opinioni

A futura memoria (in versione cavajola)

giovedì 15 ottobre 2009
di Anonimo Orvietano (in versione cavajola)

Nun'è ch'a noe ce piace vedè ‘r sangue
Manco staccà capocce ma la piazza
Ma quanno la giustizzia manca o langue
Finisce che quarcuno poe s'incazza

Te pare che ‘sta ggente che le danne
L'ha fatte che nun basteno du' vite
Pretenne ch' a lavaje le su panne
Mo sia mo chi ‘ste danne l'ha subbìte

Eppure adè cussì che propio è annata
Perché l'artr'ieri su sopre ar commune
Doppo avè' fatto ‘gnuno ‘na pisciata
E avè' ggiurato che ‘n se ne po' piune

Semo passate ar voto der bilancio
Che più pieno de buffe nun se pole
E ‘nvece che d'appenne ‘r porco ar gancio
Jemo fatto le scarpe co' le sole

Ma no che p'annà via da le cojone
Je l'emo fatte pe' restà' ‘n'artr'anno
Sicchè ‘n risposta de ‘sta bbona azzione
Co ‘n carcio ‘n culo poe ce pagheranno

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio