opinioni

Commissariare il Comune? Forse prima si dovrebbe commissariare il Pd...

mercoledì 21 aprile 2010
di Paolo Borrello

Come è ben noto si sta discutendo se sia opportuno o necessario commissariare il Comune di Orvieto.
Forse si dovrebbe discutere prima se sia opportuno o necessario commissariare il Pd di Orvieto. Del resto se ne sta discutendo anche per quanto riguarda il Pd di Terni, se il rinnovo degli organismi comunali verrà rinviato ad ottobre.

E perchè si dovrebbe commissariare il Pd di Orvieto?

I problemi del Pd non si sono risolti tutti con l'elezione di Fausto Galanello a consigliere regionale. Questa elezione è stata positiva, ora si tratterà di verificare se Galanello sarà in grado di ottenere risultati concreti per garantire il verificarsi di un ruolo più importante dell'Orvietano in Umbria. Per la verità Galanello da più di trenta anni svolge attività politica: è stato responsabile della Fgci, è stato assessore comunale, è stato segretario del Pds (poi ha deciso di passare la mano perchè non era convinto della decisione di trasformare il Pci in Pds), è stato segretario della Cgil, è stato presidente del consorzio Crescendo, prima non ha aderito al Pd e ha aderito a Sinistra Democratica e poi ha cambiato idea iscrivendosi al Pd. Insomma ha avuto molte occasioni per tentare di accrescere il ruolo dell'Orvietano in Umbria.

Staremo comunque a vedere.

Quello che è certo è che i problemi del Pd di Orvieto rimangono, a partire dalla necessità di verificare il rispetto del codice etico, come giustamente sostiene Maurizio Conticelli, da parte di tutti i consiglieri comunali, da quelli più importanti a quelli meno importanti, da chi è stata la candidata a Sindaco di Orvieto per il centro sinistra al consigliere che ha ottenuto il minor numero di preferenze, tutti proprio tutti, nessuno escluso.

Poi vi è la necessità di realizzare un profondo rinnovamento del gruppo dirigente del Pd di Orvieto, necessità che si è manifestata ampiamente in seguito a quanto è avvenuto nelle ultime elezioni comunali con la sconfitta storica che ha portato dopo 60 anni alla guida del Comune un esponente del centro destra, sconfitta determinata dagli errori compiuti, occorre ormai riconoscerlo, da tutte le componenti del Pd, nessuna esclusa, errori compiuti anche da parte del sottoscritto. Non si può pensare di dimenticare quanto avvenuto e andare avanti ugualmente. Se quindi le elezioni per il rinnovo degli organismi comunali saranno rinviate ad ottobre, molto probabilmente sarebbe necessario commissariare il Pd di Orvieto, in un momento politico così delicato ed importante.

Commenta su Facebook