opinioni

Un “Papa straniero” per il Pd di Orvieto

domenica 12 dicembre 2010
di Paolo Borrello

Dopo aver partecipato a Roma all'importante manifestazione nazionale del Partito Democratico, ho riflettuto sul fatto che esistono alcune analogie tra il Pd di Mariani e il Pd di Bersani. Certo le differenze sono ovviamente notevoli ma alcune analogie sono degne di attenzione, di cui una parte di minore rilievo ed una, invece, di maggior peso.

Le prime:
- gli organi regolarmente eletti, ad esempio la segreteria, contano poco, la segreteria di Bersani è composta soprattutto da giovani, tra cui diverse donne, che in realtà sono per lo più i rappresentanti dei leader più "autorevoli" a livello nazionale e lo stesso sembrerebbe avvenire per la nuova segreteria del Pd di Orvieto;
- Bersani è condizionato nelle sue scelte, pur essendo stato eletto tramite delle primarie, da altri dirigenti e dalle diverse aree politiche presenti all'interno del Pd e la stessa situazione si verifica per Mariani, anche se per la verità i suoi poteri effettivi sono molto più ridotti e non solo perché non è stato eletto tramite delle primarie;
- l'assenza di veri oppositori al gruppo dirigente maggioritario, che siano in grado di affermarsi perché realmente diversi in termini di qualità delle persone e dei progetti.

Ma l'analogia più importante è un'altra.
A livello nazionale il centro destra è in crisi ma non per il ruolo svolto dal Pd, partito che, peraltro, tenendo conto dei sondaggi, è anch'esso interessato, come il Pdl, da una forte riduzione dei consensi fra i potenziali elettori. Ad Orvieto la giunta di centro destra è in evidente difficoltà. E' sufficiente evidenziare due questioni: i problemi del bilancio comunale invece che ridursi sono addirittura aumentati e per quanto concerne la ristrutturazione dell'ex caserma Piave non è stato fatto assolutamente nulla. Ma le difficoltà del centro destra non sono state causate da un'opposizione particolarmente efficace del Pd, le cui difficoltà sono anche maggiori di quelle che contraddistinguono il centro destra.

E sia a livello nazionale che a livello locale, per quanto riguarda il Pd, tale situazione è determinata, a mio avviso, da un motivo principale: la scarsa credibilità del Pd come soggetto politico alternativo al centro destra, scarsa credibilità sia perché i propri dirigenti non adottano comportamenti realmente innovativi rispetto ai comportamenti adottati dal centro destra, sia perché non esiste un progetto di governo effettivamente diverso da quello del centro destra, tramite il quale si affrontino i principali problemi delle rispettive comunità. Vi è una diversità però da tenere presente, a questo proposito: il Pd di Bersani è sottoposto ad una concorrenza piuttosto "pericolosa" da parte di Sinistra ecologia e libertà di Vendola e da parte dell'Italia dei Valori di Di Pietro, ad Orvieto invece le altre componenti del centro sinistra sono caratterizzate anch'esse da difficoltà di non poco conto.

Quale può essere, forse, una delle possibili vie di uscita per il Pd di Orvieto? Potrebbe essere utile dare vita a un piccolo "governo ombra" invece di realizzare una conferenza programmatica che si rivelerà, inevitabilmente, un'iniziativa del tutto rituale e praticamente inutile, governo ombra, composto non solo da iscritti ma anche da elettori del Pd, guidato da un possibile candidato del Pd a Sindaco di Orvieto in occasione delle prossime elezioni comunali, sia che esse si svolgano alla scadenza naturale sia che si svolgano anticipatamente.

E la persona che potrebbe guidare questo governo ombra non può che essere un "Papa straniero" considerando che, al momento, non esistono persone autorevoli e capaci, che risiedano stabilmente ad Orvieto, in grado di risollevare le sorti del Pd e del centro sinistra. Io provo a fare un nome e un cognome, precisando che non lo conosco personalmente e che non so se accetterebbe: Carlo Rognoni, già parlamentare del Pd, attualmente responsabile per questo partito per i problemi della Rai, già consigliere di amministrazione della stessa Rai, giornalista, direttore di "Panorama" quando "Panorama" era l'antagonista de "L'Espresso" tra i settimanali che facevano riferimento alla sinistra italiana. Rognoni ha rapporti con Orvieto soprattutto perché ha una seconda abitazione in una frazione del nostro comune.

Rognoni potrebbe essere affiancato nel governo ombra, che dovrebbe operare in sintonia con il gruppo consiliare, da un massimo di quattro persone impegnate a formulare proposte concrete e credibili, in collaborazione con gruppi di lavoro e consulenti da loro liberamente prescelti, nei seguenti settori: bilancio comunale e riorganizzazione degli uffici del Comune; economia; urbanistica, lavori pubblici e ambiente; cultura, istruzione e servizi sociali. I quattro componenti del governo ombra dovrebbero essere scelti solo in base alle loro competenze specifiche, (sarebbe meglio se fossero soprattutto giovani e donne ma prima di tutto dovrebbero essere importanti le loro capacità).

Se Rognoni non fosse disponibile, comunque, come già ho rilevato, si dovrebbe individuare un "Papa straniero" che abbia però anche una notevole esperienza politica e che non sia solo un "uomo di cultura".

Termino qui, cogliendo l'occasione per augurare a tutti gli orvietani "di buona volontà", ed anche ai direttori dei giornali on line che mi hanno "ospitato" nel corso dell'anno che si va concludendo, un 2011 possibilmente migliore rispetto al 2010, nella consapevolezza che, per fare in modo che ciò si verifichi, non dovremmo attendere "la manna dal cielo" ma dovremmo impegnarci tutti, certamente nei limiti che ci sono concessi dalle nostre potenzialità e nei limiti rappresentati dal contesto in cui ci troviamo ad operare.

Pubblicato da FLAVIO ZAMBELLI il 12 dicembre 2010 alle ore 21:22
Credo si possa condividere l'analisi fatta dal dott. Borrello che centra parallelismi e analogie importanti tra la segreteria nazionale di Bersani e quella locale di Mariani; con una piu' accentuata debolezza della segreteria di Mariani. Tuttavia ho solo un dubbio sul governo ombra presieduto da colui che sara' il prossimo candidato-sindaco.Non entro nel merito del nome suggerito da Borrello; mi limito a dire che senza avere certezza su quando sara' la data delle prossime comunali, se anticipate( e sempre che siano anticipate) , far uscire troppo presto il nome del candidato esporrebbe la persona a rischi di "bruciatura" anticipata.Il governo-ombra , ammesso che si faccia, in questa fase dovra' essere composto dai consiglieri comunali, che sarebbero cosi' stimolati a dare il meglio , con un opposizione fatta di proposte alternative su ogni questione cruciale della Citta'. Il nome del Candidato-Sindaco eventuale, dovra' emergere piu' in la' quando si sapra' qualcosa di piu' concreto sul presente e sul futuro della Citta', cioe': commissario si o no; elezioni comunali anticipate si o no.


Pubblicato da massimo morcella il 13 dicembre 2010 alle ore 08:23
Prima di parlare di debolezza della segreteria io aspetterei la prova dei fatti. O vogliamo continuare a bruciare tutto e subito?
Pubblicato da cittadino il 13 dicembre 2010 alle ore 08:55
Spero che qualcuno trovi qualcosa di alternativo da fare per il Sig. Borrello. Questa sua fissazione per il partito democratico sembra molto interessata. Sar come la volpe con l'uva?
Pubblicato da Paolo Borrello il 14 dicembre 2010 alle ore 10:45
Alcune brevi risposte.

Per Flavio Zambelli: il rischio di "bruciatura" ci pu essere ma tale rischio che, peraltro, non viene preso in considerazione nei paesi anglosassoni dove con largo anticipo si conosce per quanto concerne soprattutto le elezioni politiche il leader dei partiti d'opposizione candidato alla premiership, nel caso del Pd orvietano , a mio avviso, inferiore al rischio, che certo, di non disporre di un leader che possa effettivamente risollevare le sorti del Pd locale e per quanto concerne il governo-ombra esso dovrebbe essere composto da persone con competenze specifiche nei diversi settori piuttosto elevate superiori a quelle di cui dispongono i consiglieri comunali i quali peraltro svolgono un ruolo politico piuttosto che tecnico.

Per Massimo Morcella: la debolezza della segreteria oggettiva; sufficiente esaminare l'"identikit" dei suoi componenti.

Per cittadino: quella che lei chiama "fissazione" per il partito democratico in realt un'altra cosa: la consapevolezza che per il buon funzionamento del sistema politico orvietano necessario un Pd forte, un centro sinistra forte, mentre attualmente il Pd come le altre componenti del centro sinistra sono invece molto deboli. Concludo riilevando che ho molte altre cose da fare oltre il redigere qualche "opinione" che viene pubblicata dai giornali on line orvietani. Vada a visitare i miei blog e anche il giornale on line www.gliitaliani.it della cui redazione faccio parte.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Meteo

lunedì 22 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 10.8ºC 60% buona direzione vento
21:00 5.5ºC 97% buona direzione vento
martedì 23 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.1ºC 90% buona direzione vento
15:00 10.2ºC 68% buona direzione vento
21:00 4.0ºC 89% buona direzione vento
mercoledì 24 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.6ºC 69% buona direzione vento
15:00 10.7ºC 57% buona direzione vento
21:00 2.9ºC 88% buona direzione vento
giovedì 25 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.8ºC 94% buona direzione vento
15:00 9.2ºC 84% buona direzione vento
21:00 7.3ºC 97% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni