro in Regione. "Nessuna emergenza grazie a investimenti e strategia comune"

Il Coro Polifonico "Canto Libero" intona "Note per Ancarano" di Norcia

Pozzo di San Patrizio: l'Axis Mundi

"Governiamo con il 38%? Grazie!" Il PDL Orvieto risponde al centro-sinistra a suon di cifre e nomi

Muore per un malore. Anziano ritrovato in casa dopo giorni

Scoperto dalle Fiamme Gialle imprenditore orvietano non in regola con i versamenti INPS

Il PDCI Orvieto interviene sulle norme che regolano il mondo venatorio. Proposte e commenti

Fase II - Come si studia la politica

Giovedi 23 giugno al via i primi concerti di "Orvieto Musica", festival internazionale di musica da camera

"Un pirata convertito dallo sguardo di Gesù". Un emozionante Pietro Sarubbi a Arte e Fede #6

Radio Orvieto Web ricorda Francesco Satolli. In onda dalla mezzanotte del 21 giugno 4 puntate no stop di JazzCondicio

Grandi eventi a Orvieto. Per Pirkko Peltonen è davvero "la fine del mondo": "Tierra del Fuego: sì, Umbria Jazz Winter: sì, forse, come? Chi lo sa"

Politiche di genere... "metti in una Regione più donne che uomini". Convegno nella biblioteca storica di Monteripido a Perugia

La città verso la festa del Corpus Domini. Disciplina della viabilità durante le manifestazioni

Giovedi 26 giugno al "Festival d'Arte e Fede" il film "Uomini di Dio" di Xavier Beauvois

Venerdi 24 giugno al Teatro Santa Cristina di Porano, assemblea pubblica indetta dal Comune

Pascoli, D'Annunzio e Manzoni, on line impazza il toto-tema. "Notte prima degli esami" tranquilla grazie alla Polizia Postale

La città è donna. Leggendaria dedica una recensione di Maria Vittoria Vittori a "Dodecapoli"

"Fiumi di parole in libertà": l'ex assessora Calcagni commenta duramente le ultime esternazioni del sindaco Concina

'Dal Solstizio all’Equinozio': quattro notti d'estate sotto il cielo a cura della Speleotecnica e di Pegasus. la prima venerdì 22 giugno al parco delle Grotte

'Partecipazione è sviluppo, anche ad Orvieto?'. Venerdì 22 giugno Rifondazione Comunista organizza un incontro sugli scenari politici e economico-sociali della Città

Un dossier su Forza Nuova

Piccolo commercio. Siamo noi razzisti o sono loro fuorilegge ?

Orvieto Musica 2007 presenta il celebre Cassatt String Quartet

Orvieto città (quasi) medievale

Campionato Italiano Basket Femminile Serie B d’Eccellenza. Resi noti i calendari di gara per la Stagione 2007-2008. Gironi e struttura stravolti in una formula simile ai campionati USA

Cave in Umbria. Secondo l'assessore Bottini non sono fondate le preoccupazioni degli operatori del settore: soddisfatto il fabbisogno degli impianti e delle industrie ubicate sul territorio regionale.

Dal 2 luglio i lavori della rotatoria di Sferracavallo. Studiata per limitare il più possibile i disagi la nuova viabilità

Come sarà regolato il traffico nelle varie fasi dei lavori

Appello alla vigilanza democratica dei DS di Baschi e dell’Orvietano in occasione dell'apertura della sede di Forza Nuova. Ma niente manifestazioni provocatorie: piuttosto parliamo di Gramsci

Sabato 23 giugno a Baschi un incontro su Antonio Gramsci

La giunta approva importanti progetti esecutivi. Via libera al Palazzo delle Istituzioni e al consolidamento di Rocca Ripesena

Teatro amatoriale: il Gruppo Teatrale Castel Giorgio presenta la terza edizione della rassegna 'Trateatri'

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni