opinioni

Cogliamo il caso Benano come occasione per sviluppare agricoltura e turismo

sabato 20 agosto 2005
di Giampiero Rosati, presidente CIA Orvieto
E' stata già chiamata, forse a torto, la “crisi” di ferragosto: sarebbe più giusto parlare di risveglio politico in qualche modo provocato dal caso della cava di Benano che andrebbe colto come una grande e nuova occasione per Orvieto, la sua gente, il suo territorio. Oggi si è finalmente aperto un fronte, un fronte di dibattito chiaro, franco, fatto di un linguaggio per alcuni desueto, quello dei cittadini che tornano nelle piazze, a confrontarsi, a ritrovarsi insieme, a parlare e a farsi ascoltare. Questa forte spinta popolare ha fatto sì che la giunta comunale riesaminasse una vicenda che sembrava archiviata, orientandosi a cancellare dal Piano Regolatore un'area estrattiva sull'Altopiano dell'Alfina, fra terreni agricoli curati e coltivati da generazioni, in mezzo a casali ristrutturati di fresco e restituiti alla loro originaria bellezza, a ridosso di un piccolo borgo che domina la fertile valle di Benano.
Era molto tempo che non accadeva che una scelta così sofferta scatenasse un tale fervore propositivo che da questo momento deve tradursi in nuove scelte politiche all’insegna della discontinuità. Qualcosa può cambiare ma bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare alla costruzione di un nuovo modello di sviluppo del territorio che vada di pari passo con un mutamento di mentalità permettendo ai cittadini di entrare nella cosiddetta stanza dei bottoni, per troppo tempo chiusa ad ogni spinta esterna. Orvieto deve mutare pelle e fare un'inversione di marcia coraggiosa: è inconcepibile pensare di finanziare lo sviluppo con discariche e cave. Si possono e si devono percorrere altre e innovative strade come stanno facendo e hanno fatto, anche piccoli ma prestigiosi comuni della Toscana.
La foglia di fico che sta cadendo è quella di una occupazione che non c'è ma che è stata brandita come una spada per giustificare operazioni spregiudicate sul territorio. Noi agricoltori di Orvieto, insieme alla Cia Umbra, abbiamo smontato questo teorema, a fronte di una occupazione molto modesta, quasi inesistente, si distruggerebbe un territorio vasto compromettendo per sempre le sue potenzialità, i suoi equilibri, la sua storia. L’industria, a livello nazionale, è in crisi come dimostrano le difficoltà di distretti di grande tradizione, dal tessile a Prato al calzaturiero nelle Marche. La flessione della produzione, in questi settori, è stata del 7,1% nei primi tre mesi di quest’anno (dati Unioncamere) mentre il fatturato è calato del 6%. Di contro nel 2004, stando all’Istat, l’agricoltura ha mostrato evidente vitalità con un aumento degli occupati di 23 mila unità e con un contributo in termini di crescita al Pil del 10,8%.
Noi pensiamo che per ottenere un vero sviluppo sia necessario puntare a esaltare la vocazione naturale di ogni singola area, cercare di promuovere un turismo stabile e di qualità e non un turismo di rapina e di massa, far nascere un'agricoltura che scavalchi vecchi schemi assistenzialisti, indicare nuove percorsi e nuove strade alle generazioni di domani. Le nostre campagne, che si stanno sempre più riqualificando con cospicui investimenti privati, non possono essere saccheggiate: si tornerebbe al passato, al degrado, ad una inedita povertà che ricadrebbe su tutti noi. Pensiamo invece al territorio come chiave per accedere a grandi risorse, lavoriamo insieme per difenderlo, valorizzarlo, esaltarlo come merita. Non svuotiamo di contenuti quel marchio Umbria, riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Dobbiamo fare uno sforzo per fare di questa regione un polo d’attrazione capace di competere con le sfide lanciate dalla globalizzazione: turismo, commercio, industria, agricoltura devono essere riqualificati per dare risposte adeguate e coerenti in un mercato che pone domande precise. Nell’immaginario collettivo l’Umbria rappresenta il mondo del buon vivere, calata come è in una cornice suggestiva e incontaminata. Da qui è utile ripartire per non tradire le aspettative comuni, le vocazioni naturali e le radici storiche e culturali di questa terra: questo lo “start point” per creare una ricchezza reale e duratura.
Spezziamo i vecchi giochi di potere, diventando protagonisti di mutamenti radicali, partecipiamo al governo della città con le idee giuste senza nasconderci le difficoltà ma consapevoli che le piccole e grandi conquiste si raggiungono passo dopo passo. Guardiamo al domani pensando alla formazione di nuove classi dirigenti in grado di ascoltare la voce della loro coscienza, pensiamo ai giovani che chiedono più cultura, più partecipazione, più lavoro. Ed è sintomatica la voce dei ragazzi diessini che plaudono al ritorno della politica partecipata, della politica pulita che non si identifica con il potere, ma con la trasparenza, l'intelligenza, con il coraggio delle scelte e con la capacità di gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 giugno

Chiusura dell'ospedale, si attende la decisione del Tar dell'Umbria

L'Unitre di Orvieto ringrazia l'ingegnere Gianluca Polegri

PCI: "Ancora prognosi riservata per la nostra sanità"

Riapre la piscina comunale di Castel Viscardo - Pianlungo

"La Compagnia dei Naturali", il laboratorio integrato per bambini e giovanissimi che fabbrica amicizie, invenzioni ed emozioni

Scale mobili rotte il giorno del Corpus Domini. Olimpieri (IeT): "Altra figuraccia!"

Michele Fattorini primo a "Lo Spino"

Geotermia, documento della Rete Nogesi sulla zonizzazione toscana: "Tutto da rifare!"

Apertura serale all'Orto Botanico "Angelo Rambelli"

Sentieri

La notte delle streghe all'Osteria da Shakespeare

Non è "cosa buona e giusta" che la politica si profitti del popolo

Comitato Risparmiatori

"Ludi alla Fortezza", Templari al Palazzo dei Sette

"Africa in Piazza". Musica, cucina e solidarietà a favore dell'Etiopia

"Sì, sono amareggiato e dispiaciuto. È difficile lavorare con voi"

Torneo dei Quartieri di Basket "Corrado Spatola", le novità dell'ottava edizione

La Fondazione Centro Studi "Città di Orvieto" presenta consuntivo 2016 e primi risultati semestre 2017

Profumi e colori sul lago per la 17esima edizione della "Festa delle Ortensie"

52esima "Staffetta dei Quartieri", settima vittoria per l'Olmo. I biglietti estratti

Corpus Domini, in archivio tra luci e ombre l'edizione 2017

"In caso di perdita del segnale di videosorveglianza, impianti di mobilità non possono essere tenuti in esercizio"

Tamponamento lungo l'A1 tra Orvieto e Attigliano, incendio a Giove

Baschi-Todi chiusa per tir ribaltato, code in A1 per incendio

Casa della Salute, inaugurata la Rsa. "Tassello importante nella riqualificazione dei servizi"

24 Giugno 1947 – 24 Giugno 2017. Settantesimo anniversario del primo avvistamento U.F.O

Città blindata? Ladri in azione: furti in pieno centro durante la festa

Stage residenziali per ragazzi dagli 11 ai 14 anni presso il Parco di Villalba: 4/7 luglio - 11/14 luglio. Iscrizioni entro il 25 giugno 2011

"Sono scappati": Il PDL Orvieto punta il dito sul centro sinistra uscito dal Consiglio al momento del voto sulla finanza derivata

Presentati al Consiglio i neo Assessori Brugiotti e Marino. Gialletti: "basta avvicendamenti a mezzo stampa"

Il Corteo Storico vuole uscire dagli armadi. Tutto l'anno e una volta per tutte. La proposta dell'assessore Marino

Sui derivati incalza Gnagnarini: "Incredibile. Il Comune fa causa a chi paga denaro (BNL) e non a chi lo esige per 1 Mln l'anno (RBS)"

Festival di arte e fede. Rorwacher tenera encantadora: "Corpo Celeste" fa il pieno e cattura il pubblico

Alice Rorwacher, una singolare grazia: guarda l'intervista di Orvieto.TV

Vuoi vedere un Miracolo? Alice...

Allerona. Domenica 19 giugno, alle 18 nella Sala Polivalente, saggio finale del Corso di Canto 'Musica in Libertà'

E' scomparso Isidoro Galluccio, presidente della Fondazione Claudio Faina. Un ricordo anche per Luigina Bartella Zanchi

Un saluto al Presidente Galluccio

Allerona, Sala dell'Acqua. 2/3 - 9/10 luglio 2011: Mostra di pittura di Iolanda Dente

Ventiquattrenne orvietana denunciata per spaccio di droga. Operazione del Commissariato di Orvieto

Concluso alle scuole medie di Ciconia il progetto "Pianeta Acqua". Premiata la relazione migliore

Orvieto città Santuario. Se ne è parlato in Consiglio Comunale, ma la Curia frena

"Invece della terza discarica". Convegno degli Amici della Terra Orvieto venerdì 24 giugno 2011

Città inguaribile causa classe dirigente (di destra e sinistra) inadeguata salvo...

La Biblioteca "Fumi" cresce e si fa più "piccola". Completata, ma senza possibilità di apertura, l'area ragazzi

Torna la "Gran Fondo degli Etruschi". Al via la XVIII^ edizione domenica 21 giugno

Orvieto accoglie i partecipanti al Cammino Nazionale delle Confraternite

Gli impegni dei primi 100 giorni per Feliciano Polli, neo presidente della Provincia di Terni

Dissidi tra librerie: potrebbe saltare lo stand estivo del libro. Il Comune da il permesso poi lo revoca, la Libreria dei Sette minaccia azione legale

Musica fuori orario. Scattano i primi verbali

Rubate le bandiere dei Quattro Quartieri al Duomo

Autotreno si ribalta sulla A1. Code e rallentamenti nel tratto orvietano

Fine stagione per Radio Orvieto Web. Festa della Musica in ricordo di Francesco Satolli

Il Sottosegretario per i Beni Culturali On. Giro in visita a Orvieto. Plauso all'ottimo lavoro svolto per la reinstallazione della Maestà

Formazione, 1331 nuove opportunità nel catalogo della Provincia di Terni

Festa della Musica dell'Arci 2009 - "Più Spazio alla Musica - Più Spazi per la Musica"

Festa della salvezza per l'Orvieto Basket. Sabato alle 20,30 al PalaPorano

Il Coro “Canto Libero” di Allerona domenica a Spoleto per l’apertura del Festival dei due Mondi

Numeri vincenti della I^ lotteria Associazione Lea Pacini - Corteo Storico - Corteo delle dame

Domenica 21 e Lunedì 22 giugno turno di ballottaggio per l'elezione del Sindaco e Referendum sulla Legge Elettorale

E Toni Concina risponde in tempo reale

La Libreria Valente precisa la sua posizione rispetto alla soppressione della Fiera del libro: "del tutto estranea"

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni