opinioni

Luigi Bernasconi: le primarie e il ritorno della 'bella politica'

venerdì 12 ottobre 2007
Riportiamo di seguito una riflessione di Luigi Bernasconi, imprenditore di Castel Viscardo e candidato nella lista “Libertà e responsabilità per l’Umbria” di Gianfranco Chiacchieroni, Sindaco di Marsciano. Credo nella “bella politica”. Anzi: ho potuto talora vederla realmente e non solo nei sogni. Anche in occasione delle primarie per il Partito Democratico ho riconosciuto la “bella politica”: appassionata e pragmatica, idealista e concreta, leale ed espressione dei cittadini, del popolo, della gente. Nella lista “Libertà e responsabilità per l’Umbria” di Gianfranco Chiacchieroni, Sindaco di Marsciano e candidato alla segreteria regionale del Partito Democratico collegato a Walter Veltroni, ho riconosciuto la “bella politica”: quella fatta a partire dai bisogni e dai progetti. Sono candidato in questa lista perché l’ho vista nascere dal basso, dalla volontà di donne e uomini di tornare all’impegno senza chiedere autorizzazioni alle segreterie dei partiti o a qualche potente di turno. Bisogna restituire ai cittadini il protagonismo che è stato per troppo tempo loro sequestrato. Ciò rappresenta il migliore antidoto al forte vento di antipolitica e la migliore premessa per costruire un grande Partito Democratico. Gianfranco Chiacchieroni mi ha convinto perché ha fatto della sua lista un laboratorio di esperienze differenti, espressione reale e vivace della società civile. Una società civile che ha trovato nella lista “Libertà e responsabilità per l’Umbria” una piena rappresentazione. Sono un imprenditore di 42 anni e lavoro nella mia fornace di Castel Viscardo da oltre venti. Mi sporco quotidianamente le mani con la materia del mio mestiere e altrettanto quotidianamente cerco soluzioni innovative, piccole o grandi migliorie, idee per la sostenibilità ambientale dell’intero processo produttivo. Penso che la politica abbia bisogno anche del mio piccolo contributo. Così come ha bisogno del contributo di tutti coloro che ritengono il benessere di tutta la società condizione essenziale del proprio benessere. Facciamo diventare il 14 ottobre la data di inizio del cambiamento. Luigi Bernasconi Imprenditore Consigliere Comunale a Castel Viscardo Candidato nella lista “Libertà e responsabilità per l’Umbria” a sostegno di Walter Veltroni candidato a segretario nazionale, e di Gianfranco Chiacchieroni candidato a segretario regionale _____________________________________________________________________________ La lista di Gianfranco Ciacchieroni, candidato alla segreteria regionale del nascente Partito Democratico umbro, si collega alla candidatura nazionale del Sindaco di Roma Walter Veltroni. Riportiamo di seguito, in estrema sintesi, i punti chiave del programma con cui Chiacchieroni si presenta alle primarie del 14 ottobre: - Federalismo e semplificazione della macchina pubblica. Per servizi più efficaci, efficienti ed economici. - La politica come servizio e impegno civile, non come mestiere. Rispetto rigoroso dei due mandati in tutte le cariche istituzionali. - Piano straordinario sull’energia, nel rispetto di una valorizzazione delle risorse ambientali improntata allo sviluppo turistico. - Sviluppo della rete dei sistemi locali e distrettuali. Ricerca e innovazione come motori delle strategie di impresa. - Libertà e laicità nel rispetto delle diversità. Libertà nell’informazione e libero accesso ai mezzi di comunicazione. - Lotta alla povertà e equa tassazione. Per creare un sistema che offra a tutti pari opportunità a prescindere dal punto di partenza. - Una società più sicura. La politica deve promuovere azioni che ridiano fiducia ai cittadini e li tutelino in ogni ambito del vivere civile, dal luogo di lavoro alla vita privata.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre