opinioni

Torniamo ai valori fondanti. Siamo sicuri che le polemiche interessino?

sabato 23 aprile 2005
di Antonio Barberani, Coordinatore FI Orvieto
Sono molto imbarazzato a dover replicare alle accuse che mi vengono rivolte, ormai da più di un anno, dall'interno di Forza Italia. Accuse che hanno avuto (in pubblico e in privato) l'obiettivo manifesto della delegittimazione, se non (più spesso) della diffamazione.
Sono imbarazzato perché ritengo che, nella situazione in cui ci troviamo, dove c'è un governo in coma e, a breve, Forza Italia potrebbe anche non esistere più, per la gente comune non abbiano alcuna rilevanza politica la 'presa di Orvieto', il congresso di Terni, le future candidature alle politiche che potrebbero dare, a cascata, sistemazione a qualcuno altrimenti disoccupato. Perché di questo si tratta, non di confronto sulle scelte di fondo, sulle proposte, sulle iniziative utili per contrastare i nostri veri avversari, cioè chi governa la nostra città da oltre 50 anni.
Comunque proverò a fare chiarezza ai 'miei quattro lettori'.
Il dato del 3% perduto alle regionali è subdolo e fuorviante, cioè fuorviante perché subdolo, in quanto non sono comparabili i risultati del 2000 con quelli del 2005. Intanto il 2000 è stato l'anno di più forte espansione di Forza Italia a livello nazionale, per cui il trascinamento non poteva non farsi sentire anche in periferia; c'era un candidato locale (l'ottimo Avv. Turreni), e, per converso, gli altri partiti non avevano che pochissimi candidati orvietani (due o tre se non ricordo male).
Stavolta il risultato nazionale rappresenta il punto più basso raggiunto dal nostro partito dalla sua costituzione (lo riscontriamo dal terremoto che ha provocato) e nella nostra città 'correvano' sette o otto candidati locali, di cui almeno due (Cimicchi e Olimpieri) fortissimi, verso i quali si sono orientati anche nostri elettori, nauseati dalle continue polemiche interne, scatenate, inopportunamente quanto consapevolmente, nel bel mezzo della campagna elettorale.
Il raffronto elettorale più serio e onesto va riferito alla gestione del partito da parte del nostro Coordinamento. Tutti ricordano (gli amici che contestano sicuramente), che abbiamo rilevato Forza Italia al 6/7 % (sondaggio Margherita 2002) e, nonostante scissioni, lotte intestine, sabotaggi, abbiamo sempre migliorato tale percentuale. Anzi, l'abbiamo quasi raddoppiata. Altrimenti, se dobbiamo proprio essere irrealistici e strumentali, il confronto potremmo anche farlo con i risultati delle Europee del 2004, dove il nostro partito ha preso, ad Orvieto, il 18,3 %.
Riguardo al candidato locale noi lo avevamo, anzi ne avevamo due: rilevantissime personalità della società civile orvietana disposte ad una candidatura di bandiera, perdente in partenza (come noto senza i voti di Terni non si va da nessuna parte). Solo che gli amici di partito hanno avuto l'ottima idea (calcolata: è la seconda volta che succede) di tempestare la stampa con polemiche, sfiducia ed altre amenità, con l'ovvio risultato di far scappare chiunque avesse avuto l'intenzione di proporsi nelle liste regionali. Come già era successo lo scorso anno alle comunali con Ripa di Meana e compagnia bella.
Abbiamo allora ritenuto più utile per il partito cercare di far eleggere il secondo consigliere regionale del nostro collegio.
Ci siamo riusciti e credo sia stato raggiunto un grande obiettivo: ora avremo due consiglieri a Perugia (Melasecche e Nevi) in grado di rappresentare al meglio le istanze del nostro territorio, come da tutti e due più volte affermato durante la campagna elettorale. Se a qualcuno questo risultato dispiace per motivi legati al potere interno, peggio per lui, va certamente contro gli interessi della nostra città e del nostro partito.
Noi (io per primo), siamo certamente dei dilettanti della politica, non immuni da errori ed incertezze, ma cerchiamo di lavorare al meglio delle nostre possibilità, non certo guardando alle dinamiche interne al partito, ma cercando di perseguire gli interessi della nostra città e del nostro movimento. Il tutto facendo leva sul volontariato puro, sul nostro impegno personale e, va sottolineato, senza alcuna risorsa economica.
In questi mesi ci siamo posti come obiettivo primario quello di restituire credibilità al nostro partito, al fine di farlo divenire un interlocutore serio ed autorevole.
Abbiamo ricostruito rapporti fecondi e di stima con tutte le maggiori Istituzioni cittadine, con le quali il dialogo era precluso pregiudizialmente da tempo.
E' un modo di procedere che non dà consensi immediati, è un investimento per il futuro, in quanto ha come finalità il privilegiare i contenuti, le proposte, le soluzioni più utili per il territorio tutto. Qualche risultato significativo è stato già raccolto; dando dimostrazione che solo in questo modo si può 'governare anche stando all'opposizione'! Abbiamo anche fattivamente intensificato la nostra presenza territoriale, avviando un periodico confronto tematico con i coordinamenti di Amelia e Narni che non tarderà a dare i suoi frutti.
Cercare di dare un respiro progettuale al lavoro del nostro coordinamento ci è costato molto impegno. Per questo avremmo voluto l'apporto fattivo di chi oggi ci contesta così duramente, ma pretestuosamente.
E' ormai un anno che questi amici (compreso il 'rappresentante istituzionale') non partecipano, seppure sempre invitati (con lettera scritta), ad alcuna riunione del nostro direttivo: sedici inviti senza risposta!
Il rappresentante istituzionale (più volte invitato e/o sollecitato) dovrebbe ricercare proprio nel partito il suo naturale riferimento, il punto di elaborazione delle proposte e di sintesi tra le varie posizioni.
Così forse si sentirebbe meno solo!
Da chi ci avversa con questa violenza non abbiamo, purtroppo, mai avuto alcun contributo dialettico sui contenuti. Solo polemiche personali (ripeto: pubbliche e private).
Così il Partito perde credibilità, così perde consensi; così si fa la fine di Viterbo dove la sconfitta della CDL è stata propiziata proprio dall'interno di F.I. per mano di gente che conosciamo bene!
In ogni caso va ripreso necessariamente il dialogo, interno in primo luogo, per rilanciare il forte impegno progettuale e programmatico che ci siamo dati: unica fonte di legittimazione nei confronti di chi guarda a noi come prospettiva seria, nel momento in cui il centro-sinistra offre un penoso spettacolo di divisioni interne.
Ci attendono mesi di grande lavoro, il cui riferimento strategico nazionale sarà proprio l'allargamento della CDL che noi abbiamo cercato sempre di perseguire. Le nostre proposte "anticonformiste" sono state sempre concordate con i dirigenti nazionali ed hanno avuto sempre grandi riscontri (la rassegna stampa è a disposizioni di chi non se ne fosse accorto).
E', per l'appunto, dalla società civile e dal territorio che stanno arrivando i maggiori stimoli. C'è una forte domanda di partecipazione, molte facce nuove che vorrebbero dare una mano ed impegnarsi per il partito.
Oggi siamo chiamati alla sfida più difficile, quella delle elezioni politiche, ed abbiamo il dovere di dare risposte positive a chi non ne può più di queste lotte intestine, di queste polemiche sterili, e ci chiede compattezza ed abbassamento dei toni.
Altrimenti quando si vota scappano altrove!
Il nostro avversario è questo centro-sinistra, non lo dimentichiamo mai, così come non dobbiamo dimenticare mai i 'valori' fondanti del nostro movimento. Poi ci saranno i congressi, le candidature, le scissioni. Ma siamo sicuri che alla gente interessi davvero tutto questo?
Ritengo che nostro dovere sia invece riaffermare, come dice Sandro Bondi, il "valore morale dell'appartenenza", facendo dell'etica lo spartiacque necessariamente preliminare ad ogni attività futura.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"