opinioni

Lettera aperta di Massimo Morcella a Forza Italia

venerdì 24 febbraio 2006
di Massimo Morcella
La vicenda umana e politica di Luca Coscioni mi impone una riflessione, doverosamente da esternarsi ad alta voce ed altrettanto doverosamente diretta a tutti gli amici che in questi anni di impegno politico, al di l delle inevitabili differenziazioni interne, hanno condiviso un progetto civico e un grande ideale di libert. E giunto il momento della chiarezza. E giunto il momento di porsi interrogativi non pi differibili. E giunto il momento di chiedersi se, allinterno di Forza Italia, la componente laica e liberale, che tante speranze in molti di noi aveva suscitato nellormai lontano 94, sia ancora viva, seppur relegata in qualche recondito anfratto di coscienze assopite. Amici, non vedete che oggi, nel movimento, c chi si sente orfano? Non vedete che i contrappesi interni non svolgono pi la loro funzione? Non sentite la necessit di riaffermare quel magico equilibrio tra culture diverse, che aveva caratterizzato la entusiasmante ed indimenticabile fase genetica del partito? Lessere liberale, cari amici, una connotazione personale che non risente delle distinzioni politiche. Il liberale non n di destra n di sinistra, soltanto colui che persegue il bene dellindividuo per il tramite della sua assoluta autodeterminazione. Cos come la laicit, al di l delle credenze religiose o scettiche di chi la professa, soltanto indice di un pensiero capace di distinguere ci che pu essere dimostrato da ci in cui si pu credere. Essa, quindi, come pura modalit di pensiero, non si presta ad essere catalogata allinterno di asfittiche classificazioni politiche. Non basta, amici carissimi, il liberismo da intendersi quale pura teoria economica. E necessario dare attuazione, anche soprattutto, ad un liberalismo che sia politico, civile, culturale ed etico. Poter decidere come mettere al mondo i nostri figli; poter decidere come curarsi; poter decidere come vivere e, perch no, come e quando morire: non sono forse queste prerogative di un uomo libero che, come tali, prescindono dalle classificazioni dettate dal legame partitico? Perch dunque lasciare ai nostri contradditori politici il diritto di arrogarsi la gestione esclusiva di siffatte competenze? Perch lasciare che la sinistra si faccia paladina incontrastata dei diritti civili? Perch, infine, appiattirsi su posizioni, spesso imposte dallesterno, che inevitabilmente feriscono la sensibilit culturale di buona parte di noi? Con sincerit e con grande sofferenza vi chiedo da ultimo: c ancora un posto nel nostro movimento, per tutti coloro (e sono tanti) che hanno una siffatta visione delle cose? Attendo risposte, cari amici. Massimo Morcella

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 novembre

A piedi sul "Sentiero dei Vigneti", camminando nella storia con l'Asds Majorana

La Fondazione e la sua partecipazione in Cassa di Risparmio di Orvieto Spa

"Cultura per il No Profit". Un bando per la gestione di tredici gioielli demaniali

Pressing della minoranza, "Sia Orvieto la sede della stazione MedioEtruria"

Nebbia di me

Zambelli Orvieto con grande concentrazione al derby di San Giustino

Ode per la ragazza del Discount

Dentro questo mio accanito desiderio

Caterina Costantini e Lucia Ricalzone al Boni con "Il Club delle Vedove"

Finisce nel fiume Paglia, in buone condizioni l'operaio salvato dai vigili del fuoco

"La rivoluzione giovanile del '68" apre l'anno del Centro di Studio "Bonaventura da Bagnoregio"

Azzurra, Ipc Srl è match sponsor del prossimo turno di campionato

Nuove prospettive turistiche dalla valorizzazione della Via Romea Germanica

Piano di tutela delle acque, la giunta regionale preadotta l'aggiornamento

"Van Gogh Shadow", la cultura multimediale in mostra a Palazzo dei Priori

Sisma, riunione fra Regione, Protezione Civile e Anas per ripristino viabilità

Il Comune incontra i cittadini. Il quarto appuntamento è a Torre San Severo

Glicine dunque

Il Comitato Risparmiatori risponde alla Fondazione Cro

Si presenta il "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile"

Insieme per dire basta alla violenza sulle donne. Iniziative a Orvieto, in Umbria e a Roma

"La Via della Misericordia nel Lazio. Immagini e riflessioni nell'anno del Giubileo e dei Cammini"

Ferraldeschi (Storia e futuro): "Un'amministrazione comunale che non c'è"

All'Unitre si presenta il libro "Sopportare pazientemente le persone moleste"

Unioni civili. Scontro al calor bianco tra M5S e Sel in consiglio

Sosta gratuita per quattro ore dal 14 dicembre. "Identità e Territorio" contraria

La Regione in campo con 12milioni di euro per il bacino del Paglia, ora la speranza è che partano i lavori

Elezioni Regionali: il Pd ha deciso di concedere il bis a Catiuscia Marini

Caso licenza ex Coop, il Comune batte i pugni: "Non siamo intenzionati a concedere proroghe"

Prima seduta del Cda del Centro Studi: Carlo Mari eletto presidente

Percorso di formazione “Fede Bene Comune - Nuova Civitas”, un momento di approfondimento e riflessione

Dalla chiusura del Giubileo un progetto di speranza e sostegno per l’Oratorio parrocchiale grazie al Rotary di Orvieto

Battipaglia – Azzurra Orvieto: 79 – 59. Rimbalzi difensivi, palle perse e altro fanno la differenza

"La Chiesa dei poveri. Dal Concilio a papa Francesco". Si presenta a Orvieto il libro di monsignor Bettazzi

Completati i lavori di adeguamento del depuratore. Venerdì l'inaugurazione

La tv tedesca racconta in un documentario come Orvieto si salvò dai bombardamenti

Omphalos: "In una città che sostiene tutte le famiglie si vive meglio"

La Compagnia del Limoncello porta in scena "Cercasi Scalandrino"

La figlia di Aldo Moro al convegno della Polstrada: "Lo Stato siamo tutti noi"

Enel effettua taglio piante e deramificazione nei pressi delle linee elettriche