opinioni

Considerazioni sulla gestione della Caserma Piave: sciogliere RPO e procedere con una commissione consiliare aperta a contributi esterni

domenica 14 gennaio 2007
di Antonio Barberani, Coordinamento comunale Forza Italia
Siamo di fronte ad un’amministrazione comunale che ha dimostrato un enorme grado di incapacità misto ad una protervia irresponsabile che consegnerà alle generazioni a venire una situazione disastrosa dal punto di vista finanziario ed economico. È stata palesata la mancanza di volontà o impossibilità di voltare pagina rispetto ad una prassi di gestione della politica cittadina, che ha retto per decenni, basata sul rapporto diretto con l'imprenditoria locale. La Rpo era funzionale a questo sistema di potere. Pertanto la RPO non va rinnovata, va chiusa e bisognerebbe pure andare finalmente a vedere come sono stati spesi soldi pubblici. Si è bruciata l'ultima occasione di voltare pagina data dalla riconversione delle caserme. Orvieto per caratteristiche morfologiche non avrà più l'occasione di 'progettare' un quinto di città. Spiace dirlo, ma il nostro partito aveva indicato la strada giusta 5 anni fa. Si sono persi anni e buttati soldi di tutti. Ma non si è cambiata strada. Si è evitato di misurarsi con il necessario rinnovamento del modello sociale. La nuova RPO, come gli altri enti partecipati, nasce avendo come unica logica quella spartitoria, non solo tra partiti ma pure tra correnti in vista dei prossimi congressi: drammatica corsa al ribasso che ha come conseguenza la paralisi amministrativa e progettuale che è davanti agli occhi di tutti. Noi, lo ripetiamo, siamo per lo scioglimento della RPO. E per l'applicazione, in futuro, di un metodo di selezione della classe dirigente basato esclusivamente sul merito e sulle capacità, come si è iniziato a fare con le nomine del CdA dell'Opera del Duomo, che ha dato buoni frutti. Le Caserme da fonti di enormi speranze di rinascita, stanno diventando un pantano maleodorante in cui si intrecciano la caccia ai soldi per rattoppare il buco di bilancio, lottizzazioni selvagge tra partiti, disperate ricerche di soluzioni tardive. Ormai si parla di svendere quella parte di città ad un fondo di cui detengono la maggioranza le coop e nel quale saremo espropriati di qualunque possibilità decisionale. Dopo avere allegramente condizionato la vita delle generazioni presenti, la nostra classe politica sta ipotecando pesantemente anche le possibilità delle generazioni future. È un prezzo troppo grande per la città, noi andremo casa per casa per spiegare ai cittadini quello che sta accadendo e che stanno abilmente occultando dietro operazioni di restyling. Spiegheremo pure che oggi i soldi sono finiti, ad Orvieto come in Italia, e che non è più praticabile questo modo di governare. Vanno liberate energie che garantiscano vere ipotesi di modernizzazione in campo economico senza più dovere qualcosa a chicchessia. Bisogna essere ormai consapevoli che questo modo di amministrare non risolve più i problemi della gente ma semmai li moltiplica irreversibilmente. Così come va infranto il cordone sanitario nei confronti di tante energie positive che pagano lo scotto di non avere tessere in tasca e sono spesso costrette a costruire il proprio futuro fuori di Orvieto, ma che potrebbero certamente dare un contributo serio sulle questioni cittadine. Ormai non è più questione nemmeno di politica ma di etica. Per questo ci opporremo con grande forza in tutte le sedi, parlamentari e, se del caso, anche giudiziarie. Considerata l'emergenza, superata la fase della RPO, vedremmo favorevolmente la creazione di una commissione consiliare ad hoc per la gestione della questione Caserma Piave, aperta al contributo di personalità esterne in grado di far compiere il salto di qualità di cui c'è un disperato bisogno. Intanto nostro dovere è fermarli e informare la città di quello che sta accadendo. Vanno risvegliate le coscienze della tantissima gente per bene che non ne può più di questo stato di cose e che guarda incredula ai troppi miracolati dalla politica, che dalla politica hanno visto cambiata la propria vita, quella dei mariti, delle mogli, dei figli, nipoti, amici… in barba a chi lo meritava.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 luglio

Alla Zambelli Orvieto il preparatore atletico è Ivan Guzzo

Di giustizia non ci si deve mai stancare di discuterne

TerniOn Festival premia l'arte. Spazio ad artisti e studenti delle scuole superiori

Aspettando La Carrareccia, in scadenza le iscrizioni a prezzo ridotto

Al Palazzo dei Sette inaugurata la mostra di Gene Pompa. Bella come un sogno felice

Allerona ricorda i caduti della Grande Guerra. Nuovo numero per i Quaderni Alleronesi

Fiumi di birra e musica dal vivo nel centro storico di Baschi con "In Bocca al Luppolo"

"Teverina Rock Festival. I giovani e il rock contro le mafie", via alla prima edizione

"Insieme per un Sorriso". Cena di beneficienza a Canonica a sostegno delle popolazioni del Camerun

A scuola di salute, la Regione approva lo schema di protocollo per favorire la lettura

Mercurio nel Paglia. Italia Nostra: "Dal focus dati allarmanti, occorrono ordinanze più restrittive"

Biglietto ridotto al Pozzo di San Patrizio per i possessori di "Umbria Green Card"

"OrvietoVIE, museo diffuso", affidata all'associazione "Orvieto Carta Unica" la gestione dei servizi

Caso quote Bpb, le rassicurazioni della presidenza del consiglio comunale

Risparmio energetico, il Comune entra in Consip. I primi interventi nel 2017

Arrivano gli autovelox, ecco dove. "Le postazioni attive saranno sempre segnalate"

Al Parco San Marco, decima edizione per "The Grove Festival"

Concerti estivi, spettacoli e incontri senza confini. I nomi in arrivo tra Umbria e Lazio

Al Santuario dell'Amore Misericordioso, secondo Convegno per Confessori

Non credere

Desiderandola

Baseball, i Rams concludono a testa alta il campionato di serie A

Pugilato, presentazione umbra per la squadra olimpica di Rio 2016

Al via "Tuscia in Jazz Festival". A Civita di Bagnoregio torna la Notte Bianca del Jazz

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni