opinioni

La questione ambientale vero snodo della politica orvietana

lunedì 26 aprile 2004
di Claudio Lattanzi
Una delle questioni più spinose e complicate che troverà sul proprio tavolo il nuovo sindaco già dal venti giugno è legata alla politica ambientale e alle decisioni da assumere nella gestione della discarica.   La questione ambientale ha caratterizzato gli ultimi anni nella vita amministrativa del Comune ed altrettanto accadrà nel futuro. Oggi come oggi i proventi dalla gestione della discarica consentono di avere a disposizione una somma ingente (circa due milioni e mezzo di euro) che consentono ad Orvieto di essere quella che è. Senza quei soldi sarebbero dolori e si dovrebbe inevitabilmente rinunciare a qualcosa di molto costoso come, ad esempio, Umbria jazz winter che costa più di trecentomila euro o al teatro che assorbe almeno 240 mila euro all’anno.

 

Piaccia o no, il livello raggiunto dalla città dipende dal livello dei rifiuti che vengono smaltiti nella discarica.  Chiunque manifesti l’idea di chiudere la discarica, dovrebbe indicare immediatamente dopo anche il modo per far uscire fuori da qualche altra parte gli stessi soldi. Tutto ciò per essere credibili, altrimenti si corre il rischio di parlare inutilmente a meno che non ci sia la disponibilità da parte degli orvietani a fare alcune dolorose rinunce. Adesso - lasciando da parte il fatto che il Comune ha grosse difficoltà a farsi liquidare dalla Regione Campania circa due milioni di euro per i rifiuti del recente passato -  la discussione ruota tutta intorno al da farsi a partire dal prossimo autunno quando l’attività amministrativa entrerà nel vivo. 

 

 A destra, ma incredibilmente anche a sinistra, c’è una fortissima resistenza ad ammettere che l’unico progetto serio elaborato in materia ambientale è stato quello del termovalorizzatore nel 1997.  Quell’iniziativa riuscì in realtà ad incenerire solamente il sindaco Cimicchi  che l’aveva proposta  e che finì sulla graticola più insidiosa che possa esistere per un sindaco di sinistra ad Orvieto; quella dei vip collinari alla Malerba e alla Siciliano a cui bastò fare una telefonata al direttore di Repubblica per mettere il povero sindaco con le spalle al muro e, contemporaneamente, per  bloccare un progetto che avrebbe consentito di coniugare la tutela ambientale con una forte redditività legata all’unica soluzione industriale avanzata che esiste per non continuare a mettere l’immondizia sotto terra. 

 

Alcuni esempi italiani: A Cavenago Brianza è stato creato un consorzio di 48 Comuni (400  mila abitanti di bacino, raccolta differenziata pari al 60 % contro il 7% di Roma) che lo scorso anno ha ricavato due milioni di euro vendendo il gas ricavato dai rifiuti ed ha tasse sullo smaltimento in discesa continua.  A Piccioli in Toscana, l’inceneritore produce 15 milioni all’anno.  La creazione dei termovalozzatori viene peraltro sostenuta dal ministro dell’Ambiente Altero Matteoli e a favore di questa soluzione si è pronunciato recentemente anche Umberto Veronesi oltre ad essere la posizione ufficiale del governo italiano.

 

Riprendere oggi in mano quel progetto del 97 appare estremamente complicato anche per le iniziative assunte nel frattempo a Terni dal gruppo Agarini (proprietario della Sao) che voleva realizzarlo ad Orvieto. L’altro enorme problema è quello del bacino di conferimento con la Regione Umbria che tiene per il collo il Comune di Orvieto e non consente ad una parte della provincia di Perugia di smaltire qui.

 

Cosa fare?  Sicuramente non tornare indietro rinunciando alla discarica.  Casomai riprendere in considerazione il progetto del termovalorizzatore, ma con un bacino di riferimento che comprenda anche molti Comuni fuori dell’Umbria.

Sarebbero garantiti i soldi e la tutela dell’ambiente. Forse anche la riduzione delle tasse.

 

La sinistra non potrà mai fare una scelta del genere a causa dei veti perugini a mettere il naso fuori dall’Umbria, la destra potrebbe provarci dopo aver vinto le elezioni, ma le ostilità che esistono in una parte della Casa delle Libertà verso il gruppo Agarini potrebbero bloccare tutto per non parlare di una mal interpretata mentalità ambientalista che emerge da quelle parti, forse anche per convenienza elettorale. Parretti sembra intenzionato a concepire la discarica soprattutto in funzione delle esigenze dei comuni delle zona.

 

Alla fine qualcuno vincerà le elezioni e una decisione la dovrà pur prendere. Questa volta speriamo senza l’interessamento peloso dei soliti vip.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"