opinioni

Verso il Pd. Il voto č un'espressione di civiltŕ, le primarie un'espressione di consapevolezza

venerdì 12 ottobre 2007
di Silvia Fringuello, lista nazionale Collegio 7 per Rosy Bindi
Manca poco ormai, e sarŕ uno di quei momenti che si raccontano. La consapevolezza č quella di partecipare in prima persona a una svolta storica della politica italiana. Domenica, infatti, presso i 35 seggi del coll. 7 i cittadini potranno scegliere le persone che andranno a redigere i documenti fondamentali del Partito Democratico. Un momento epocale per la dialettica politica italiana, che ha lo scopo di risolvere le sue contraddizioni interne, di fornire un'iniezione di fiducia nel futuro grazie all'inserimento di giovani e volti nuovi nella classe dirigente. Le Liste di Rosy Bindi, forse piů delle altre, incarnano questo spirito d'innovazione e di rottura con la continuitŕ. Per questo sosteniamo Rosy Bindi (a segretario nazionale) e Serena Innamorati (a segretario regionale) e i valori che esse rappresentano. Perchč gli obiettivi che il Pd si prefigge possano essere raggiunti c'č bisogno della partecipazione di tutti. Sappiamo quindi che la lunga tradizione civica delle nostre terre non verrŕ meno a questo fondamentale appuntamento di democrazia. Il voto č un'espressione di civiltŕ, le primarie un'espressione di consapevolezza. Venerdi 12 La lista "Con Rosy Bindi, democratici davvero" parteciperŕ alla festa in Piazza della Repubblica per la chiusura della campagna elettorale. L'appuntamento, organizzato dal Comitato Promotore 14 ottobre, vuole festeggiare un grande appuntamento di democrazia e di popolo che sancirŕ la nascita del nuovo soggetto politico. La chiusura della campagna elettorale rappresenta un momento di svolta: č il momento di frenare i toni, di ricordare a tutti che le primarie per il Partito Democratico non rappresentano il punto di arrivo. Dal giorno dopo lo spoglio inizierŕ la vera fase costituente, dove le liste dovranno saper sciogliersi e dar vita ad un processo condiviso. Per questo non ha ragion d'essere il dibattito invocato a gran voce dal candidato della lista di Letta, Paolo Borrello. Conveniamo che un incontro tra i candidati alla segreteria nazionale avrebbe potuto dar impulso al senso di partecipazione democratica. Ma cosě non č stato, e non certo per un rifiuto di Rosy Bindi. Un dibattito tra i rappresentanti delle liste del coll.7, come auspicato da Borrello, avrebbe potuto dare altrettanto beneficio alla dialettica politica orvietana, ma non due ore prima della chiusura della campagna. Non č il momento di irrigidire le posizioni. Le differenze tra le varie liste sono giŕ state esaustivamente mostrate agli elettori. Il popolo di centrosinistra ha ascoltato abbastanza, ora vuole essere ascoltato. Da lunedi torneremo al lavoro per costruire insieme il Partito Democatico, davvero, insieme.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio