opinioni

E’ tempo di Bilancio Partecipato

domenica 24 ottobre 2010
di Rodolfo Ricci

Ho letto or ora l'articolo di Massimo Gnagnarini. Ottimo intervento, che in termini contabili mi pare ineccepibile.
Perché non dovrebbe essere percorsa questa via? Vi sono elementi particolari che ostano alla sua attuazione?
Aggiungerei, nella stessa direzione proposta da Gnagnarini, l'impegno a ripubblicizzare l'acqua come ulteriore elemento di valorizzazione economica e di potenziale opportunità di occupazione per eventuali esuberi comunali, così come penso sia possibile impugnare ogni altra convenzione in vigore in termini di privatizzazione di servizi pubblici o concessioni varie che, invece di creare risparmi, abbiano creato aggravi di spesa per la cittadinanza o mancati adeguati introiti per le casse comunali.

Di solito gli squilibri strutturali si creano anche per la fretta di "incassare pochi, maledetti e subito", senza riflettere sul fatto che un incasso definitivo ora, vuol dire tanti mancati incassi in futuro, e ciò vale sia in termini di liquidità che di patrimonio.
Se ben ricordo ve ne sono diverse di concessioni, quantomeno discutibili, e in verità discusse nel passato prossimo, su cui andrebbe fatta una verifica puntuale della loro legittimità (temini temporali, ruolo di controllo del Comune, ecc.) e della possibilità di essere modificate o, quando non vi è particolare contenuto tecnologico o di superiori competenze, addirittura ritirate.

La logica assurda di tagliare, privatizzando o svendendo, è la logica dell'ultimo quarto di secolo che ha creato niente altro che riduzione dell'ambito di intervento del pubblico (cosa che ovviamente significa anche meno risorse complessive da gestire) risolvendo alcuni problemi nell'imminenza delle scelte, ma posticipandone gli effetti - quelli sì STRUTTURALI - nel futuro.

E' importante capire che da queste scelte ne hanno avuto grande vantaggio alcuni investitori privati che solitamente non hanno migliorato i servizi, ma solo massimizzato le loro opportunità di profitto, e il sistema bancario, che ha decuplicato, in due decenni, gli interessi riscossi dal pubblico investendoli spesso nel circuito micidiale della finanza speculativa. Con gli effetti che conosciamo.
L'aggressione della finanza ai beni pubblici è un pezzo di storia che ricorderemo a lungo.

Mi pare che questo ragionamento possa essere applicato a diverse situazioni, a partire, se non erro, dalla concessione della discarica.
Analogamente si può ragionare su altre situazioni, fonti pubbliche, ecc., (anche se lì si tratta di concessioni regionali) laddove tuttavia, le imprese che ne gestiscono le risorse, forniscono solo un magrissimo ammontare di occupazione al territorio.
Chi ne sa più di me, può sicuramente aggiungere altre situazioni che vale la pena affrontare al più presto.
Non si tratta di riaffermare un Comune tuttofare, ma una Municipalità intelligente che determini quali sono le opzioni strategiche, come vanno trattate con gli attuali interlocutori, e quali quelle che possono essere lasciate alla gestione privata.

Altra cosa sono i servizi sociali e culturali affidati in convenzione, che notoriamente si fondano su occupazione quasi sempre precaria e il cui peso è del tutto insignificante (scuola di musica, ecc.), rispetto ai fiumi di interessi passivi che corrono dalle casse del comune ai vari istituti di credito. L'impegno, in questo caso, per un Comune serio, dovrebbe anzi essere quello di legare le convenzioni alla strutturazione di posti di lavoro stabili e in regola.

E' in questo senso che torno a dire che c'è bisogno di un riequilibrio che pesi su chi, negli anni passati ha guadagnato abbondantemente da queste politiche. E che non si debbono scaricare gli errori fatti sui cittadini.
Aggiungo anche che vi è una ampia casistica di opportunità offerta dai Fondi comunitari che può consentire una riqualificazione delle risorse umane finalizzata ad una nuova e adeguata gestione del pubblico.

Insomma, il bilancio approvato a maggioranza trasversale mercoledì scorso, ha, io penso, delle valide alternative.
Si tratta di renderle note, e si tratta di optare. C'è bisogno di un'assunzione di responsabilità per organizzare la pubblicizzazione di questo dibattito e per far sì che la cittadinanza si pronunci liberamente sulle varie ipotesi.
Al di là delle scelte di questa Giunta, una discussione aperta e comprensibile a tutti è il miglior viatico per gli anni che verranno. Il Sindaco potrebbe ad esempio capire, se la maggioranza che lo sostiene è anche maggioranza tra la gente. Ed è anche una occasione di crescita culturale per tutti coloro che hanno amministrato (per capire se e dove hanno sbagliato), che stanno amministrando e che amministreranno la cosa pubblica ad Orvieto (per sbagliare di meno).

E' questo il tempo del Bilancio Sociale Partecipato.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 aprile

Allarme sicurezza, sale in ospedale per una visita e le rubano l'auto

#OrvietoSocialTour. Occhi da top Instagramers per raccontare la grande bellezza

Luci basse per l'Earth Day. Al Colle del Duomo, di notte l'arte si racconta

Il nuovo tour dei Brahmanelporto parte dalla Germania

Modifiche temporanee alla circolazione stradale, il mercato trasloca in Piazza Cahen

Consenso al Pd su sostegno alle frazioni e gestione diretta dei servizi turistici e culturali

Orvieto dice addio ad Enrico Medioli

Festa della Liberazione, le iniziative a Todi per il 25 Aprile

Il Comune di Parrano per la libertà di Gabriele Del Grande

Al via "Il Maggio dei Libri". In Umbria una settantina di iniziative e la presentazione di kit-lettura per bambini

Usl Umbria 2: "Altre cinque strutture hanno superato le verifiche per l'accreditamento"

A scuola di sicurezza, con la Polstrada. Via a un nuovo ciclo di incontri di educazione stradale

In Duomo l'ultimo saluto. Germani: "La città lo ricorderà"

Geotermia. Nogesi: "Assalto alla diligenza con la complicità del postiglione"

Inaugurato il Centro di ricerca e documentazione sulla disabilità

"Aspettando i Pugnaloni 2017", presentazione dei bozzetti al Teatro Boni

Da Bardano al resto dell'Umbria, l'abbassamento delle temperature compromette la produzione agricola

Consap chiede l'istituzione di un presidio di polizia in ospedale

Orvieto4Ever 2017. È "Victory", il tema del concerto-evento con Andrea Bocelli

Pd, macchina organizzativa al lavoro in vista delle primarie

TeMa, lettera aperta di Calcagni al sindaco Germani

Madonna del Fossatello in festa per la 277esima ricorrenza

Buon lavoro al Laboratorio per la Biennale dello Spazio Pubblico

Dramma sulle strade orvietane, muore quarantenne in moto

Escursione guidata alla scoperta delle antiche miniere e fornaci di Vetriolo

Voleva gettarsi dall'Albornoz. Ragazzo orvietano salvato da agente di Polizia

Lotta all'abusivismo. I tassisti orvietani non ci stanno e alzano la voce

Furto nella notte in un'abitazione a Pianlungo. Oro e contanti nel bottino dei malviventi

Servizi migliori a costi più bassi. Avviato dal SII il monitoraggio dei contatori abusivi

Fabro. Dal 23 aprile al 22 maggio "Il Mito di Garibaldi". Mostra storica al Castello di Carnaiola

Svolgimento della "Via Crucis" nel Centro Storico e ad Orvieto Scalo. Indicazioni per la circolazione

La Giunta regionale approva il regolamento per contributi all'attività e all'impiantistica sportiva

Calandrino, Buffalmacco e la giostra del Presidente

Allerona. Mostra fotografica di Ellen Emerson dedicata alla magia dell'albero: 23 aprile - 8 maggio

L'Assessore al Turismo e Commercio Marco Sciarra interviene sulla questione "tassisti abusivi"

Confagricoltura Umbria in prima linea per la sicurezza in agricoltura. A breve l'avvio di nuovi corsi di formazione

Ultime partenze. Si conclude la gestione dei migranti tunisini al centro Caritas di Orvieto

Operazione "Pasqua sicura". Carabinieri in azione, due arresti per tentato furto

Continua la Conferenza programmatica del PD Orvieto. Prossime tappe centrate sull'ascolto dei cittadini

E' ancora possibile studiare e lavorare in democrazia?

Premiate le migliori pizze di Pasqua dell'Orvietano al Palazzo del Gusto

Il PdCI Orvieto su una battuta "infelice" di Fabio Fazio: "Il PdCI e Rifondazione comunista esistono ma Fazio non lo sa perché guarda troppa tv"

"Il Mosaico Risorto. Inediti di Cesare Nebbia tra restauro e valorizzazione". Spazio espositivo a Palazzo Coelli fino al 23 maggio

"Le vie della tessitura" a Palazzo dei Sette. Mostra di artigianato ed arte tessile

Settimana della Cultura. Il Duomo di Orvieto oggetto di una visita organizzata dal Comune di Castel Viscardo

Cordoglio per la scomparsa del collega Marcello Martinelli

Protezione Civile. Sabato 24 aprile ad Orvieto assemblea regionale del Volontariato

Local on line, la forza dell'informazione dal territorio. Al Festival del Giornalismo in corso a Perugia il punto su ruolo, problemi e prospettive delle news locali

Elogio dell'erba verde

Diserbo a raffica? No grazie!

"Non numeri ma persone". Mostra fotografica alla Chiesa di San Rocco

Verso OrvietoComics #2. Una locandina che farà storia

"Abruzzo un anno dopo" mostra fotografica della Protezione Civile di Orvieto

Avviato l'iter partecipativo per definire il Quadro Strategico di Valorizzazione del centro storico

"Il Ruggito dell'Eccellenza Italiana". Alla Tenuta Vitalonga festa in campagna in compagnia delle rosse di Maranello

Porano apre il progetto "Strade Sicure" nei piccoli Comuni della provincia di Terni. Intervista al presidente ACI Bartolini e al vice sindaco Conticelli

Venerdì a San Venanzo "La foresta incantata", spettacolo teatrale di Solidarietà

L'assessore Sciarra: "La legge 12 non prevede l'esclusiva alla partecipazione delle associazioni di categoria". Intanto il coordinamento dei commercianti convoca un'importante assemblea per il prossimo lunedì