opinioni

Riordino ospedale: soddisfatti “ma de che” ?

martedì 15 novembre 2005
di Guido Turreni, Coordinamento FI
Perdonerete certamente l’incipit dialettale, ma questa è la prima genuina reazione che è emersa in me dalla lettura delle paradossali affermazioni dell’Assessore Stopponi, che, (udite! udite!) si è dichiarata soddisfatta per la chiusura del reparto di geriatria, per una “sensibile” riduzione dei posti letto nell’ospedale, e per le solite promesse da marinaio avute in cambio dalla ASL.
Di promesse infatti ne sono state fatte fin troppe e tutte puntualmente smentite: da quelle di Bracalente, a quelle contenute nel piano sanitario regionale (PSR), per finire con quelle contenute piano attuativo locale (PAL).
La ASL, la Regione e chi per loro hanno oramai una credibilità pari a zero, che solo un grande ingenuo, o qualcuno che è in malafede, può spacciare per verità, e la prova delle bugie e delle vane promesse è contenuta proprio in quei documenti amministrativi.
Complimenti (ironici) quindi all’Assessore, e all’Assemblea dei Sindaci per il risultato ottenuto, per la “brillante” opera di difesa svolta nei confronti della nostra sanità, complimenti che vorranno sicuramente fare anche tutti i numerosi anziani orvietani e dell’interland che ringranzieranno sentitamente per averli privati del reparto (geriatria appunto) che più si occupa di loro e dei problemi che più li riguardano da vicino.
E’ questa la difesa dell’aziano che hanno in mente a sinistra, questa è la difesa “del sociale” con cui si incensano agli occhi degli elettori.
Se c’era infatti bisogno di potenziare un reparto, in relazione alle condizioni demografiche del territorio, questo era proprio il reparto di geriatria.
Di più: se c’era la necessità di riprogrammare la politica sanitaria orvietana per sprovincializzarsi, per creare magari un polo all’avanguardia in una branca della medicina su cui puntare, questa era proprio geriatria.
E invece ci siamo accontentati di “monitorare l’azione dell’ASL”, di incontrare “costantemente” i sindacati, i lavoratori e gli utenti, come se ci fosse ancora bisogno di rendersi conto della situazione reale.
E’ questa “la consapevolezza dei problemi che ci può riappropriare della capacità di incidere nelle scelte”?
Stiamo freschi !
Quello che mi chiedo e vi chiedo è questo: c’è vera democrazia ad Orvieto?
I politici locali vengono veramente giudicati dagli elettori in base ai risultati che ottengono?
Perché è ovvio che in qualsiasi paese in cui la gente ha libertà di giudizio (e di voto) una situazione come quella dell’Ospedale di Orvieto dovrebbe spingere chiunque a voltare le spalle ad una classe dirigente incapace non tanto di ottenere un qualche risultato, ma addirittura di battersi e di protestare per il diritto alla salute dei propri cittadini.
La responsabilità di simile disastro è dunque in primo luogo dell’Amministrazione locale, Sindaco in primis, Assessore e Conferenza dei Sindaci poi, che sono totalmente incapaci di proporre, di ideare e di progettare soluzioni alternative alle chiusure, e persino di protestare.
Ma poi c’è la responsabilità di quella parte rilevante di orvietani che li continua a votare, alle elezioni Comunali e soprattutto alle Regionali.
Una responsabilità solo attenuata dalla paura, dal clientelismo e dalla rassegnazione.
Una mentalità cultural-politica-sociale che va cambiata nell’interesse di tutti noi.
Ma dobbiamo essere noi cittadini per primi che vogliamo sperare, che vogliamo cambiare, nella consapevolezza di dover prima o poi usufruire tutti delle nostre strutture sanitarie.
Dobbiamo fare la nostra parte e chiarire a chi dice di essere di sinistra che ciò che viene spacciato per un successo è l’ennesimo fallimento della politica sanitaria orvietana, l’ennesima chiusura irrazionale ed ingiustificata, la cui responsabilità va ricercata in chi ci governa localmente, a livello comunale e regionale.

Commenta su Facebook

Accadeva il 12 dicembre

"Un Natale con i fantasmi" al Piccolo Teatro Cavour

Torna la Maratona Telethon, per sostenere la lotta alle malattie genetiche

Diciottesima edizione per "Porano nel Presepe"

Dedicata ai più piccoli l'edizione invernale della Festa dello Sport

Dopo di Noi, 2 milioni di euro per interventi e servizi per l'assistenza

Salci continua e continuerà a vivere sui social

"Incontri Natalizi 2017". Mostra d'arte e solidarietà al Museo Diocesano

Liste d'attesa e problemi a non finire. Pci: "Delusi dall'atteggiamento della politica"

Lavori straordinari alla rete idrica, possibili disservizi ad Orvieto Scalo

Piano Neve per la Stagione invernale 2017-2018. Consigli utili ai cittadini

"Minori stranieri non accompagnati, risorsa per la riqualificazione dei centri storici"

Gabriele Cirilli fa tappa al Teatro Boni con "#TaleEQualeAMe...Again"

Impianto a biomasse, i motivi del ricorso al Tar al centro di un incontro

La Zambelli Orvieto raccoglie le energie per ospitare Ravenna

"Il borgo si illumina", un percorso di presepi artistici nel centro storico

In provincia di Terni immigrazione stabile negli ultimi anni, freno allo spopolamento

Beni storico-religiosi, il Comune illustra al vescovo le priorità nel recupero

Karate, Coppa Nazionale Confederata. Il risultato del lavoro congiunto di Fik e Fiam

Dalla TeMa, l'invito a diventare soci per sostenere la cultura

La Azzurra ci crede, la partita è sua

Auto si ribalta lungo la Strada della Stazione a causa della pioggia

L'adesione del Polo Museale dell'Umbria al convegno

Dialogo in qualche Paradiso

"Frantoi Aperti in Umbria", in archivio l'edizione del ventennale

I "Pescatori notturni" di Romeo Mancini a Palazzo della Penna per "Le ragioni dell'arte"

Sesta edizione, nuovo percorso per "Montalto di Castro accoglie il Bambino Gesù"

Il Mise riconosce Viterbo "città di antica ed affermata produzione ceramica"

"Concerto di Natale" nel Castello Boncompagni Ludovisi di Trevinano

Proiezione di "S is for Stanley" alla presenza del regista Alex Infascelli

Scaricabile "Pieve FilRouge", l'App turistica per scoprire il patrimonio culturale

Sandro Baldoni presenta il film "La botta grossa. Storie da dentro il terremoto"

"Un balcone sul Lago di Corbara". Tra Salviano e Scoppieto, con sosta all'Ovo Pinto

Furti, spaccate e falsi incidenti: il lato "oscuro" del Natale

I vicoli diventano toilette per cani, scoppia la protesta

A Spagliagrano ritiro mensile del clero della Diocesi di Orvieto-Todi

L'Orvietana rallenta, a Giove è pareggio

Grande accoglienzaa Giove, il volto migliore del calcio

Una Vetrya incerottata spreca nell’ultimo quarto

Griffe false, finanza sequestra 6000 capi nell'orvietano

Week end di normale “pazzia” futsalistica per l’Orvieto Fc

Acqua e rifiuti, le scuole visitano gli impianti della provincia

"D'oro e d'argento", rassegna corale di beneficenza al Teatro Boni

Investimento territoriale integrato, ora si passa alla fase operativa

Inaugurati i lavori di Rotecastello, migliorata l'accessibilità al borgo

Semmai un giglio

La Zambelli Orvieto corre forte e semina il San Lazzaro

Orvieto Cittaslow come esempio di turismo culturale a Berlino

Il "frottolo" fiorentino, ovvero: "Chi è causa dei suoi mali..."!

Marta

Parco Nazionale dei Monti Sibillini: rischi lungo i sentieri dopo il sisma, ma non in tutti

Flavio dei miracoli

Risate&Risotti compie dieci anni, in viaggio tra buona cucina e divertimento

La piazza della fontana nascosta

Tradimenti

Cinquanta presepi, mercatini e Babbi Natale in Harley Davidson per le feste

In distribuzione le tessere per i parcheggi gratuiti

Attivata la rete Wi-Fi gratuita in tutto il centro storico

Il Corporale di Orvieto in onda su Rai2 per "Voyager, ai confini della conoscenza"

Controlli intensificati per il Ponte dell'Immacolata, ecco gli esiti

"The Bus Driver is Drunk". Musica live in Piazza della Repubblica

A Castel Viscardo e nelle frazioni si accende il Natale, nel segno della solidarietà

"19 note per un sorriso". Beneficenza insieme a Massimiliano Varrese

Rapina lampo al Monte dei Paschi di Siena, in manette il ladro

Germani rimodula la squadra e va avanti

Senso unico in Via degli Ulivi per lavori urgenti di manutenzione straordinaria della rete idrica

Celebrazioni liturgiche del Natale, tutti gli appuntamenti in Duomo

Selargius spaventa la Azzurra Ceprini

"Un dono per un dono". Mercatino della Croce Rossa in Piazza Gualterio