opinioni

3.500.000 = (( 3500*3*1*365) - 378.000). Ecco l'espressione che risolve lo squilibrio strutturale del bilancio

sabato 23 ottobre 2010
di Massimo Gnagnarini

3.500.000 = ((3500*3*1*365) - 378.000). Sui "numeri" di Romiti, ovvero la manovra finanziaria approvata dal Consiglio comunale, ho già espresso le ragioni del mio dissenso. Sulle vendite degli immobili per ripianare il deficit già accertato non c'è scelta. Si devono (solo) scalettare tempi e modalità che comunque richiedono perizia di mercato e adeguate azioni di valorizzazione dei beni. Il contrario cioè di quanto sinora fatto a pregiudizio delle gare andate deserte.

Sul riequilibrio strutturale del bilancio, cioè sulla parificazione stabile e duratura tra entrate e uscite, ribadisco tutte le perplessità nei confronti delle misure previste dall'assessore Romiti.

Nel suggerire qui una soluzione alternativa, che peraltro avevo già presentato al tavolo tecnico durante le consultazioni per il riequilibrio di bilancio, essa potrà apparire perfino troppo semplice se rapportata all'enormità di quanto è potuto accadere in questi mesi. Dai timori del commissariamento ai ribaltoni politici, dalle lacrime e sangue per i minacciati tagli dei servizi alla falsa morale del bene della città, ogni soluzione appariva lontana e di natura eccezionale anche in ragione delle "severissime" e "violentissime" reprimende della Corte dei Conti calate e raccontate come una spada di Damocle alla vigilia del voto.

Trucchetti della comunicazione che fanno breccia solo nelle zucche vuote di chi non ha idee e carattere né per il ruolo di governo né per quello di opposizione.

E' arrivato il momento di spiegare il titolo di questo corsivo costituito da una semplice espressione matematica. Essa rappresenta il calcolo delle entrate che il Comune di Orvieto otterrebbe gestendo in proprio i parcheggi.

Si tratta di una soluzione semplice, efficace e facile da applicare.

Il risultato economico atteso espresso in euro corrisponde esattamente al fabbisogno, cioè alla cifra che serve per il riequilibrio strutturale del bilancio, ormai a tutti nota: 3,5 Ml di euro.

(3500) sono i posti macchina, compresi i 200 di nuova realizzazione, che compongono l'intero asset delle soste a pagamento sia al coperto che in superficie.

(3) sono le ore presunte di occupazione media di un posto macchina che, espresso in percentuale, corrisponde a un 20% in linea sia con le stime degli uffici e più prudenziale delle percentuali riscontrate in altre città simili a Orvieto.

(1) euro il prezzo orario della sosta.

(365) i giorni in un anno.

(378.000) sono le spese di gestione calcolate dagli uffici, comprese quelle per ascensore e scale mobili, al netto delle spese per il personale. Non sembra impossibile, infatti, che una decina di persone possano essere produttivamente destinati al servizio attingendo tra le risorse di un organico comunale che scoppia.

Tutto qui? Si, tutto qui. Niente lacrime e sangue, niente ribaltoni, niente colpi d'ascia, niente appelli untuosi al senso civico degli orvietani, nessun brodo di coltura per gli ascari del niente. Solo governo e soluzioni. Una soluzione normale per una città che vuole e deve tornare ad essere normale.

Del resto sulla opportunità di tornare alla gestione diretta dei parcheggi, come di recente hanno fatto altre città anche nella nostra regione, ultima tra queste Bastia Umbra, si era già discusso e inizialmente vi era il favore di tutti i partiti PDL, OL, UDC e Centrosinistra. E' successo che, a un certo punto, fu avanzata l'ipotesi di cederli in concessione dietro corrispettivo anticipato di un macrocanone iniziale per mettere una toppa al buco di bilancio che già si delineava per il 2010.

Era il classico modo di segare il ramo dove stavamo seduti. Prevalsero queste tesi che portarono alla pubblicazione del bando di gara per la concessione che io criticai aspramente e del quale chiesi l'annullamento. La gara andata deserta viene, in questi giorni, ad essere riproposta attraverso procedure a trattativa privata.

Colgo l'occasione per rispondere a qualche lettore che in maniera pertinente ha fatto notare che le posizioni da me espresse non sempre appaiono compatibili con il ruolo assunto dal mio amico e compagno di partito Giorgio Pizzo che, all'interno della coalizione che sostiene il Sindaco, sta svolgendo un magnifico lavoro di raccordo operativo tra esecutivo e uffici. Lavoro peraltro ampiamente riconosciuto e apprezzato dal Sindaco Concina. L'UDC, a Orvieto non è un partito ancora strutturato con propri organi locali. Nonostante ciò per noi valgono almeno due regole fondamentali:

1) Quando si fa parte di una coalizione ci si rimane fino alla fine del suo mandato.

