opinioni

I numeri di Romiti. Non convincono

giovedì 21 ottobre 2010
di Massimo Gnagnarini
I numeri di Romiti. Non convincono

Se la richiesta formulata dalla Corte dei Conti per dare l'ok al bilancio è quella di riscontrare una inversione di tendenza della spesa, allora certamente essa potrà trovare elementi utili e significativi tra le carte approvate ieri dal Consiglio comunale. Se, invece, la richiesta fosse specificatamente quella di valutare un progetto di risanamento finanziario del comune esaustivo e verosimile allora i numeri di Romiti potrebbero rivelarsi non adeguati.


Prima però di proporre ai lettori una puntuale e modesta analisi a beneficio di chi ne fosse veramente interessato, ho trovato francamente incomprensibile che su questi numeri, nel corso della seduta del Consiglio, per lo più nessuno sia intervenuto o abbia detto una parola. Come al solito, vuoi per comprensibile impreparazione in materia di alcuni o vuoi per il prevalere, in tutti, delle più agevoli cosiddette tematiche politiche, nel marasma che s'è creato, il dato oggettivo prevalente e interessante è rimasto solo e unicamente quello delle votazioni (11 a 6).

Perché dunque i provvedimenti approvati non mi convincono ?

a) Oltre gli 8,5 Ml del 2009 viene riportato solo 1 ML di deficit per il 2010 che porta a 9,5 ML il buco da ripianare con le alienazioni. Orbene non vengono considerate qui due poste di bilancio che a tutt'oggi non hanno ancora trovato accertamento. Si tratta di una minor entrata dei 2,8 ML relativa al fallito bando di gara per la concessione della gestione dei parcheggi e di una dilazione di spesa di 1 ML degli oneri per il servizio di RSU. Non v'è alcuna certezza che entro i prossimi 60giorni si possano concludere positivamente e senza ostacoli eventuali trattative private con soggetti imprenditoriali interessati alla concessione, il che farebbe lievitare il deficit da ricoprire con le vendite non a 9,5 Ml come indicato, ma bensì a 13,3 Ml di euro. In ogni caso quand'anche si realizzasse l'affidamento della gestione dei parcheggi alle condizioni note e quindi l'incasso, solo per quest'anno, del macrocanone "una tantum" ci si è dimenticati di segnalare e di trovare copertura ai minori introiti per il Comune che si produrranno, per effetto della concessione, negli anni successivi rispetto a quelli che attualmente vengono incassati. Si tratta, nel corso degli anni, di milioni di euro.
Del resto appare singolare che si dichiari che il disavanzo per il 2010 si limita a 1 Ml di euro , quando, nel contempo, si varano provvedimenti strutturali per almeno 3,5 Ml come richiesto dalla Corte dei Conti. Si sarebbe dovuto, almeno, aggiungere l'aggettivo di "apparente" a quel Milione. Lo dico a beneficio di Romiti a cui forse sfugge quanto a Orvieto, costretti ormai dalle passate esperienze , abbiamo dovuto affinare la nostra sensibilità nel cogliere la differenza, non solo semantica, tra deficit apparenti e deficit reali.

b) Il primo lotto di vendite previsto, al netto della ex caserma Piave la cui vendita è prevista entro la metà del 2011 , appare insufficiente per due principali ragioni. La prima per la previsione effettuata in termini di stima dei beni e non, più prudentemente e relisticamente , in funzione dei probabili valori di realizzo . La seconda concerne il cespite principale indicato e relativo alla già tentata gara per la vendita dei 310 posti macchina a privati cittadini e il cui esito negativo, con non più di 5 o 6 unità richieste, aveva già mostrato, al di là d'ogni ragionevole dubbio, il totale disinteresse del mercato.

c) Veniamo ora ai provvedimenti attesi per il riequilibrio strutturale del bilancio .
Si prevedono 1.142.000 euro di maggiori entrate e 2.808.600 di minori spese che dovrebbero combinarsi insieme per produrre un riequilibrio di circa 4 ML. Proprio quello che serve ed è ciò che chiede la Corte dei Conti.
Ma ogni previsione va verificata nella praticabilità reale e comunque fugata ogni plausibile variabile ostativa e considerata la neutralità di ogni aspetto correlato.
- Ricerca di nuovi spazi da adibire a parcheggi a pagamento nelle aree commerciali site al di fuori del centro storico (100 posti auto con una occupazione media di 2 ore al giorno al prezzo di € 1,00 all'ora) 73.000,00
- Concessioni annuali di nuovi posti auto all'aperto nel centro storico (220 X € 700,00) 154.000,00
- Revisione del sistema delle esenzioni e delle agevolazioni agli utenti dei servizi a domanda individuale (stima dell'ufficio) 65.000,00
- Riorganizzazione dell'ufficio tributi e recupero dell'evasione e dell'elusione fiscale in materia di ICI, particolarmente sulle aree edificabili, in quanto l'oscillazione della giurisprudenza (ora consolidatasi) ha comportato un lungo disorientamento dei contribuenti e una probabile estesa evasione (stima dell'ufficio comprendente evasione, sanzioni e interessi) 850.000,00
1.142.000
Ho riportato le tabelle originali del documento approvato in Consiglio, con a margine alcune mie note e osservazioni che se prese in considerazione potrebbero contribuire magari a perfezionare la manovra anticipando qualche perplessità analoga che potrebbe insorgere anche all'Organo di controllo.


In conclusione, come si diceva all'inizio, la manovra include provvedimenti di risparmio che sono plausibili e che certamente offrono all'apprezzamento della Corte elementi di inversione di tendenza come richiesto, altri provvedimenti, invece, appaiono francamente tortuosi se non del tutto improbabili e si tratta proprio di quelli di maggior peso contenuti nella manovra. Inoltre appaiono trascurate , anzi assenti, le doverose analisi circa le ricadute negative sulla stabilizzazione del bilancio in conseguenza della imponente mole di beni e attività da vendere e da esternalizzare. Nel caso di alcuni cespiti verranno meno i proventi oggi assicurati dalla loro messa a reddito e in altri casi verrà meno la possibilità di incrementare ulteriormente le entrate attraverso l'ottimizzazione dei servizi di sosta e mobilità.
In definitiva tutto è anche condizionato dal fattore tempo. Qualora il bilancio approvato ricevesse l'ok dalla Corte allora sarà solo una corsa contro il tempo. Se si frapponesse anche un solo ostacolo al piano delle vendite non si tratterebbe più di salvare la città dal commissario prefettizio ma essa cadrebbe, senza ulteriore appello, nello stato di dissesto finanziario e ci rimarrebbe per anni sotto le cure del Ministro Maroni e del suo super commissario.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 gennaio

In cammino nei luoghi e nella storia del Monte Peglia, candidato a Riserva Mab Unesco

Orvietano e Alfina nel primo Elenco degli Alberi Monumentali d'Italia

Ai piedi della Rupe il calore del Presepe ha fatto germogliare i semi dei grani antichi

Nuovi furti ai piedi della Rupe. Vertice del Comitato per l'ordine e la sicurezza

Animali benedetti a Ciconia e Bardano Alto nel nome di Sant'Antonio Abate

Social, sono le mamme il punto di riferimento delle pagine delle scuole viterbesi

Zambelli Orvieto nella tana del fanalino di coda Caserta

Trasporto scolastico, oltre 1,1 milioni di euro all'Umbria per i disabili delle superiori

"Un mondo di fiabe", letture ad alta voce alla Scuola Primaria

Rassicurazioni e risorse umane in arrivo per la Biglietteria della Stazione

Open Day alla Sezione Primavera e Scuola dell'Infanzia "Maria Bambina"

Ex Ospedale, in pubblicazione l'avviso di asta pubblica

Per il nuovo anno scolastico, a Ciconia nuova sede, nuovo orario

Nuovo Open Day all'Istituto Agrario. Il futuro è agricoltura e ambiente

Trasferta sarda per Monteleone, Livia Di Schino intervista Sergio Brio

Viperette di nuovo in campo con le Seven Pellegrins

Ritardi dei pagamenti Agea, le associazioni agricole e le centrali cooperative scrivono alla Regione

Gestione privata per l'illuminazione pubblica

Computer

Aiuto psiconcologico e cure palliative, firmata la convenzione tra OCC e Ausl Umbria 2

Fare Verde: "Bene il provvedimento antiplastica, siano i cittadini i veri protagonisti"

"Ogni maledetto giovedì" tornano i film di "Sequenze Frequenze"

Arriva il lunch box, nelle mense scolastiche si producono meno rifiuti

Morrano piange il parroco emerito don Ercole Plini

Differenziata, sacchetti dell'organico in distribuzione anche nelle frazioni

Tra animali benedetti e sacri fuochi, gli eventi nel nome di Sant'Antonio Abate

Una Vetrya Orvieto basket decimata torna a mani vuote da Assisi

"Degrado, abbandono e irregolarità". All'Ipsia e all'Artistico esplode la polemica

Terza edizione del Concorso di Poesia e Narrativa "Saverio Marinelli"

Scatta il senso unico alternato sulla strada provinciale 33

Provincia, guasto a sistemi informatici: entro la settimana ripristino strumentazioni

Fiocchi di neve sull'Orvietano. Pericolo ghiaccio: circoli stradali in pre allerta

L'appello dell’Avis fa centro: 153 donazioni in 4 giorni, ma è ancora emergenza

"Bravi emigrati, cattivi immigrati. Storie di Migrazioni da Ellis Island a Lampedusa"

Castel Viscardo e Allerona verso la valorizzazione delle produzioni agricole locali

"Il ruolo degli amministratori nel percorso riformista dell'Umbria, della Provincia e del Paese"

"Flussi migratori e gestione dell'emergenza migranti". De Angelis alla Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Pensieri pensabili tra le nuvole

Aree Interne Sud Ovest Orvietano nel programma degli attrattori culturali della Regione

Comitato Pro Casa di Riposo San Giuseppe, rinnovate le cariche

Parcheggi e ascensori, si cambia. In pubblicazione il bando che riorganizza la sosta

Un anno di attività del Consiglio Comunale e primi impegni istituzionali del 2017

Portano paziente a cena prima dell’operazione, muore dopo 13 giorni. Coinvolto medico orvietano

Nuda di Magdala

Arrivai che stava facendo notte

Furono momenti di meraviglia

Il primo incendio scoppiò al teatro

"Le stratificazioni dell'arte: percorsi vecchi e nuovi in rete nel sistema museale di Todi"

Nuovo libro per Claudio Lattanzi. In uscita "Amore e sesso al tempo degli Etruschi"

La città piange la scomparsa di Antonio Barberani

Coop taglia, chiudono i supermercati di Sferracavallo e Acquapendente

Treno fermo per tre ore tra Fabro e Orvieto

Il PDL Orvieto sulla vicenda dei rifiuti alle Crete: "Gli imputati rinuncino al salvagente della prescrizione"

Coar Orvieto Juniores senza freni sul Magione

Sviluppo per Orvieto. Incontri con il Censis in vista della conferenza socio-economica di Marzo

"Majorana scuola aperta". Come informarsi meglio e iscriversi al Liceo Scientifico di Orvieto: scuola e docenti a disposizione delle famiglie sabato 14 febbraio

A proposito di Facebook... Vieri Venturi risponde a Pasquino

Sabato 17 gennaio ad Assisi Manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente. Il Programma

Le adesioni locali alla marcia di Assisi

L' Amministrazione Comunale di Orvieto aderisce alla manifestazione per la Pace in Medio Oriente

Chiediamo un’informazione onesta. Appello della Tavola della Pace e di Articolo 21

Buconi: "Occorrono volti nuovi. Perdente la scelta di un candidato PD a Sindaco di Terni

A Roma manifestazione pacifista per la Palestina a Piazza Vittorio

Domenica 18 gennaio Allerona festeggia San Antonio Abate

Proposta di legge del PD per la riduzione del numero dei consiglieri regionali

Per Vinti (Prc), ridurre il numero dei consiglieri significa restringere gli spazi di democrazia. Piuttosto diminuire indennità e sprechi

Dai megadebiti per i parcometri alle megamulte

Si ridimensiona l'episodio del giovane di Collelungo arrestato per droga. Concessi i domiciliari

Il Crescendo rientra in possesso dell'immobile ex Mabro. E in più 75 mila euro per il danno d'immagine

Chiusure e prezzi maggiorati durante UJW. Il Caffè Montanucci dice la sua

Verso le primarie. Oltre 500 le firme raccolte da Loriana Stella