opinioni

Torna sull'argomento Turismo il presidente di Federalberghi Orvieto Giuliano Portarena

martedì 18 settembre 2007
Torna sull'argomento del turismo a Orvieto, del suo mercato e della sua promozione il presidente di Federalberghi Orvieto Giuliano Portarena, con un intervento che di seguito riportiamo. A generare questo nuovo intervento sono state, come lo stesso Portarena sostiene all'inizio del suo nuovo comunicato, le prese di posizione, tutte sfavorevoli, che la sua precedente nota ha provocato. Di seguito l'intervento del presidente di Federalberghi: Mi sto ancora chiedendo come abbia fatto l'articolo di due settimane fa a generare le varie prese di posizione tutte sfavorevoli; del resto ho portato alla luce dei dati statistici che la Regione Umbria divulga sul proprio territorio. La polemica vera non sta nelle statistiche, che rappresentano solo l'effetto di programmi turistici realizzati nel corso degli anni, ma nel ruolo che tutta la comunit assegna agli albergatori. Il nostro obiettivo quello di essere competitivi sul mercato, e per fare questo, investiamo nel miglioramento della struttura, nei servizi ad essi connessi, inoltre supportiamo economicamente trasferte all'estero per allacciare nuovi rapporti e consolidare quelli gi acquisiti: facciamo gi ampiamente ci che ci compete. Pertanto quando ci si accusa di non saper fare o di non fare promozione turistica, non si capisce bene con quali dati si giustifichi questo pensiero. Da parte nostra, gli investimenti per l'aggiornamento delle strutture impegnano capitali enormi quantizzati a seconda delle strutture dalle centinaia di migliaia ai milioni di euro: questa promozione turistica, ed anche se i dati non lo evidenziano, le imprese investono anche sui mercati italiani ed esteri. Ma pensate che i turisti statunitensi che gravitano in citt nei mesi estivi e gli australiani nei mesi invernali, vengano ad Orvieto perch lo hanno scoperto casualmente? No, solo grazie alla comunicazione fatta da strutture private su mercati mirati pagata da noi stessi. L'unico errore che questo non stato mai comunicato adeguatamente, per cui si evidenziata una falsa idea che gli albergatori aspettassero iniziative solo da parte pubblica: certo abbiamo fatti degli errori, ma errori che si ripercuotono direttamente solo nelle nostre tasche. Ma forse l'idea generale che ci si fatti che solo le strutture alberghiere debbano investire perch poi alla fine sono gli unici a trarne vantaggio, dimenticandosi che nella realt tutte le attivit che lavorano nel settore ne beneficiano direttamente o indirettamente. Per cui, se ci si lamenta, non per il piacere di piangersi addosso, come si sostiene, ma perch la realt della situazione odierna impone a tutti una visione strategia unica, in quanto, se la citt vuole puntare sul turismo come risorsa principale c' bisogno di una sinergia con tutte le imprese che gravitano intorno accompagnate da un piano di sviluppo che permetterebbe al territorio di diventare interessante sul mercato. Mettere sul banco degli imputati solo gli hotel non individua e risolve il vero problema, anzi fosse stato vero il teorema pi alberghi pi turismo, beh penso che ci sarebbe stata la fila per realizzarne altri, purtroppo c' da constatare che nell'ultimo anno un albergo di 50 camere ha cambiato destinazione d'uso ed altri due alberghi di 100 camere totali sono intenzionati a fare altrettanto: il tasso di occupazione inoltre non si riesce a spostare ed da sempre al 33-35%. Allora se veramente c' l'intenzione di cambiare qualcosa della situazione odierna occorre che ognuno si prenda la propria parte di responsabilit e invece che recriminare e lamentarsi si rimbocchi le maniche e decida se il caso di fare o di stare a guardare gli altri. Federalberghi affronter questi temi nei prossimi mesi. Pertanto la sfida e la porta aperta.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 ottobre

Poker dell'Orvietana sul campo del Lama

Blocco Studentesco, sit-in contro "l'ostruzionismo della dirigenza al liceo Gualterio"

Unitus, via al Master "Crisis" su investigazioni e sicurezza

Gitana

Orvieto FC: vincono le ragazze del calcio a 5, sconfitta la prima squadra

Gnagnarini: "Auspico che Palazzo dei Sette torni ad ospitare i sette saggi"

Parcheggi in Piazza Duomo negati alle famiglie dei cresimandi di Fabro. Olimpieri (IeT): "Perchè?"

Un'autoambulanza per i cittadini. "La Locomotiva" chiede il supporto delle associazioni

Donato un servizio di ceramiche all'istituto alberghiero di Amatrice

"Metti via quel cellulare", a casa Cazzullo un confronto tra generazioni

Tornano "I Giorni dell'Olio Nuovo". Anteprima, "I segreti dell'ulivo. Dalla coltivazione alla raccolta"

"Rifiuti tossici, le dichiarazioni del sindaco Germani non bastano"

Vetrya Orvieto Basket di autorità sull'Atomika

Tutti in piazza a San Vito per festeggiare le cento primavere di Cesarina

Rafael Varela realizza un quadro per i trenta anni dell'Associazione "Piero Taruffi"

Interregionale Gpg di Scherma ad Ariccia. Vince Rocchigiani, terze Tognarini e Urbani

Fine settimana a tutto rugby per l'Orvietana

A Foligno i pensionati della Cisl puntano sul territorio e sulla formazione

"Chi legge naviga meglio". Anche un omaggio ad Anna Marchesini per "Libriamoci"

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 17

Premio Vetrya per la migliore tesi di laurea sulle applicazioni di intelligenza artificiale nell'industria 4.0

Confagricoltura rinnova le cariche, Giuseppe Malvetani confermato presidente

Progetto EVA+, attivo il distributore di elettricità per la ricarica veloce dei veicoli

Le akebie di Bianca

Juniores regionale di calcio a 5, reso noto il calendario

Regione Toscana e 13 Comuni firmano il protocollo d'intesa per il rilancio dell'Amiata