opinioni

Maschilismo finalmente allo scoperto... Le streghe son tornate? Vergogna!

domenica 22 aprile 2007
di Emily in Italia Umbria
Le socie di Emily in Italia Umbria, oggi hanno appreso dalla stampa, più precisamente dal giornale on-line Orvietosi, notizie e commenti disdegnevoli che serpeggiano nella città di Orvieto nei confronti dell’associazione, ed in particolare nei confronti di una socia fondatrice: Liliana Grasso. Ci dispiace che il direttore del giornale Dante Freddi , appena accortosi del misfatto, sia corso a cancellare il tutto. Se i commenti all’articolo “Balletto di nomi per le poltrone degli assessori” fossero stati più a lungo pubblicati e perciò letti da un vasto pubblico, alle porte della nostra associazione ci sarebbe stata una fila infinita di donne pronte ad iscriversi! Troppo tardi Direttore, Le consigliamo di stare più attento! Non siamo scioccate dal fatto che i maschilisti rendano pubbliche le proprie convinzioni e i propri pensieri deviati, a questo siamo abituate, non per altro l’associazione è nata anche per eliminare alcuni credo, tutti al maschile, sull’essere donna nella forma più completa del termine. Quello che non riusciamo a tollerare e condanniamo e rigettiamo, fermamente, sono gli attacchi personali rivolti a Liliana. Colpire la sfera personale dell’individuo e perseguitarlo, è di una bassezza intellettuale e culturale, che ricorda altri tempi ed altri luoghi, dove le donne erano e sono considerate poco più di un animale o addirittura rappresentanti di chissà quali poteri malefici. E’ mai possibile che nel 2007, al momento in cui una donna si affaccia alla vita pubblica, o ambisce a posti a lei preclusi, venga subito etichettata quale “figlia di…” “fa sesso con..”, “perché non capisce….”, “E’ bella e perciò…”. Vogliamo evidenziare che questo tipo di apprezzamenti e preconcetti agli uomini, in genere, non sono rivolti. Che sia una forma di difesa e d’invidia nei confronti delle donne? Prendiamo atto che il livello culturale maschile della nostra città, nella quasi totalità, è fermo al medioevo e che le donne sono succubi del potere che esercitano questi uomini, (e non timide), e perciò non riescono ad emergere in qualsiasi contesto. I commenti giudicano l’associazione: un “ghetto”, “l’unica fonte di energia femminile, a cui i partiti di centro sinistra possono attingere”; forse c’è qualcuno che ha paura delle donne in forma associata? O che diminuiscano le poltrone per gli uomini ? Noi non ci sentiamo né ghettizzate, né fonte per qualcuno e non ci vendiamo, noi siamo consapevoli delle nostre potenzialità e le vogliamo dedicare al bene dell’interesse generale, al prossimo. Un ringraziamento particolare, va a tutti gli uomini ed alle donne che ci sostengono, ci promuovono, ci spronano ad andare avanti, a non arrenderci; a volte queste persone pagano pegno personalmente, lo fanno a loro discapito, ma continuano imperterrite, perché credono profondamente nelle capacità uniche delle donne. Avanti tutta, cara Liliana, siamo tutte con te. Le donne di Emily in Italia Umbria

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"