opinioni

Orvieto, città ingrata che dimentica

martedì 20 giugno 2006
di Marco Conticelli
Dopo tanti anni ho assistito al passaggio del Corte Storico insieme a mio padre Marcello. Lui seduto sul suo trabiccolo donatogli da un amico fedele che non lo abbandonerà più di nome Parkinson, io, accanto, desideroso di conoscere i particolari di quelle armature, degli elmi, delle spade, degli scudi, delle balestre, del reliquiario, TUTTI FIGLI SUOI. E mentre raccontava, l’emozione lo attanagliava e piangeva, soffiava un vento di ricordi legati a quelle giornate, a quelle nottate trascorse insieme alla signora Pacini a “litigare” su come rifinire un elmo, su come disegnare uno stendardo. In quelle giornate, in quelle nottate è nato il Corteo Storico. Pochi lo hanno salutato, ma tra quei pochi ricordo con piacere una signora che ha voluto che i nipotini conoscessero chi, tanti anni prima, insieme alla signora Pacini ed a Sergio Riccetti, aveva creato tutto quello che in occasione del Corpus Domini vediamo sfilare per le vie di Orvieto. Mi dispiace, e sono sicuro anche a lui nonostante da sempre rifugga da ogni sorta di onore, che ogni anno ci si dimentichi di una persona che ha dato tanto alla città parlando attraverso i suoi lavori e, perché no, il suo “genio” di artista. Neanche una menzione sugli opuscoli in distribuzione il giorno del Corpus Domini, non un pensiero da parte di chi oggi ostenta l’arte che ha ereditato; credo che, anche se mai lo ammetterà, la cosa gli avrebbe fatto piacere. Già, Orvieto, città ingrata che spesso dimentica quei figli che più l’hanno amata!

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno