opinioni

Usura, un fenomeno dai vecchi e nuovi risvolti

domenica 23 aprile 2006
di Fausto Cerulli
Una volta tanto non mi sento di fare dell段ronia. Mi riferisco al problema dell置sura nel comprensorio orvietano. La Procura della Repubblica sta indagando sulla vicenda di un povero cristo che qualche anno fa si suicidato perch vittima degli strozzini e che prima di ammazzarzi, a quanto pare, lasci nero su bianco nome e cognome di chi lo costringeva ad una sorta di eutanasia. Per quel poco che so di diritto, il nostro codice prevede un reato che poco frequentato dalla giustizia e che parla di istigazione al suicidio. Mi permetto di suggerire anche questa ipotesi di reato agli inquirenti che indagano sulla vicenda, e che - non mi accusate di essere maniaco - mi richiama da presso la vicenda Gaddi, sia per la vicinanza cronologica, sia perch - stando a quello che leggo sulla stampa locale, la Procura di Orvieto starebbe indagando anche su un filone calabrese. Quello stesso filone che io inutilmente sottoposi alla Procura di Viterbo, in relazione al suicidio (omicidio?) dei coniugi Gaddi. Io non ho nessun preconcetto nei confronti dei calabresi in genere, ne ho anzi difeso molti dinanzi a diversi Tribunali italiani; ma i cognomi di molti calabresi abitanti nel viterbese mi richiamano cognomi molto famosi della 創 drangeta. Recentemente la giustizia orvietana si occupata della vicenda di un commerciante napoletano, il cui negozio fu oggetto di uno strano incendio. Anche in questo caso risulta da notizie e foto divulgate dalla stampa locale che il malcapitato commerciante partenopeo sarebbe stato vittima della camorra, a cui si sarebbe rifiutato di pagare il pizzo. Questi fenomeni, presi nel loro insieme, inducono a ritenere che il pacifico comprensorio orvietano sia attualmente oggetto, come del resto tutto il territorio nazionale, da una infiltrazione malavitosa. Non credo con ci di rendermi responsabile di divulgazione di notizie coperte da segreto istruttorio, ed in questo senso vorrei rassicurare i Direttori dei giornali, on line o meno, che ospitano i miei modesti scritti. Al di l, comunque, delle infiltrazioni malavitose nel settore dell置sura, credo di non dire niente di nuovo se faccio presente che nell弛rvietano proliferano diversi individui che non disdegnano di dedicarsi, accanto a normali attivit, anche al meno normale e pi redditizio strozzinaggio. Si tratta in genere di strozzini di piccolo cabotaggio, la cui attivit non comunque meno infame. Diversi di loro sono stati processati, ma se la sono cavati, quando ritenuti colpevoli, con pene irrisorie, senza scontare un giorno di carcere, e senza sentirsi affatto intimiditi o indotti a ravvedersi dalle ridicole pene subite. Nessuna colpa, ovviamente, pu essere ascritta ai giudici, che non fanno altro che applicare le pene previste dal codice, e che non possono dar corso a tutta quella serie di scappatoie legali - patteggiamento, giudizio abbreviato ecc.- che fanno del nostro sistema giurico il pi garantista del mondo, a meno che non ci si trovi di fronte ad un extracomunitario beccato con tre grammi di eroina, o ad un ladro di auto che non sia in grado di pagarsi un avvocato decente. Se a ci si aggiunge che il reato di usura uno dei pi difficili da provare, in quanto in genere l置suraio non cos scemo dal sottoscrivere un contratto con l置surato, ritengo che l誕llarme nei confronti del problema debba essere tenuto vivo, e che si impongano anche precise e drastiche revisioni delle norme vigenti, se non altro in relazione alla entit delle pene previste per un reato che non esito a definire mostruoso. Dopo la morte dei coniugi Gaddi, e sull弛nda dell弾mozione suscitata da quell誕vvenimento, furono istituite diverse provvidenze e diversi fondi che avrebbero dovuto consentire ad un cittadino vittima dell置sura di essere aiutato se non altro economicamente ad uscire dal terribile tunnel. Non mi risulta che dette istituzioni abbiano mai seriamente funzionato. Anche e soprattutto perch le vittime dell置sura, per paura di ritorsioni o ricatti, non hanno neppure fiducia di rivolgersi alla giustizia: figuriamoci se si rivolgono ad istituzioni private, una delle quali, se la memoria non mi inganna, aveva tra i suoi promotori nientepopodimeno che il mio collega Avv. Taormina. Generalmente occupato, per sua legittima e sacrosanta scelta professionale, a difendere gli imputati e non le vittime di un reato.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 ottobre

"Il potere e la sventura - Orvieto in tempo di peste e di spagnola". Presentazione dell'ultimo libro di Tiziana e Nello Riscaldati

Possibili disservizi nel trasporto pubblico a causa dello sciopero di venerdi 23 ottobre

Buon lavoro Cecilia! Soddisfazione di Emily Umbria per la nomina di Cecilia Stopponi a Segretario del circolo di PRC Orvieto

Con "La bambina cieca e la rosa sonora" si apre la rassegna teatrale di "Migrazioni". Ultime ore per l'abbonamento ai 7 spettacoli

Venti Ascensionali 2009. Gli appuntamenti di sabato 24 e domenica 25 ottobre: "Il cielo in una stanza" e "Jazz Evening with...08 Trio"

Concina apre la conferenza "Territorio e Sostenibilità"

Dutch Kadaster pinpoints Orvieto as geographic centre of Italy

Linux Day '09. Sabato 24 ottobre ad Orvieto la giornata del software libero

Lamberto Bottini venerdì a Orvieto per chiudere la campagna elettorale di Bersani. Incontri anche ad Allerona e a Fabro

Domenica 25 ottobre al Teatro Mancinelli, concerto di chiusura del Festival Valentiniano

Formazione e Lavoro. Uno sportello di orientamento per i cassintegrati, Polli e Paparelli incontrano i sindacati

Avviate le attività di contenimento degli storni per salvaguardare le produzioni dell'olivo

"Sistemare la provinciale Fabro-Allerona". Interrogazione di Francesco Tiberi in Provincia

Lettera aperta del Vice Sindaco e Assessore alla sanità, Massimo Rosmini, in replica alle dichiarazioni dellツ弾x Direttore Generale dellツ但SL 4 Imolo Fiaschini

Primo decesso in Umbria per Influenza A. Nessun allarme per la popolazione

Melodie del cuore per fare prevenzione. Concerto in onore della Giornata Mondiale per il Cuore

Domenica 25 ottobre Primarie del Partito Democratico. Regole, liste, dislocazione seggi

In centocinquanta al "San Francesco" di Orvieto a sostegno di Bottini e Bersani

La mozione Bersani Bottini sul disagio della scuola