opinioni

La votazione del bilancio e la funicolare di Orvieto

lunedì 21 giugno 2010
di Flavio Zambelli

La tanto temuta riunione del consiglio comunale sulla votazione del bilancio di previsione 2010 c'e' stata. Il bilancio, pur con mille distinguo e problematiche e' stato votato. La giunta Concina, per il momento, e' salva. In particolare evidenza e' la posizione che ha tenuto il centrosinistra, il quale ha votato in 3 modi diversi: Gialletti dei socialisti ha votato a favore; i comunisti italiani e rifondazione comunista hanno votato contro; il PD si e' astenuto; ma alcuni consiglieri del PD, a loro volta, hanno votato a favore di alcuni emendamenti di Gialletti. Quindi in sostanza la coalizione di centrosinistra esce da questo consiglio comunale con 4 posizioni politiche diverse.

Questa e' l'idea di centrosinistra che tanto piace a Bersani e al suo consigliere ideologo Massimo D'Alema: una grande ammucchiata dai centristi cattolici fino ai comunisti di rifondazione. Una grande ammucchiata che assomiglia a uno scketch comico di Corrado Guzzanti, il quale diceva cosi' : "qui dentro facciamo tutti come c...o ci pare"!!! Bersani e D'Alema si guardino le immagini del consiglio comunale di Orvieto per vedere la "celebrazione" della loro idea di centrosinistra. Walter Veltroni, 3 anni fa al Lingotto di Torino inauguro' una "nuova stagione politica" fondata sull'idea della vocazione maggioritaria. I baroni dell'apparato del partito lo hanno fatto fuori dopo neanche un anno e mezzo. Nel 2008 il PD di Veltroni perse con il 33% dei voti. Qui in Umbria riusci' ad eleggere alla Camera 5 parlamentari; tra cui il nostro deputato locale Carlo Emanuele Trappolino. Vedremo con la linea "Bersani" quali risultati ci saranno e quanti deputati verranno eletti nel PD.

Ma non voglio ulteriormente parlare di questo argomento. A colpire la mia attenzione in questi giorni e' stata la chiusura dal 15 Giugno fino al 31 Agosto della funicolare di Orvieto a piazza Cahen. Questo e' un altro durissimo colpo assestato a una delle piu' belle piazze di Orvieto. Piazza Cahen, nelle varie estati orvietane era il punto di riferimento della vita cittadina. L'apice del successo lo raggiunse nelle estati degli anni'80. Erano gli anni della giunta comunale di sinistra del sindaco Franco Barbabella; gli anni del rifacimento della rete fognaria e della legge speciale per il consolidamento della rupe. I militari della caserma Piave, rappresentavano fonte di ricchezza per le attivita' della piazza e dell'intera comunita' cittadina; il circolo del tennis di piazza Cahen era una vetrina di richiamo per tutti, anche per chi non giocava a tennis. I tornei e gli incontri di tennis duravano fino alle 2 di notte, richiamando giovani e meno giovani, che riempivano il bar del tennis di piazza Cahen, consentendo anche introiti economici per queste attivita' commerciali. La fortezza dell'Albornoz, era utilizzata per tutta l'estate con concerti di musica, feste di giovani e feste di partito, di qualsiasi colore politico. C'era la festa de l'Unita'(PCI ), la festa dell' Avanti (PSI), la festa dell'Amicizia (DC). Questo grande movimento di festivita' consentiva di accendere la vita estiva nella piazza, e creava lavoro per i bar e le attivita' della zona.

Dalla seconda meta' degli anni '90 comincio' l'involuzione di piazza Cahen. Prima con la chiusura della caserma Piave. Vennero tranquillizzati gli esercenti di Orvieto garantendo che la struttura sarebbe stata riempita in brevissimo tempo con altre attivita' turisticamente appetibili. Siamo nel 2010 e la caserma e' ancora prevalentemente inutilizzata. Poi si arrivo' nel 2002, dove le feste di partito vennero spostate ai laghetti di Ciconia. Un luogo che la sera e' carico di umidita' e di zanzare. Si disse che la fortezza dell'Albornoz necessitava di lavori di ristrutturazione. Siamo nel 2010 e non e' dato sapere se questi lavori sono finiti, o forse non sono ancora mai iniziati.

Nel 1990 venne inaugurata da Papa Woityla in visita a Orvieto la nuova funicolare elettrica. Questa ha consentito rapidi spostamenti dalla stazione alla piazza d'ingresso di Orvieto. E i turisti, cosi' si fermano per le visite , consumando anche nel bar. Adesso viene chiusa per tutta l'estate 2010 anche la funicolare. Capisco perfettamente l'esigenza, dopo vent'anni di revisionare l'impianto; non capisco perche' farlo in piena estate; nel periodo turisticamente piu' significativo; e dove la gente circola di piu', per evidenti motivi. Siamo nel 2010: la Piave e' una cattedrale nel deserto; il circolo tennis non e' piu' quello degli anni ruggenti; la fortezza e' sotto-utilizzata; la funicolare e' chiusa; e il bar del tennis, per mancanza di lavoro, chiude la sera alle 20.00. E alla fine siamo costretti a sentire nostalgia degli anni'80. Quando piazza Cahen era viva. Non come oggi, che e' diventata un "quartiere-dormitorio".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"