opinioni

Torna sull'argomento Turismo il presidente di Federalberghi Orvieto Giuliano Portarena

martedì 18 settembre 2007
Torna sull'argomento del turismo a Orvieto, del suo mercato e della sua promozione il presidente di Federalberghi Orvieto Giuliano Portarena, con un intervento che di seguito riportiamo. A generare questo nuovo intervento sono state, come lo stesso Portarena sostiene all'inizio del suo nuovo comunicato, le prese di posizione, tutte sfavorevoli, che la sua precedente nota ha provocato. Di seguito l'intervento del presidente di Federalberghi: Mi sto ancora chiedendo come abbia fatto l'articolo di due settimane fa a generare le varie prese di posizione tutte sfavorevoli; del resto ho portato alla luce dei dati statistici che la Regione Umbria divulga sul proprio territorio. La polemica vera non sta nelle statistiche, che rappresentano solo l'effetto di programmi turistici realizzati nel corso degli anni, ma nel ruolo che tutta la comunit assegna agli albergatori. Il nostro obiettivo quello di essere competitivi sul mercato, e per fare questo, investiamo nel miglioramento della struttura, nei servizi ad essi connessi, inoltre supportiamo economicamente trasferte all'estero per allacciare nuovi rapporti e consolidare quelli gi acquisiti: facciamo gi ampiamente ci che ci compete. Pertanto quando ci si accusa di non saper fare o di non fare promozione turistica, non si capisce bene con quali dati si giustifichi questo pensiero. Da parte nostra, gli investimenti per l'aggiornamento delle strutture impegnano capitali enormi quantizzati a seconda delle strutture dalle centinaia di migliaia ai milioni di euro: questa promozione turistica, ed anche se i dati non lo evidenziano, le imprese investono anche sui mercati italiani ed esteri. Ma pensate che i turisti statunitensi che gravitano in citt nei mesi estivi e gli australiani nei mesi invernali, vengano ad Orvieto perch lo hanno scoperto casualmente? No, solo grazie alla comunicazione fatta da strutture private su mercati mirati pagata da noi stessi. L'unico errore che questo non stato mai comunicato adeguatamente, per cui si evidenziata una falsa idea che gli albergatori aspettassero iniziative solo da parte pubblica: certo abbiamo fatti degli errori, ma errori che si ripercuotono direttamente solo nelle nostre tasche. Ma forse l'idea generale che ci si fatti che solo le strutture alberghiere debbano investire perch poi alla fine sono gli unici a trarne vantaggio, dimenticandosi che nella realt tutte le attivit che lavorano nel settore ne beneficiano direttamente o indirettamente. Per cui, se ci si lamenta, non per il piacere di piangersi addosso, come si sostiene, ma perch la realt della situazione odierna impone a tutti una visione strategia unica, in quanto, se la citt vuole puntare sul turismo come risorsa principale c' bisogno di una sinergia con tutte le imprese che gravitano intorno accompagnate da un piano di sviluppo che permetterebbe al territorio di diventare interessante sul mercato. Mettere sul banco degli imputati solo gli hotel non individua e risolve il vero problema, anzi fosse stato vero il teorema pi alberghi pi turismo, beh penso che ci sarebbe stata la fila per realizzarne altri, purtroppo c' da constatare che nell'ultimo anno un albergo di 50 camere ha cambiato destinazione d'uso ed altri due alberghi di 100 camere totali sono intenzionati a fare altrettanto: il tasso di occupazione inoltre non si riesce a spostare ed da sempre al 33-35%. Allora se veramente c' l'intenzione di cambiare qualcosa della situazione odierna occorre che ognuno si prenda la propria parte di responsabilit e invece che recriminare e lamentarsi si rimbocchi le maniche e decida se il caso di fare o di stare a guardare gli altri. Federalberghi affronter questi temi nei prossimi mesi. Pertanto la sfida e la porta aperta.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca