opinioni

Noi riformisti vogliamo sconfiggere Parretti nell'urna e non grazie al codice.

sabato 22 maggio 2004
di Alessandro Maria Li Donni

Líesclusione della Lista Parretti mi ha colto di sorpresa.¬† Mai e poi mai avrei potuto immaginare che dallíagone elettorale potesse essere escluso líuomo che piý ha speso fino ad oggi per cercare di essere eletto sindaco della cittŗ.

Ritengo che líesclusione, a parte líirregolaritŗ che cíŤ e non Ť di poco conto, sia sbagliata.¬† La democrazia deve amare il confronto, anche con personaggi scomodi.¬† Per quanto mi riguarda non sono mai stato tenero con il personaggio in questione fin dai tempi di Roma Vetus e continuo ad essere estremamente critico, ma non avrei mai voluto vincere per via legale.

Avrei voluto battere Parretti e i suoi candidati con le idee.¬† ďLíhomo cinimatograficusĒ si dice riformista e proprio sul ďsuoĒ campo avrei voluto batterlo.¬† Riformismo Ť sinonimo di novitŗ, di volontŗ di governo, di serietŗ.¬† Líesatto contrario, insomma, delle promesse roboanti, dei referendum continui che bloccherebbero líattivitŗ amminstrativa ma soprattutto appesantirebbero le giŗ esauste casse comunali.¬† Riformismo Ť una cosa seria che ha radici storiche importanti.¬† Líarea socialista-riformista ha dato un contributo fortissimo alla creazione della Regione Umbria e del modello sociale regionale.¬† Ora questo modello Ť un poí in crisi e solo i riformisti possono nuovamente metterci mano.

Un riformista non organizza Convention di stile berlusconiano ma cammina tra la gente, chiede informazioni, si documenta e continuamente pensa ad agire per il bene della cittŗ.¬† Attenzione, ciÚ non vuol dire che un riformista abbia la bacchetta magica, anzi, certamente perÚ agisce per spirito di servizio, senza mischiare interessi privati di alcun tipo, anche legittimi.¬† Certo, e torniamo allíinizio, lascia perplessi questa campagna ďamericanaĒ per la conquista di una cittŗ bella, importante, storica ma piccola rispetto a Roma o Milano dove una campagna elettorale per il sindaco costa certamente quanto quella organizzata da Parretti.

Per tutto questo non ho gioito alla notizia dellíesclusione.¬† Quanto Ť bello battere Golia con la semplicitŗ di Davide.

 

 

                                                                 

Commenta su Facebook