opinioni

Chiusura stazione di Orvieto: ora andiamo a Termini!

lunedì 14 giugno 2010
di Comitato pendolari Roma-Firenze
Chiusura stazione di Orvieto: ora andiamo a Termini!

Dopo la manifestazione di venerdì 11 giugno contro la chiusura della stazione di Orvieto, che ha visto la partecipazione non solo dei pendolari ma anche di molti cittadini orvietani e che ha trovato grande solidarietà da parte soprattutto di monsignor Giovanni Scanavino, vescovo di Orvieto, ora è il momento delle azioni.

FS tramite un comunicato fa sapere che la stazione di Orvieto non sarà depotenziata, ma automatizzata. Tuttavia il Comitato pendolari Roma-Firenze ribadisce che l'assenza del capostazione comporterà non solo disagi, ma una riduzione molto importante dei servizi e l'abbandono della Stazione, come si è già verificato in molte stazioni d'Italia. Un esempio per tutti molto significativo è il fatto che nessuno potrà attestare i ritardi dei treni che, come sappiamo bene, sono all'ordine del giorno!

Il Comune di Orvieto organizzerà dopo il 18 giugno un consiglio comunale aperto a cui parteciperanno le istituzioni, le FS e le altre parti interessate. Chiediamo al sindaco un grande impegno e la sua presenza per dare un segnale forte e chiaro del malcontento della città. Chiediamo alla Presidente della Regione e all'assessore ai trasporti Rometti di impegnarsi in maniera forte in questi giorni perchè i margini di trattativa sono strettissimi dato che "Ferrovie dello Stato" ha preso già la decisione di chiudere la Stazione sabato prossimo. Serve il coraggio di far sentire la voce di Orvieto in un luogo più visibile e "importante", per far arrivare alle orecchie di chi prende le decisioni, il grande malcontento di tanti cittadini.

Consiglio comunale aperto dopo quello del 18 giugno, precisazione

Commenta su Facebook