2) I vincoli di coalizione non devono pregiudicare la libertà di critica e di libero confronto senza alcuna prevaricazione di ruoli. Altre concezioni aziendalistiche e monocratiche della vita pubblica non ci appartengono e le lasciamo volentieri all'identità di altri partiti.

Tuttavia, fin tanto che non si costituiranno localmente gli organismi di partito , i cui congressi sono previsti per la primavera prossima, ritengo che le mie esternazioni possano essere interpretate solo come frutto della mia modesta zucca. Resta incidentale pertanto citarmi come esponente dell'UDC già fondatore del partito e membro della sua prima assemblea costituente nazionale e attivo nel suo direttivo provinciale.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 aprile

"Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza"

Anche la Compagnia delle Lavandaie della Tuscia alla Sagra dell'Aparago Verde

Alla Festa della Birra Artigianale di Piazza del Popolo, anche "I Fritti della Castellana"

"Una birra per piacere, senza sballo si può". Se ne parla con Cittaslow e A.Ge.

"Occhi sulla Luna. Un omaggio al nostro satellite naturale"

Soffiava il vento

Nei weekend estivi, i giovani del Servizio Civile aprono la Torre e il Palazzo Comunale

"Diversità e integrazione" a Rocca Ripesena, in festa per "Il Paese delle Rose"

Il Palio dei Comandi ai runners della Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Guasti alla linea telefonica, è possibile contattare il Comune da Facebook

La Zambelli Orvieto volta pagina, la semifinale comincia a San Giovanni in Marignano

Per "Parrano Feudo 900" iniziativa con le scuole dell'Alto Orvietano a "La Badia" di Ficulle

Festa della Liberazione, pomeriggio di iniziative alla Fortezza Albornoz

La Corte dei Conti accerta il ripiano finanziario e la conclusione del Piano di riequilibrio pluriennale

"Claudia Giontella, una archeologa e la sua dialettica del territorio"

Match point al PalaPorano per la Vetrya Orvieto Basket

Cinema Teatro Turreno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia dona l'immobile a Comune e Regione

Per "San Pellegrino in Fiore", sei visite guidate tra chiese, fontane e palazzi

Chiusura temporanea del casello autostradale di Orvieto per lavori di pavimentazione

Inaugurato il Polo tecnologico per l'Umbria dell'Università Internazionale Uninettuno

Caso discarica, ancora 10 giorni. Italia Nostra contesta la Soprintendenza

Il direttivo Fisar si rinnova: 5 su 7 sono nuovi consiglieri, Amilcare Frellicca nuovo delegato

Disabilità, le famiglie in presidio sotto il palazzo della Regione

Venticinque secco al Lotto

Orvieto FC, prima vittoria per le ragazze del calcio a 11. Big match contro il Ciconia

Punture di vespe, "l'Ospedale è in grado di affrontare con efficacia queste situazioni"

'Sette giorni di... vini nella provincia di Terni'. Dal 24 al 30 aprile degustazioni con prelibatezze a Orvieto, Ficulle, Amelia e Terni

Il programma della manifestazione

'Umbria, verde rinascita dell'italico vino': convegno giovedì 26 aprile

Il Team Eurobici Orvieto si fa onore alla ‘10° gran fondo dei Colli Albani’

Soddisfazione dello SDI per Ségolène Royal candidata alle presidenziali francesi. Lo segnala il consigliere provinciale Marinelli

Supera le 179 mila adesioni la raccolta firme per la Legge di iniziativa popolare per la tutela e la gestione pubblica dell’acqua. Obiettivo: 500 mila firme per dare più forza alla proposta di legge

Convegno del Centro studi Gianni Rodari venerdì 27 aprile: 'La mente scientifica - Come fare Scienze a scuola'

Ripartito il fondo regionale 2007 alle Comunità montane. Oltre 535 mila euro alla Monte Peglia e Selva di Meana

All'insegna del rinnovamento nominata la nuova segreteria dell'Unione Comunale DS Orvieto. I FORUM CIVICI altro elemento di novità

Villa San Giorgio in cantiere. Pronti tra 450 giorni la nuovissima Residenza Protetta e il Centro Riabilitativo

Voci su un'ipotetica cava di basalto in località Biagio: un'interpellanza del consigliere Imbastoni per saperne di più

Contraddittorio educare gli studenti al riciclaggio e al mangiar sano e farli mangiare con stoviglie di plastica. Perché non si installa una lavastoviglie all'Ippolito Scalza?

Bella affermazione per l'orvietano Gian Marco Fusari, vincitore del Premio Nazionale Musica d'Autore