opinioni

Segnali di fumo dalla riserva del Monte Peglia

sabato 22 marzo 2008
di Roberto Gonnellini
E’sacrosanto il noto proverbio: “ Non è tutto oro quello che luccica”. O almeno non luccica per tutti. Bombardati dalle tante pubblicità che ogni giorno il piccolo schermo propone, relative a convenienti offerte che includono l’accesso alla linea veloce meglio conosciuta come A.D.S.L, molti cittadini ingenui (che abbiano la fortuna di risiedere nel posto giusto) potrebbero facilmente convincersi che tale servizio sia accessibile a tutti. “Lo ha detto la televisione, quindi è vero”. Purtroppo siamo fatti così, e non apriamo altre parentesi. E’ altrettanto vero però che non tutti i cittadini sono uguali, alcuni sono più uguali degli altri. Basta poco per accorgersene, malgrado i media. Noi di Ospedaletto , piccola frazione di un comune umbro, che spesso dopo una timida pioggia abbiamo il telefono fuori uso per giornate intere, siamo anche condannati ad attendere ORE per scaricare un file, e ogni volta dobbiamo rifiutare le offerte che quotidianamente le diverse compagnie telefoniche ci propongono ( chissà perché prima di contattarci non si informano sullo stato della rete locale….). E non siamo certo i soli…. Nonostante alcuni dipendenti TELECOM ci abbiano detto che siamo senza speranza perché non facciamo NUMERO (ma votiamo e paghiamo le tasse !!!), noi cittadini di Ospedaletto non ci arrendiamo e CHIEDIAMO l’adeguamento della rete telefonica locale che possa finalmente consentirci di usufruire della linea veloce. Chiediamo inoltre di avere almeno una risposta, qualsiasi essa sia. Ospedaletto fa rima con ghetto: speriamo che sia solo una questione di forma e non di sostanza!

Commenta su Facebook