opinioni

Per un governo di pace

venerdì 23 febbraio 2007
di Tavola della pace
A conclusione del seminario del Comitato Direttivo svolto a Roma ieri 22 febbraio e oggi 23 febbraio presso la sede di "Libera Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie", la Tavola della pace diffonde il documento “Per un governo di pace” sulla crisi di governo in atto. Di seguito il documento:
Per molti anni abbiamo marciato da Perugia ad Assisi e in tante altre strade del mondo insieme a milioni di donne e uomini decisi ad affrontare le sfide del nostro tempo costruendo pace e giustizia, promuovendo tutti i diritti umani per tutti, la legalità, la democrazia e il diritto internazionale. Da molti anni cerchiamo di guardare il mondo con gli occhi degli ultimi, delle vittime e degli esclusi, insieme ai quali abbiamo lavorato anche di recente a Nairobi. Per questo esprimiamo la nostra forte preoccupazione per il voto del Senato, le sue conseguenze e i commenti politici che ignorano e travisano le vere cause della crisi. Non c’è nessuna relazione tra la manifestazione di Vicenza e il voto del Senato. Rivendichiamo il diritto democratico di contestare un provvedimento che non condividiamo. La partecipazione dei cittadini è il sale della democrazia non il suo nemico. La partecipazione, nella distinzione dei ruoli, rafforza la politica e le istituzioni democratiche. La Tavola della pace è un soggetto autonomo e indipendente da qualsiasi schieramento, forza politica e sua componente. Il nostro giudizio sul governo è sempre stato sulle scelte e sui fatti concreti, sulle decisioni e sulle omissioni. Per questo il giudizio sui primi mesi del governo Prodi è articolato. Sin nella fase di definizione del programma elettorale delle due coalizioni abbiamo cercato, ricevendo scarsa attenzione, di costruire un dialogo e un confronto sul merito. Consapevoli delle diverse posizioni presenti nella coalizione di governo che si è andata formando abbiamo sempre cercato di dare un contributo costruttivo e propositivo invocando l’etica della responsabilità e il necessario realismo politico. Ci siamo fatti carico delle sfide aperte, della loro complessità e delicatezza: dal Libano (Manifestazione nazionale ad Assisi il 26 agosto) all’Afghanistan (abbiamo proposto di esserci di più e non di meno, smettendola con la guerra e impegnandoci davvero a fare pace), dall’Iraq (abbiamo proposto di ritirare l’esercito ma di non abbandonare gli iracheni) al Medio Oriente (Manifestazione nazionale a Milano il 18 novembre). In alcune occasioni, dopo anni di ostracismo e preclusioni, abbiamo condiviso riflessioni, proposte e iniziative. In molte altre abbiamo registrato una grave disattenzione, insensibilità e autoreferenzialità che hanno impedito di utilizzare le tante competenze presenti nel nostro paese e di far crescere il consenso diffuso necessario ad una nuova politica estera. Ogni volta ci siamo sentiti liberi di esprimere la nostra soddisfazione o il nostro dissenso nei modi e nelle forme che abbiamo ritenuto opportuni. Chiediamo un governo autorevole, deciso a proseguire con ancora maggiore determinazione nella costruzione di una politica di pace e dei diritti umani. Chiediamo il rispetto del voto degli elettori e del programma che hanno sostenuto. Non è in gioco solo il governo del nostro paese ma anche il destino di molta gente che confida in un nuovo ruolo internazionale dell’Italia. Ci sono grandi problemi che esigono attenzione e risposte urgenti. Ci sono preoccupazioni e proposte che devono necessariamente trovare una sintesi politica in Parlamento. La politica estera dell’Italia sta cambiando. Come ha evidenziato la relazione del Ministro degli Esteri e il dibattito del Senato, l’Italia ha imboccato una strada nuova: in Iraq, in Libano, in Somalia, in Europa, in Israele e Palestina, nelle Nazioni Unite, contribuendo, più in generale, al superamento dell’unilateralismo e della logica della guerra. Lungo questa strada il governo deve proseguire affrontando con pazienza e coraggio tutte le questioni aperte, anche le più delicate e spinose come per esempio, quella dell’Afghanistan e di Vicenza. Con lo stesso stile che noi usiamo al nostro interno, il governo deve cercare di ricomporre le differenze per raggiungere gli obiettivi comuni. C’è da accrescere l’impegno dell’Italia nella lotta alla povertà, nel disarmo, nella promozione dei diritti umani e della giustizia, per la pace in Medio Oriente, per la cooperazione internazionale, per il rilancio e la democratizzazione dell’Onu. Lungo questa strada il governo, se saprà ascoltare, troverà milioni di cittadini e centinaia di organizzazioni della società civile e di enti locali pronti a collaborare, in autonomia e spirito critico, con progetti e proposte concrete. Tavola della pace, 23 febbraio 2007

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 giugno

Chiusura dell'ospedale, si attende la decisione del Tar dell'Umbria

L'Unitre di Orvieto ringrazia l'ingegnere Gianluca Polegri

PCI: "Ancora prognosi riservata per la nostra sanità"

Riapre la piscina comunale di Castel Viscardo - Pianlungo

"La Compagnia dei Naturali", il laboratorio integrato per bambini e giovanissimi che fabbrica amicizie, invenzioni ed emozioni

Scale mobili rotte il giorno del Corpus Domini. Olimpieri (IeT): "Altra figuraccia!"

Michele Fattorini primo a "Lo Spino"

Geotermia, documento della Rete Nogesi sulla zonizzazione toscana: "Tutto da rifare!"

