opinioni

Eurochocolate viene meno. Quell’amaro cioccolato che non fa bene a nessuno…

mercoledì 14 dicembre 2005
di Laura Ricci
Doveva essere la novità dell’anno la sponsorizzazione di Umbria Jazz Winter, annunciata con grande soddisfazione in conferenza stampa a Orvieto dagli organizzatori, e da Eugenio Guarducci in persona con grande garbo:
“Abbiamo aderito con piacere e curiosità non perché Eurochocolate abbia bisogno di propagandare il suo marchio, ma perché, noi che siamo settore commerciale, vogliamo sostenere un settore culturale e, essendo nati da poco, anche imparare da una grande macchina organizzativa come Umbria Jazz. Parteciperemo all’evento con una piccola nota di dolcezza, lasciando il dolce in bocca agli appassionati del jazz”.
Erano state queste le parole dell’architetto Guarducci, che aveva espresso l’intenzione di voler contribuire alla manifestazione in modo delicato e raffinato, come a una manifestazione dello stampo di Umbria Jazz Winter si addice. E invece una polemica tutta perugina, e forse anche molto personale fra “star” che hanno voluto mantenere il punto d’orgoglio, ha finito per nuocere all’insieme dell’evento.

Si tende a minimizzare e, giustamente, a tenersi fuori dal diverbio di carattere personale.
Da un lato lo fa l’Associazione Umbria Jazz, dichiarandosi estranea alla polemica tra il presidente di Eurochocolate e il direttore artistico di Umbria Jazz su come utilizzare in futuro gli spazi perugini: “faremo a meno del cioccolato – si afferma - alimento che, peraltro, come raccomandano i nutrizionisti, va preso a piccole dosi”, e ancora “è la prima volta che uno sponsor rinuncia al suo ruolo e smentisce i suoi impegni dopo la conferenza stampa di presentazione del festival, in cui quella presenza era stata ufficializzata. Ancora più singolare ci sembra che questa rinuncia sia da attribuirsi ad una poco interessante polemica, sempre via stampa, fra il presidente di Eurochocolate ed il direttore artistico di Umbria Jazz… E prendere questi personali interventi come motivazioni per annullare impegni presi verso la manifestazione, l' associazione e soprattutto il Comune di Orvieto, sembra una mossa pretestuosa della quale ci rammarichiamo”.

Dall’altro, con meno ironia e con pensoso rammarico, lo fa il vice sindaco del Comune di Orvieto e assessore ai grandi eventi Carlo Carpinelli, che ha anche tentato di mediare la spiacevole situazione e di placare gli animi.
“Non vogliamo scendere a livello di questioni tutte perugine che non ci riguardano – dichiara a Orvietonews – e neanche dare giudizi su una polemica artificiosa alla quale siamo estranei. Certo il disappunto per il ribaltamento di un impegno c’è, e anche un certo fastidio nel pensare che una situazione relativa a Perugia abbia finito per danneggiare Orvieto. Va detto tuttavia che 15 mila euro, in una grande manifestazione come Umbria Jazz Winter, costituiscono una cifra molto relativa che, rassegnandoci, cercheremo di supplire in altro modo. Quello che preme ora è il valore culturale e artistico della manifestazione, che è di alto livello, un livello che permane e che verrà assicurato in ogni modo.”

Il più rammaricato è di certo l’amministratore di Multiservice, Luca Puzzuoli, che aveva procurato questo e altri sponsor (Ferrarelle, Trenitalia, Coar Alfa Romeo, Getam); e si dice rammaricato per vari motivi.
Anche in questo caso il rammarico che una questione perugina abbia inciso negativamente sulla Città di Orvieto, ma in aggiunta altre considerazioni a livello aziendale ed economico. “La Multiservice è molto danneggiata da questo fatto – afferma –e non solo e non tanto per un danno economico immediato, ma per i progetti di futura collaborazione che, come azienda, avevamo pensato di incentrare intorno a Eurochocolate e a un personaggio come Eugenio Guarducci.”
“Non so se ci si rende bene conto – continua Luca Puzzuoli – di quale effetto boomerang questa circostanza produca, da un punto di vista economico, per il futuro. Quando un’azienda lavora sulla ricerca di sponsor, uno sponsor di questa portata che viene a mancare, soprattutto per una polemica con chi organizza, crea e creerà, per la futura ricerca di sponsor rispetto alla manifestazione, minore credibilità e affidabilità. Carlo Pagnotta è un grande, ha avuto questa geniale trovata di Umbria Jazz e sa organizzare, ma non si può pensare che il rapporto con gli sponsor non sia importante e non richieda pazienza e fair play.”
”Al di là di tutto – conclude Puzzuoli – dispiace anche che il lavoro di approccio, durato mesi, sia stato vanificato così bruscamente e che sia mancato Eurochocolate, che in fondo costituiva la vera novità della manifestazione, una novità che sarebbe stata una sottile e discreta chicca, un tocco di classe e di particolarità”.
Insomma, non lo dichiara apertamente Luca Puzzuoli, ma in fondo in fondo forse pensa che queste scuse ufficiali Carlo Pagnotta, per il bene di tutti, avrebbe anche potuto farle.

