opinioni

Contro le accuse in merito alla Despina: un atto consequenziale e alla luce del sole

mercoledì 14 giugno 2006
di Marino Capoccia, Segretario Unione Comunale Orvieto
In relazione a quanto apparso su vari giornali telematici della nostra città esprimo la mia più forte e convinta contrarietà ad una rappresentazione infantile, tendenziosa e non veritiera della realtà di cui trattasi. La nota vicenda Despina di cui chiarirò il mio punto di vista non può minimamente rimuovere il grande lavoro programmatico e progettuale svolto in questi ultimi 18 mesi. La Conferenza Programmatica tenuta nel dicembre scorso è stato il momento più alto prodotto da una forza politica in questi ultimi 10 anni. Quel documento non è stato il frutto di una mente più o meno illuminata ma ha rappresentato invece una analisi dettagliata del tessuto sociale, economico, culturale e politico della nostra città e del nostro comprensorio a cui hanno partecipato le forze più vive della città. Analisi e soprattutto proposta: proposta di percorsi in grado di rilanciare e posizionare questa parte dell’Umbria dentro i grandi processi di modernizzazione che attraversano il nostro Paese e il mondo intero. La nostra missione è quella di governare il cambiamento non già in modo dirigistico ma con il pieno coinvolgimento di tutti coloro che hanno da dire qualcosa. Questo significa rilancio e potenziamento delle attività produttive, privilegiando la piccola e media impresa, utilizzando tutte le opportunità offerte, partendo dalla nuova zona industriale, finalizzata ad attivare oltre 200 posti di nuova e qualificata occupazione. Riconfermare il ruolo guida a livello regionale di città ad alto valore culturale, turistico e ambientale dove la qualità della vita dei residenti e dei visitatori primeggia a livello nazionale. Il nostro sforzo quotidiano è anche e soprattutto quello di promuovere una nuova classe dirigente e non solo politica, ma anche nelle professioni, nel mondo dell’impresa e nel tessuto sociale largamente inteso. Il continuare ad agitare e rappresentare temi complessi come quelli descritti usando categorie di ragionamento quali: accordi sotto banco, cordate, amici, nemici e via elencando, denotano non solo pochezza intellettuale ma anche quella rappresentazione tipica di paese di provincia. Ma per alcuni dei nostri interlocutori il tempo non è passato, l’orologio si è fermato a tanti anni addietro. Siamo dentro nuovi scenari, alcuni inediti, che hanno necessità di risposte nuove, moderne e soprattutto rispettosi di tutti e di ognuno. In proposito la individuazione del centro commerciale all’uscita dell’autostrada è stata più volte discussa alla luce del sole in seno al consiglio comunale ed inserita nel piano regolatore per cui, l’atto che si è chiamati ad assumere, non è altro che una conseguenza logica e necessitata anche in considerazione del fatto che nel frattempo è intervenuta una innovativa legislazione regionale nel settore commerciale. Oggi tale iniziativa è inserita all’interno di un progetto di riqualificazione del quartiere di Orvieto Scalo che consente di affrontare le criticità presenti in relazione alle questioni del traffico, con la grande e piccola viabilità, la pedonalizzazione e la messa in sicurezza soprattutto degli anziani e dei bambini, le piste ciclabili, i parcheggi, il verde, i collegamenti con Ciconia, il Parco Urbano del Paglia ecc. Su tutto la partecipazione dei cittadini da veri protagonisti nella progettazione. Quanto ai sospetti su accordi inconfessabili e presunti comitati di affari essi sono la palmare rappresentazione di chi non ha argomentazioni e ricorre all’indecente strumento dell’insinuazione calunniosa che nulla ha a che fare con la lotta politica, ma semmai ne rappresenta la degenerazione. Purtroppo il disprezzo delle regole nel confronto civile e la strumentalizzazione deformano una corretta informazione verso i cittadini.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 dicembre

"Far Web. Odio, bufale, bullismo. Il lato oscuro dei social" nel saggio di Matteo Grandi

Todi Magic Christmas. Tra luci e musica, il Natale dà spettacolo

Lectio Magistralis di Gianrico Carofiglio su "La Ribellione della Bellezza"

Taglio del nastro (arancione) a Palazzo dei Sette per la sede di Cittaslow International

Due incidenti stradali in due giorni

Ad "Arti e Mestieri Expo" vetrina natalizia per i prodotti della Tuscia

L'Istituto Agrario guarda al futuro. Cotarella all'inaugurazione della Cantina Didattica

Il Lions Club per il Merletto Orvietano. Catalogo generale e mostra tematica a Palazzo Coelli

"Sicurezza, Cittadini, Territorio" incontro con il Sottosegretario Bocci

Vetrya Orvieto Basket ospita la Favl per la prima di ritorno

"Prendere a Cuore" per favorire la prevenzione e la riabilitazione dei malati cardiopatici

"Imago VV". A Palazzo Coelli la presentazione del volume di Alberto Satolli

Per Maria Elena

Umbria al vertice del rapporto Istat su servizi prima infanzia

Fondo Beato Giacomo Villa, si conferma anche quest'anno

Open Day all'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "Bruno Marchino"

Precetto militare interforze nella Chiesa Cattedrale di San Lorenzo

Scuola aperta per tutti, l'Istituto "Dalla Chiesa" si mette in vetrina

Sportello UnitusJob, il ponte tra laureati e mondo del lavoro

I progetti presentati al V Premio Simonetta Bastelli esposti alla Mostra Internazionale di Architettura del Paesaggio

Chiuso in entrambe le direzioni il tratto della Strada Statale 685 delle Tre Valli Umbre

"Natale in Musica 2017". Eventi e concerti dal 16 dicembre 2017 al 28 gennaio 2018

Old Rock City Orchestra in gara su "Classic Rock Italia", come votare

"Salva la tua lingua locale", Rita Santinami tra i sette finalisti del concorso

"Tanti Lati Latitanti" al Lea Padovani. Viaggio nelle relazioni con Ale e Franz

Le giornate del merlo

La Zambelli Orvieto lotta, soffre e vince, battendo in trasferta il Club Italia

La Fidapa - Bpw Italy guarda al nuovo anno. A Orvieto, l'Assemblea del Distretto Centro

Trasferta a Villa Giulia per l'Ecomuseo del Paesaggio degli Etruschi

Il fascino nascosto di "Bagnoregio Underground". Conferenza e mostra a Palazzo Alemanni

I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

Notti sul ghiaccio alla Fonte del Rigombo, si pattina con "Acquapendente On Ice"

"Lavandaia Day" in compagnia della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia

Fumo bianco a "Le Crete", cittadini in allerta

Unitus, Beni Culturali restaura il Fonte Battesimale del Duomo di Viterbo

La Zambelli Orvieto assalta la prima posizione ospitando la Teodora Ravenna

Servizi alla sanità. Confindustria conferma presidente Nardi Schultze, Mazzocchini nel direttivo

"Stradabilia (prove tecniche per un festival di artisti di strada)". Musica con Rossella Costa Trio

In attesa di che

Inaugurato il Nucleo Alzheimer, "modello da esportare ed estendere in Umbria"

"Tu sei Bambino!". Doppio concerto per i cori parrocchiali di Montecchio e Guardea

Babbo Natale a Piazza degli Aceri, festa con l'associazione Ciconiaviva

Vetrya: l'Università della Tuscia presenta i lavori del programma "Semestre in Azienda"

Forestale alla discarica. SAO: "Solo vapore acqueo"

Un re folle

Dopo Orvieto, Voyager fa tappa anche a Viterbo

Orvieto e Perugia insieme per la candidatura unitaria della "Spur - Città Etrusche" al Patrimonio Unesco

Tredicesima seduta del consiglio comunale. In otto punti l'ordine del giorno

"Sacro e Profano". Sergio Canonici espone alla Torre dei Monaldeschi

La Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi" si fa salotto per "Le Streghe"

Al Concerto di Natale alla Camera dei Deputati vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma

Giornata di solidarietà per i più piccoli a San Pellegrino di Norcia

"Natale al Fanello". Musica e danza, aspettando Babbo Natale al mercato straordinario

A Orvieto Scalo si inaugura "La Natività dei Giardini"

Sonorità argentine a Palazzo dei Sette, anteprima per "Orvieto Tango Festival"

In mostra a Civitella del Lago due rarissime stampe ritraenti Orvieto e Amelia

"Sfilata e Aperi....Piero (Aperitivo)...e Tanto Altro"

Le labbra, mio Dio, l'aspide

Al Muzi, l'Orvietana ritrova la Clitunno

Raccolta differenziata, Orvieto balza dal 44% del 2014 al 70%