Apertura serale all'Orto Botanico "Angelo Rambelli"

Sentieri

La notte delle streghe all'Osteria da Shakespeare

Non è "cosa buona e giusta" che la politica si profitti del popolo

Comitato Risparmiatori

"Ludi alla Fortezza", Templari al Palazzo dei Sette

"Africa in Piazza". Musica, cucina e solidarietà a favore dell'Etiopia

"Sì, sono amareggiato e dispiaciuto. È difficile lavorare con voi"

Torneo dei Quartieri di Basket "Corrado Spatola", le novità dell'ottava edizione

La Fondazione Centro Studi "Città di Orvieto" presenta consuntivo 2016 e primi risultati semestre 2017

Profumi e colori sul lago per la 17esima edizione della "Festa delle Ortensie"

52esima "Staffetta dei Quartieri", settima vittoria per l'Olmo. I biglietti estratti

Corpus Domini, in archivio tra luci e ombre l'edizione 2017

"In caso di perdita del segnale di videosorveglianza, impianti di mobilità non possono essere tenuti in esercizio"

Tamponamento lungo l'A1 tra Orvieto e Attigliano, incendio a Giove

Baschi-Todi chiusa per tir ribaltato, code in A1 per incendio

Casa della Salute, inaugurata la Rsa. "Tassello importante nella riqualificazione dei servizi"

24 Giugno 1947 – 24 Giugno 2017. Settantesimo anniversario del primo avvistamento U.F.O

Città blindata? Ladri in azione: furti in pieno centro durante la festa

Stage residenziali per ragazzi dagli 11 ai 14 anni presso il Parco di Villalba: 4/7 luglio - 11/14 luglio. Iscrizioni entro il 25 giugno 2011

"Sono scappati": Il PDL Orvieto punta il dito sul centro sinistra uscito dal Consiglio al momento del voto sulla finanza derivata

Presentati al Consiglio i neo Assessori Brugiotti e Marino. Gialletti: "basta avvicendamenti a mezzo stampa"

Il Corteo Storico vuole uscire dagli armadi. Tutto l'anno e una volta per tutte. La proposta dell'assessore Marino

Sui derivati incalza Gnagnarini: "Incredibile. Il Comune fa causa a chi paga denaro (BNL) e non a chi lo esige per 1 Mln l'anno (RBS)"

Festival di arte e fede. Rorwacher tenera encantadora: "Corpo Celeste" fa il pieno e cattura il pubblico

Alice Rorwacher, una singolare grazia: guarda l'intervista di Orvieto.TV

Vuoi vedere un Miracolo? Alice...

Allerona. Domenica 19 giugno, alle 18 nella Sala Polivalente, saggio finale del Corso di Canto 'Musica in Libertà'

E' scomparso Isidoro Galluccio, presidente della Fondazione Claudio Faina. Un ricordo anche per Luigina Bartella Zanchi

Un saluto al Presidente Galluccio

Allerona, Sala dell'Acqua. 2/3 - 9/10 luglio 2011: Mostra di pittura di Iolanda Dente

Ventiquattrenne orvietana denunciata per spaccio di droga. Operazione del Commissariato di Orvieto

Concluso alle scuole medie di Ciconia il progetto "Pianeta Acqua". Premiata la relazione migliore

Orvieto città Santuario. Se ne è parlato in Consiglio Comunale, ma la Curia frena

"Invece della terza discarica". Convegno degli Amici della Terra Orvieto venerdì 24 giugno 2011

Città inguaribile causa classe dirigente (di destra e sinistra) inadeguata salvo...

La Biblioteca "Fumi" cresce e si fa più "piccola". Completata, ma senza possibilità di apertura, l'area ragazzi

Torna la "Gran Fondo degli Etruschi". Al via la XVIII^ edizione domenica 21 giugno

Orvieto accoglie i partecipanti al Cammino Nazionale delle Confraternite

Gli impegni dei primi 100 giorni per Feliciano Polli, neo presidente della Provincia di Terni

Dissidi tra librerie: potrebbe saltare lo stand estivo del libro. Il Comune da il permesso poi lo revoca, la Libreria dei Sette minaccia azione legale

Musica fuori orario. Scattano i primi verbali

Rubate le bandiere dei Quattro Quartieri al Duomo

Autotreno si ribalta sulla A1. Code e rallentamenti nel tratto orvietano

Fine stagione per Radio Orvieto Web. Festa della Musica in ricordo di Francesco Satolli

Il Sottosegretario per i Beni Culturali On. Giro in visita a Orvieto. Plauso all'ottimo lavoro svolto per la reinstallazione della Maestà

Formazione, 1331 nuove opportunità nel catalogo della Provincia di Terni

Festa della Musica dell'Arci 2009 - "Più Spazio alla Musica - Più Spazi per la Musica"

Festa della salvezza per l'Orvieto Basket. Sabato alle 20,30 al PalaPorano

Il Coro “Canto Libero” di Allerona domenica a Spoleto per l’apertura del Festival dei due Mondi

Numeri vincenti della I^ lotteria Associazione Lea Pacini - Corteo Storico - Corteo delle dame

Domenica 21 e Lunedì 22 giugno turno di ballottaggio per l'elezione del Sindaco e Referendum sulla Legge Elettorale

E Toni Concina risponde in tempo reale

La Libreria Valente precisa la sua posizione rispetto alla soppressione della Fiera del libro: "del tutto estranea"

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni