opinioni

Pedofilia: perché rischiamo di perdere

domenica 19 giugno 2005
di Marco Conticelli
Sconfortanti i dati emersi durante una conferenza tenutasi nei giorni scorsi a Porano, riguardo alla diffusione del problema pedofilia in Italia.
“Da almeno due anni” ha detto Massimiliano Frassi, Presidente dell’Associazione Prometeo, “denunciamo un drastico calo dell’età delle vittime. Oggi al nostro centro arrivano bambini la cui età media va da uno a quattro anni. La pedofilia che affrontiamo è una pedofilia sempre più organizzata e protetta. Ma anche sempre più volgare. Basti pensare che nella città di Brescia, dove sono emersi incresciosi episodi di abusi all’interno di più scuole materne, è nato addirittura un comitato che difende pubblicamente persone già condannate o attualmente a processo e chiede la chiusura di una associazione come la nostra”.
A tal proposito illuminante l’intervento del Vescovo di Orvieto Padre Giovanni Scanavino: ”E’ assurdo che oggi chi fa del bene e lotta per difendere i bambini sia attaccato e chi compie questi gravi reati la faccia franca e si permetta addirittura di uscire allo scoperto. Anche a me sono giunti documenti contro la vostra Associazione che addirittura mi invitavano a non ospitarvi: tutto questo è assurdo! Serve un impegno da parte di tutti e soprattutto da parte della Chiesa che deve tornare a fare sentire la sua voce a favore dei più deboli, deboli che oggi sono proprio i bambini”.
Sul tema Chiesa e Pedofilia è intervenuto poi ancora lo stesso Frassi: “con un Vescovo come lei”, ha detto rivolgendosi a Padre Giovanni Scanavino, “la pedofilia ha il fiato corto”.
Purtroppo però non sempre è così: troppo spesso si preferisce difendere a spada tratta un sacerdote abusante, magari addirittura spostandolo nuovamente a contatto con i bambini, piuttosto che toglierlo da qualsiasi incarico pastorale che indegnamente ricopre.
L’argomento è poi passato all’attuale legislazione: “l’Associazione Prometeo è stata l’unica associazione a collaborare direttamente alla attuale proposta di legge attualmente al vaglio della Camera. Ma non serve una legge più repressiva” ha aggiunto Frassi, “serve un cambio culturale, una inversione di marcia in una società sempre più permissiva e tollerante anche nei confronti degli abusanti”.
La conferenza si è conclusa toccando il tema della credibilità dei bambini, troppo spesso messa in discussione, come ha sostenuto Padre Giovanni, andando a favorire soggetti che riescono a farla franca anche in sede giudiziaria.
“Ditemi voi cosa devo fare” ha concluso il vescovo e, ricordando le parole di Gesù “il quale invocava la macina al collo per chiunque offendesse i più piccoli”, ci si è dati appuntamento all’anno prossimo, sottolineando l’importanza di una costante opera di sensibilizzazione e prevenzione.
A tal proposito si ricorda che il giorno seguente due educatrici dell’Associazione Prometeo hanno effettuato alcuni interventi nella scuola elementare di Porano proprio per parlare ai bambini di questo problema adottando un linguaggio ovviamente adatto alla loro età.
Durante la serata è stato presentato anche il blog che raccoglie le voci delle vittime: http: massimilianofrassi.splinder.com
Per ulteriori info.: www.associaizoneprometeo.org

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate