eventi

"Go Go Diva". Live gratuito per "La Rappresentante di Lista"

martedì 6 agosto 2019
"Go Go Diva". Live gratuito per "La Rappresentante di Lista"

Dopo la partecipazione al Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni, prosegue per "La Rappresentante di Lista" la nuova serie di concerti, nei maggiori festival nazionali, per assistere allo spettacolo che la band, guidata da Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, riesce a creare in ogni occasione. È grazie al carisma e alle trasversali capacità performative che quest'ultima sta conquistando un pubblico sempre più numeroso.

Nella prima serie di concerti indoor la band, infatti, ha registrato 9 sold out in 15 eventi e ora sta vivendo un’estate ricca di nuove emozioni dal vivo. Giovedì 8 agosto alle 22 l'appuntamento è all'Area Verde di Attigliano con una tappa del tour estivo "Go Go Diva", dal nome del nuovo album di inediti "che - dichiara La Rappresentante di Lista - cambia pelle e noi ci prepariamo a una estate abbagliante, al pubblico bollente dei festival, ai palchi vibranti e sudati di tutt'Italia. L'estate accende la nostra voglia di cambiare forma e "Go Go Diva" non è stanca di stupirci ancora. Noi cercheremo di starle dietro, voi venite a vedere cosa succede".

L’album “Go Go Diva”, è stato anticipato dal singolo e video “Questo Corpo”, seguito dai brani “Woow” e “Maledetta tenerezza”. "La Rappresentante di Lista" è innanzitutto un progetto di ricerca, nato con un punto di vista plurale femminile: una femmina che accoglie, che si prende cura, che ama.

Le canzoni sono un unicum nel quale convivono scrittura, teatro e forma canzone: i loro versi sono frammenti di romanzi, i loro concerti sono spettacoli teatrali, la metrica dei loro versi scalcia violentemente fra un accordo e un altro, la sostanza musicale dei loro brani è brutalmente istintiva, ma più che consapevolmente rigorosa, a tal punto sfiora il rituale.

L’energia che muove la ricerca della band prescinde dalla necessità di cristallizzare un genere e nella descrizione che gli stessi autori fanno della loro musica, definendola queer, è già presente questa continua trasformazione. Con la scrittura di questo terzo disco in studio, LRDL prosegue la ricerca avviata con (Per la) Via di Casa e Bu Bu Sad: l’analisi delle contraddizioni, dei sogni, delle paure, delle fragilità, sfocia in un racconto che ha come punto focale la complessità delle relazioni umane. LRDL pur scrivendo canzoni, non ha un approccio cantautorale alla scrittura. I versi si susseguono stratificando immagini. L’amore è un pretesto per raccontare della vita, del mondo, della politica, della guerra, del male, in una sola parola: dell’uomo.

Nella drammaturgia delle canzoni il tempo narrato corrisponde a un “qui e ora (o mai più)”. L’espediente è un avvenimento straordinario, un momento di massima tensione, un punto di non ritorno declinato su diversi livelli: un attentato, una guerra, ma anche un litigio, un abbandono. Momenti quotidiani e intimi sono sullo stesso piano di eventi universali e politici.

"La scrittura del nostro terzo disco - spiegano la band - nasce da un desiderio, da un impulso che ha coinvolto tutti gli organi di questo corpo. In ogni canzone, lungo il racconto di questa storia, abbiamo sentito la necessità di gridare i nostri momenti di crisi, di vivere la nostra solitudine, di manifestare il nostro amore. Scegliamo di nuovo una protagonista femminile come guida attraverso questa foresta di parole e di musica. L’abbiamo chiamata Go Go Diva. Una femmina che desidera, che ingurgita, che ascolta, che vive e non è mai sazia. Go Go Diva è un invito a perdersi, a battersi, a spogliarsi e a cantare con tutta la voce che si ha in corpo. Nell’inferno dei desideri, nel buio della paura, nell’oscurità di questa notte noi ci sentiamo maledettamente vivi".

Commenta su Facebook