eventi

"Investigazione scientifica e omicidi efferati". Incontro con Luciano Garofano

mercoledì 18 settembre 2019
di Davide Pompei
"Investigazione scientifica e omicidi efferati". Incontro con Luciano Garofano

La strage di Erba, quella di Capaci. Il caso Cogne, quello di Via Poma. E poi i delitti di Garlasco e Novi Ligure. Il serial killer Donato Bilancia, il criminale Ferdinando Carretta. Le vittime Meredith Kercher e Sarah Scazzi, fino al più recente omicidio di Marco Vannini. È lungo l'elenco dei gialli e dei fatti di cronaca nera che hanno macchiato di rosso il Belpaese. Di "Investigazione scientifica e omicidi efferati" si parlerà sabato 21 settembre alle 16.45 a Proceno, nella Sala Comunale di Palazzo Sforza, insieme ad un professionista che non ha mai spesso di occuparsene.

Biologo romano, classe 1953, è il generale Luciano Garofano, dal 1995 al 2009 comandante dei Carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma – uno dei quattro dell'Arma che svolgono attività tecnico-scientifica nell'ambito delle indagini preliminari – l'ospite dell'evento patrocinato dal Comune e dall’Università degli Studi della Tuscia, ma anche autore e coautore di molte pubblicazioni, fra cui l'ultima "La Falsa Giustizia. La genesi degli errori giudiziari e come prevenirli" (Edizioni Infinito, 2019) scritta con Maria Gaia Pensieri. Prefazione, Manfredi Mattei Filo della Torre. Introduzione, Baldassare Lauria.

Nel corso dell'incontro, ripercorrerà la storia dei progressi dell’investigazione scientifica, per terminare con un question time proposto dal moderatore, Roberto Mattera, durante il quale risponderà con particolari che hanno caratterizzato alcuni dei casi in cui è intervenuto, che hanno occupato la cronaca nera degli ultimi anni in maniera mediaticamente impattante. Talvolta fin troppo, con tanto di plastici e ricostruzioni ai limiti di una morbosa spettacolorizzazione servita, comunque, per alzare il livello di attenzione dell'opinione pubblica.

A dialogare con loro, anche di questo aspetto, sarà Alessandro Sterpa, docente della Università della Tuscia di Viterbo, dove dirige il Master Crisis – Scienze Criminologiche e Forensi, Investigazioni e Sicurezza, autore di numerose pubblicazioni. Da ultimo "La Libertà dalla Paura. Una lettura costituzionale della sicurezza" (Editoriale Scientifica, 2019). Oltre a tratteggiare il quadro costituzionale delle attività investigative e del potere giudiziario, presenterà i corsi di laurea dell’ateneo viterbese in materia di "Investigazioni e Sicurezza".

L'incontro è a carattere divulgativo-culturale ed è ad ingresso libero, ma per partecipare è necessario accreditarsi entro venerdì 20 settembre all'indirizzo info.prolocoproceno@gmail.com.

Commenta su Facebook