opinioni

A destra non solo petali di rose, ma anche spine

venerdì 18 settembre 2009
di Mario Tiberi

Sembravano idilli imperituri quelli sbocciati tra i grandi Capi della Destra italiana e alla "festa della congiunzione" di alcuni anni orsono furono baci, abbracci, sorrisi e calorose strette di mano con incoraggianti pacche sulle spalle. Ma gli eventi e gli avvenimenti, privati o pubblici che siano, si susseguono ad un ritmo così frenetico che spesso e volentieri sfuggono di mano anche ai più abili prestidigitatori. E' quanto sta avvenendo al "manipolatore e chirocrate" per eccellenza della politica italiana: Silvio Berlusconi.

Oramai il gioco delle parti sta finalmente venendo a galla: non gli sono più sufficienti smaccati sorrisi, melliflue blandizie, farisee adulazioni per tenere insieme un caravanserraglio composto da "cavalli di razza" che cominciano a scalpitare e a ribellarsi agli ordini di un cocchiere al quale non riconoscono più il prestigio e l'autorevolezza di un tempo recente. Non avrebbero altrimenti spiegazione tutti i sommovimenti che andiamo registrando da alcune settimane a questa parte e che sono culminati con la lettera aperta a firma di tutti i deputati di provenienza ex Alleanza Nazionale. All' interno di quel documento, tra le righe e nemmeno tanto, si percepisce chiaramente lo stato di disagio di una componente fondamentale dell'attuale maggioranza di governo che si sente a volte messa in disparte dalle grandi scelte, a volte scavalcata da accordi bilaterali non condivisi, a volte a dover supinamente accettare la realtà dei fatti compiuti.

Gianfranco Fini, politico astuto ed esperto nonché uno dei migliori Presidenti della Camera dei Deputati dell'Italia Repubblicana, ha da tempo intuito tutti i pericoli insiti in un progressivo ed apparentemente inarrestabile accentramento di poteri in un'unica persona, non solo per la sua parte politica ma anche, fatto ancor più grave, per l'intera democrazia italiana. E allora, pur con estrema cautela e circospezione per l'alto ruolo istituzionale ricoperto, ha giustamente iniziato ad operare dei distinguo e su alcune delicate e decisive questioni non ha esitato a porsi lontano un miglio dal Capo del Governo e dalla Lega di Bossi. Già la Lega: è proprio il sospetto e il timore di un asse di ferro e, quindi di un legame privilegiato, tra Berlusconi e Bossi ad aver destato l'acume politico del Presidente della Camera anche in vista delle imminenti manovre che dovranno portare all'elezione del nuovo "Inquilino del Colle".

Si vocifera che Giulio Tremonti e Pierferdinando Casini, con aggregato Massimo D'Alema, starebbero tessendo una tela e costruendo un ponte di dialogo stretto con Fini per scongiurare ipotesi di equilibri futuri che vedrebbero ancora l'Uomo di Arcore al centro dello scacchiere politico nazionale, pronto a dare scacco matto a tutti coloro che, impunemente, volessero avvicinarsi al suo castello fortificato.

Al Presidente Fini non ho nulla da proporre perché certamente non ha alcun bisogno del parere di un modesto commentatore, quale sono io; consiglierei, invece, a D'Alema di tenersi il più possibile fuori da certe avventure a scanso di eventuali, future accuse di inciuci e di operazioni trasversali rammentandogli che è pur sempre un esponente dell'opposizione!.

Non dissimile è il quadro politico orvietano se è vero, come è vero, che non poche voci di distinzione si sono levate rispetto ad alcune prese di posizione del Sindaco in carica ed hanno determinato timidi, ma evidenti, steccati divisori tra quest'ultimo e parte della sua compagine di governo, sia di Giunta che in seno al Consiglio Comunale. Una per tutte, la recentissima esternazione del Consigliere Pizzo che si lamenta, a viva voce, di come lo slogan propagandistico del centro-destra "Rinnovamento e Metodo" non si sia ancora trasformato in fatti e atti concreti.

Quanto potrà durare, nel nazionale e nel locale, codesto stato di cose non è facile presagire anche se, all'orizzonte, si può ragionevolmente intravedere una più che ipotetica uscita di scena sia del Presidente del Consiglio e sia del Sindaco di Orvieto.

Cosa farà, a questo punto, il Partito Democratico?. Attualmente non mi sembra affatto attrezzato ad affrontare in campo aperto le due emergenze testè ipotizzate e solo il Congresso di autunno potrebbe dotarlo della spinta propulsiva necessaria, purchè da detto Congresso scaturisca un progetto politico serio e convincente e una dirigenza totalmente nuova, credibile ed attrattiva a cominciare dalla persona del Segretario Nazionale. Talenti non è che non ve ne siano, basterebbe soltanto che sia data loro la possibilità di sprigionare tutto il potenziale di cui sono dotati.

Per finire, mi si permetta una battuta salace riconducibile all'allegoria botanica del titolo del presente articolo: anche il Segretario Comunale del partito nel quale milito sarebbe uno splendido fiore se non fosse prigioniero ed ostaggio nel pugno serrato di mani avvizzite!.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 ottobre

Bazar

La Zambelli Orvieto combatte ma si piega al forte Cuneo

Tecnici dell'Orvieto FC alla Parma Academy per un weekend di aggiornamento

Ecco i Comuni umbri da dove fuggono i giovani tra 25 e 40 anni

Sulla fecondità morale di una non più rinviabile rivoluzione culturale

Vendemmia vita

I violini barocchi vanno in mostra all'Antiquarium di Tenaglie

Nuovo parroco ad Allerona Scalo, alla guida della parrocchia don Eugenio Campini

Chiusa per lavori la Chiesa di San Pancrazio Martire. Riaprirà a dicembre

"Via Signorelli chiusa h24. Perché?". Olimpieri (IeT): "Danni e disagi per i cittadini"

La Narnese rovina la festa all'Orvietana, 4 - 2: biancorossi ko

Tra mistero e racconto, l'universo femminile di Pietro Archis

Via ai lavori sulla strada regionale 205 Amerina. Interventi per quasi 70.000 euro

Noto professionista stroncato da un malore, inutili i soccorsi

Buona la prima per la Vetrya Orvieto Basket

Di nuovo "On Air". Radio Orvieto Web riprende le trasmissioni

Il Castello di Torre Alfina diventa fiaba per "The Hunting. Il Gioco dell'Amore" dei Cherries

Scuola, concluse le conferenze d'ambito. A giorni, il Piano complessivo da trasmettere in Regione

Chianella al convegno di Alta Scuola: "Maggiore attenzione al dissesto idrogeologico"

Fondazione Giovanni Paolo II e Centro Peres per la Pace, si firma l'accordo

"Cannabis, il farmaco e la droga". Uil presenta il corso di formazione

Inaugurato il nuovo campo in erba dello Stadio "Luigi Muzi"

"Omaggio a Stefano Rodotà". Doppio appuntamento in Sala Consiliare e al Palazzo dei Sette

Festival Nazionale del Gioco e delle Tradizioni, "un'esperienza da ripetere"

Asl 2, i sindacati dei pensionati chiedono il rispetto degli impegni presi

La Azzurra Ceprini torna da Bologna a mani vuote

Simon Picone, mediano di mischia della Nazionale, incontra i rugbysti al De Martino

Giornate della Castagna, primo weekend da incorniciare

Al via pulizia e taglio della vegetazione presso il Belvedere del Moai

Mostra fotografica e brindisi a "La Casella" per festeggiare trent'anni di attività

Dall'Otto per Mille, oltre 480.000 euro al Parco di Vulci

Con "CamminainTuscia", la Via Francigena è sulla buona strada

Arriva "Box 18". Il Comune regala la Costituzione ai neo-maggiorenni

"Alternanza Day" alla Camera di Commercio, tra scuola e lavoro

Sul timpano spunta "Il gruccione". L'arte di strada per migliorare il decoro urbano

Inaugurato il giardino inclusivo della Scuola dell'Infanzia di Ammeto

Ricci (RP): "La Regione si attivi per valorizzare Parco e Museo Vulcanologico"

Nuovo libro per Claudio Lattanzi, "Orvieto nel Medioevo. Ascesa e declino"

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 16

Il clero della Diocesi elegge il nuovo consiglio presbiteriale

Nucci (San Venanzo Viva): "Il sindaco se ne infischia dell'opposizione"

Il Comune dichiara guerra alle biciclette: "Via dal parcheggio di Via Roma"

Tordi (M5S) replica a Bizzarri: "Segnaletica inesistente e monumenti bistrattati"

Incontro partecipativo per costruire insieme la "mappa di comunità"

Foto, storie e ricordi di Orvieto fuori dai cassetti. Il primo ad aprirli è Reno Montanucci

Si presenta il restauro artistico e architettonico di San Giovenale

Il Centro Antiviolenza di Orvieto apre le porte

Alert System, cosa è e come funziona. Rischio denuncia per chi procura falsi allarmi

Al Mancinelli Pino Strabioli e Alice Spisa portano in scena "L'abito della sposa"

Vergaglia (M5S): "Portiamo Orvieto a Bruxelles. Nota stonata la bocciatura dell'Ufficio Europa"

Vertenza Ast, Orvieto aderisce allo sciopero. Germani: "Sostegno ai lavoratori"

In arrivo la prima edizione del festival del dialogo "CuriosaMente"

Prima giornata per il festival del dialogo CuriosaMente

Seconda giornata per il festival del dialogo "CuriosaMente"

Terza giornata per il festival del dialogo "CuriosaMente"

Al via la 24esima edizione della Mostra Micologica

Le cooperative di Orvieto: "Lo sciopero sortisca effetti"

La Libertas Pallavolo Orvieto se la vede con il Clitunno Volley

Cgil, Cisl e Uil: "Dalla mobilitazione una proposta alternativa per il futuro della nostra comunità"

Un convegno per riflettere su "Alzheimer. Una lotta contro la disabilità"

Al Giubileo del Malato le testimonianze di Giosy Cento

Gioventù nazionale insieme all'associazione "Non c'è fango che tenga"

A Morre la castagna è regina dell'autunno

Ars Wetana, una tradizione ritrovata. Alla ricerca delle artigiane artiste del prezioso merletto orvietano

Breve storia dell'Ars Wetana

Trasferimento dei rifiuti campani. Nettamente contraria Altra Città: 'Le ecoballe dirigetele altrove'

Yunus, un esempio per tutti: i veri grandi non hanno presunzione

Il comunicato del Comune di Orvieto sull'assegnazione del Premio per i Diritti umani 2004 a Muhammad Yunus

Prime giornate cardiologiche orvietane: il progetto Orvieto Cittàcardioprotetta si presenta a livello nazionale

Si mobilita l'UDC. Enrico Melasecche: occorre difendere Orvieto dalla falsa solidarietà ambientale della sinistra

27-29 ottobre. Convegno a Collevalenza sulla prima Enciclica di Benedetto XVI DEUS CARITAS EST

La Romeo Menti a Collescipoli viene raggiunta nei minuti finali

Prova maiuscola della Romeo Menti che in juniores regionale batte la capolista Nestor

Debutto in scioltezza per i maschi del volley orvietano: la Libertas Pallavolo Orvieto schiaccia il Gualdo Tadino per 3-0

Abile excursus pianistico nella forma Fantasia. Pieno successo del Concerto del maestro Cambri al Festival Valentiniano

Diffondere la cultura d'impresa tra i giovani. L'impegno congiunto dell'amministrazione orvietana e Novaumbria

Insediamento della Coop centro Italia sull'Amerina: la Conferenza dei Servizi ha detto sì. Al via la megadistribuzione

Il piano integrato del sistema commerciale del Comune di Orvieto: le linee

La lavorazione del merletto orvietano

Velia Pollegioni

Renata Cardarelli

Maria Piacentini

Antonietta Burattino Ubaldini

Manuela Ciotti

Scrosci di applausi per Luca De Filippo al Mancinelli. Il lavoro della Te.Ma comincia a dare buoni frutti