opinioni

Ignazio Marino e Valerio Marinelli, un voto per rinnovare, investire sul futuro, vivere il PD e cambiare l'Italia

giovedì 22 ottobre 2009
di Andrea Scopetti - Capolista Umbria Per Marino

Domenica 25 ottobre sarà un giorno importante per il Partito Democratico e per l'intero Centrosinistra; non sceglieremo soltanto il nostro segretario nazionale e regionale ma misureremo quanto sarà grande la forza del nostro partito e la voglia di rilanciarlo e rinnovarlo.

C'era e c'è la necessità di utilizzare il congresso presentando proposte che legassero il Partito Democratico alla reale situazione del paese, evitando di cadere nelle solite discussioni politichesi tutte interne, chiuse ed incomprensibili per chiunque. Oggi tutto questo, grazie alla candidatura di Ignazio Marino, possiamo dire che si sta realizzando; la sua proposta ha evitato che il congresso si tramutasse esclusivamente in una resa di conti di poteri costituiti tra chi vuole un ritorno al passato, seppur rassicurante, come Bersani e la Binetti e chi non può incarnare il nuovo perchè ha rappresentato l'elemento di freno come Franceschini e Rutelli.
In un Partito che in questi anni sia a livello nazionale che locale non è riuscito a contraddistinguersi su nessuna proposta, nessuna posizione e nessuna battaglia politica, Ignazio Marino in poco tempo ha costretto gli altri candidati a confrontarsi su temi importanti come il Nucleare, il salario minimo garantito, i diritti di cittadinanza, i costi della politica, testamento biologico ecc...., avanzando proposte che poi hanno contraddistinto il dibattito congressuale.

Abbiamo avanzato una proposta di Partito nuova basata su un elemento che purtroppo nel nostro paese ancora non viene accettato e e valorizzato: il Merito. Per noi questo dovrà rappresentare la base di una vera e propria rivoluzione democratica: non più un sistema di favori, ma un sistema di opportunità basato sul merito e non sulle raccomandazioni.
Questa è la sfida che abbiamo portato dentro il partito e abbiamo lanciato sia a Franceschini che Bersani partendo proprio dalla tanto annunciata necessità di rinnovamento della classe dirigente. Le nostre liste sono formate da giovani e meno giovani, da professionisti, da lavoratori, da imprenditori, da persone che vogliono costruire una storia nel Partito Democratico e non che hanno da raccontare storie passate. Viceversa notiamo con preoccupazione, nelle liste di Bersani e Franceschini, il ritorno alla ribalta di personaggi come Bassolino, Loiero, Cardinale, Giusy La Ganga ecc....che avendo avuto ruoli importanti già nel secolo scorso hanno la responsabilità di aver creato troppe difficoltà al rinnovamento e allo sviluppo del PD.
Desta preoccuopazione anche il mancato allargamento, in particolare nella nostra regione, della base dirigente, ci si è coperti ancora un volta dietro le spalle di tutti i più alti rappresentanti istituzionali a disposizione, e il sostegno di personaggi che da una parte passano con facilità da una mozione all'altra come nel caso di Paola Binetti, e dall'altra sono dichiaratemente esponenti del centrodestra come nel caso di Giuliano Ferrara che ha invitato al voto per Bersani.

Noi vogliamo un partito che si liberi di tutte le sue correnti e ritorni ad essere unito e parlare con una sola voce, un partito che si apra ai giovani, dove non si accumulano incarichi su incarichi, ma si utilizza al meglio la ricchezza delle risorse a disposizione.
Un Partito che torni ad essere attrattivo per tutti coloro che, soprattutto a sinistra, oggi sono in cerca di nuova rappresentanza, un partito che riprenda a difendere e promuovere valori come la meritocrazia, il rigore morale, la difesa e l'allargamento dei diritti fondamentali che dovranno caratterizzare, oggi e domani, la nuova sinistra italiana.
Per tutto questo riteniamo che il voto per Ignazio Marino e Valerio Marinelli sia il vero voto utile di queste primarie; un voto per rinnovare, investire sul futuro, vivere il PD e cambiare l'Italia.


Questa notizia è correlata a:

Verso le primarie del Partito Democratico. Opinioni, appelli, dichiarazioni di voto

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 marzo

"Ficulle, Borgo del Belvivere". Progetto aperto, verso l'Ospitalità Diffusa

Al Mancinelli, "Ferite a Morte" di Serena Dandini. Con Lella Costa per dire "No" al femminicidio

"Le Elezioni viste della Rete", gli esiti del seminario all'Unitus

La Fit'n Dance Academy vola a Barcellona per il Campionato Mondiale di Danza

Paparelli al food show "Ciao Italia": "Grande vetrina per le produzioni umbre di qualità"

Vetrya, nuovo contratto con Vodafone Spagna per erogazione servizi mobile payment

Da Allerona Scalo, gli indirizzi pastorali del nuovo parroco

Le more

Le opere di Rita Paola in esposizione al Museo Colle del Duomo

Apertura straordinaria ed eventi in Biblioteca per la Settimana dell'Arte

"Orvieto per Tutti" sul centro storico: "Quale è il progetto?"

"Esercizio in tre atti per ritrovare le ragioni del legame tra luogo e comunità"

Pantano

Al Museo Civico di Zoologia presentazione del libro "Il mio primo grande libro sugli pterosauri"

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. L'ordine del giorno

Torna "Storie Sottobanco", i giovani studenti umbri diventano scrittori e si mettono in gioco

Alluvione, sei anni dopo. Il Comitato 12 Novembre 2012 sollecita interventi

Nessun dietro front su Piazza del Popolo. Aperto il confronto anche sul commercio

Inizia dal Porto Romano di Pagliano, la sensibilizzazione sull'Art Bonus

La soprintendente Margherita Eichberg in visita al Parco di Vulci

"Maremma d'aMare". Al via la quinta fiera delle tradizioni maremmane

L'Asd San Venanzo festeggia mezzo secolo di storia

Orvietana, Fatone spara sui "gufi"

Ingresso gratuito per tutti gli studenti per il docufilm "Pertini. Il Combattente"

A Magione si accendono i motori, driver e scuderie orvietane non stanno a guardare

"Coloriamoci di lilla". Luce accesa sui disturbi del comportamento alimentare

Brunori Sas, sold out la tappa umbra di "A Casa Tutto Bene Tour"

Michel de Montaigne per il secondo incontro dell'Osteria Philo

Alla Casa Laboratorio "Il Cerquosino", torna il progetto Erasmus Plus

Valeria Deanesi pronta al gran finale della Zambelli Orvieto

Il vescovo Benedetto Tuzia visita il Vicariato di San Terenziano

Under 20, seconda giornata del concentramento interregionale

A Villalba la “Sagra della Primavera”

Parlando di una lei

Nuovo team ufficiale Osella, a Fattorini la guida della PA30 V8 Zytek Evo

Ultimi giorni per visitare la mostra "Etruschi à la carte" e una nuova esposizione di carattere archeologico

Spacciavano droga a minorenni, in manette giovani orvietani

Quaresima: la guarigione pericolosa

Operazione Albornoz, tutti i dettagli del blitz

Lavori pubblici, quasi mille imprese iscritte nell'elenco regionale

"Slow life / Slow city. Ambiente, architettura, paesaggi del cibo: le piccole città del buon vivere come modello per le comunità urbane"

Eccidio di Camorena, corteo cittadino e presentazione del libro "Gli uomini di Mussolini"

La droga veniva nascosta nelle batterie, le foto

"Mille giorni di fallimenti politici e di arroganza". Olimpieri (IeT): "Germani alla frutta"

"Respira Parrano", Comune ed Università avviano lo studio aerobiologico dell'aria

Provincia, mobilitazione no tagli. "Niente più risorse per le strade", venerdì iniziativa per le scuole

Marcia per l'Europa, nel 60esimo anniversario dei Trattati di Roma

Bellezza ferita dal sisma, visita alle opere d'arte custodite a Santo Chiodo di Spoleto

Convenzioni tra ospedali, ad Acquapendente due medici specialisti di Orvieto

Riunito il "Tavolo Verde", dai provvedimenti post-sisma forte accelerazione pagamenti Psr

Asd Pm Pertica Orvieto: Vice Campioni Nazionali al campionato italiano a staffetta di pentathlon moderno

Settimana dell'Arte all'Istituto di Istruzione Artistica Classica e Professionale

È @governo.it, bellezza!

Al via la terza edizione del Master per gli "investigatori dell'arte"

Terza edizione per il Festival Nazionale dell'Educazione

"Fiorito è bello". Laboratorio di Primavera alla Biblioteca Ragazzi

Dio

Porano

Ampliata l'offerta di trasporto pubblico tra San Venanzo e Marsciano