Dall’esterno la questione sfumerà, come ogni notizia, verso il naturale oblìo, magari per essere resuscitata, se opportuno, in qualche altra occasione; ma di certo non fa onore a nessuno, serve giusto a riempire le cronache.
A me, inguaribile “letterata”, fa venire in mente il grande Marcel Proust, che peraltro era molto raffinato e mondano: quando più volte nei suoi scritti ha affermato che i grandi vanno valutati dalle loro opere, non dalle loro vite, che possono essere fin troppo umane, imperfette, bizzose. Umbria Jazz Winter è una geniale opera; Eurochocolate, su un diverso piano, altrettanto… quanto alle umane vite, bhè, lasciano un po’ di amaro in bocca…

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 maggio

Il tramonto della Rupe, la storia di Margherita Aldobrandeschi tra le "Donne di potere"

Da Bolsena a Orvieto per la 22esima edizione della Marcia della Fede

Sosta vietata

Festa grande per i 40 anni del gruppo sportivo "Colonnetta Calcio"

"Allerona Petit Tour". Tra i sentieri e le strade del vino in mountain bike

Piloti orvietani pronti alla sfida sulle Alpi Carniche

I Comuni del Sistema Bibliotecario "Lago di Bolsena" e il ricordo della Grande Guerra

Ciao Sergio, "Sit tibi terra levis"

Eseguiti altri interventi di pulizia della rupe. "Linea dura contro chi abbandona rifiuti"

Via ai lavori lungo la Strada della Stazione. Prorogati quelli in Via Alberici e in Via Ghibellina

Buone pratiche per la prevenzione dei fenomeni infortunistici, protocollo d'intesa tra Usl e Inail

Il Centro socio-riabilitativo "Capotorti" partecipa a "Marelibera" 2018

Giacomo Gusmano nominato presidente della Sezione di Terni dell'Ancri Umbria

Angelo D'Acquisto a Taormina. Lo chef rappresenta l'Umbria a "Cibo Nostrum"

Pino Strabioli alla giornata di chiusura del progetto scuola "A spasso con Abc"

Carenza di personale sanitario. Zeno (Pci): "La situazione è grave"

Nasce "Cantiere Orvieto". Emilio Casalini presenta "Cantieri di Narrazione Identitaria"

Gino Roncaglia presenta il libro "L'età della frammentazione. Cultura del libro e scuola digitale"

Meeting di cosplayer, arrivano i protagonisti di "Assassin's Creed" e "Il Trono di Spade"

"UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune". Sei città, un intreccio di eventi

"Rilanciare la stagione della prevenzione strutturale per aumentare la sicurezza"

L'Orvietana libera Fatone, non sarà lui il tecnico per il prossimo campionato

Civita di Bagnoregio protagonista alla Biennale di Architettura di Venezia

Chi vincerà le elezioni regionali in Umbria

Premio "OrvietoSport" 2015. Tutti i premiati, le menzioni speciali

"Orvieto in Fiore", anche senza sole. Al S.Maria della Stella il Palio della Palombella

Grazia Di Michele in visita a "Oltre la finestra". Allestimento prolungato fino al 2 giugno

Falsi maiali biologici, nel mirino un allevamento orvietano

Al Palazzo dei Congressi convegno su "Cento Anni di Grande Guerra in Italia"

Servizi intensificati in occasione della Pentecoste. Denuncia e foglio di via per due nomadi

L'Asd Tennis 90 organizza l'edizione 2015 del Circuito dell'Olio

Francigena Marathon da Acquapendente a Montefiascone. Oltre 700, gli iscritti online

La tre giorni didattica inserita nel progetto "Approccio multidisciplinare al sito archeologico di Carsulae" fa centro

Carta costituzionale e bandiera italiana ai 18enni per la Festa della Repubblica

Castel di Fiori profuma per l'edizione 2015 di "Archeoflora"

Seconda edizione per il mercatino delle eccellenze

Cena elettorale a San Venanzo, al centro del dibattito il degrado della SS 317

In tanti alla "Giornata della Salute". Parola d'ordine: prevenzione

Amanda Sandrelli al Mancinelli per "Oscar e la dama in rosa"

Posti ancora disponibili per il seminario teatronaturale#01

Oggi i funerali di Beatrice Orsini

Incontro al Palazzo dei Sette su "Droga, doping e adolescenza. Che fare?"

Al Palazzo del Popolo, via al convegno "I linguaggi del corpo alla luce del contributo delle Neuroscienze e della Esperienza Ipnotica"

Sottoscritti i contratti di locazione del Belvedere e di comodato gratuito per l'ex scuola di Corbara