eventi

"Il commercio totale. Le nuove forme di sospensione del diritto e le strategie di rottura"

lunedì 17 giugno 2019
"Il commercio totale. Le nuove forme di sospensione del diritto e le strategie di rottura"

L’Usb Viterbo presenta il libro-inchiesta "Il commercio totale. Le nuove forme di sospensione del diritto e le strategie di rottura", una pubblicazione che affronta in modo critico e diretto il problema della mancanza di sicurezza nei posti di lavoro. L’inchiesta vede protagonisti i lavoratori che con le loro testimonianze, raccolte con un questionario anonimo, hanno denunciato le mancanze in fatto di sicurezza e diritti che sono costretti a vivere ogni giorno.

E’ emersa l’assenza dei basilari dispositivi di protezione individuali e, anche quando sono presenti, non sono adatti al singolo lavoratore, tanto da rappresentare più un ostacolo che un aiuto. E’ obbligo del datore, invece, fornire i D.P.I. ergonomici e personalizzati ad ogni dipendente che sia subordinato o a chiamata. Le testimonianze mettono in luce anche come turni parcellizzati, contratti precari e frenesia nello svolgimento delle mansioni pesino sulla salute e la sicurezza dei lavoratori.

Dalla crisi ad oggi, nella Tuscia, sono raddoppiati i part time involontari, cioè imposti. Una scelta voluta dai datori per mantenere più basso il costo del lavoro e fare maggiore ricorso alla flessibilità.  L’ultima frontiera dello schiavismo nel settore sono i lavoratori interinali, i promoter e i merchandising, assunti tramite cooperative, che gestiscono il rifornimento notturno.
La maggior parte dei negozi stipulano tramite agenzie contratti interinali dai tre ai cinque giorni, mentre i lavoratori operano per mesi.

Scaricano i camion, spacchettano i colli e sistemano gli scaffali senza pause e senza misure di sicurezza. Lavorano per turni di nove ore con una paga media di 50 euro senza alcuna misura di sicurezza. Il testo è correlato da una parte normativa, fondamentale perchè tutti i lavoratori sappiano quali sono i propri diritti in materia di salute e sicurezza. Solo la conoscenza infatti permette di riconoscere un abuso come tale e denunciarlo agli organi competenti.

In proposito, il libro si conclude con delle lettere, da staccare e compilare, per segnalare omissioni da parte del datore. Un utile strumento di lotta per lavoratori, Rls e delegati sindacali. Alla presentazione in programma per venerdì 21 giugno alle 18 al Cenacolo San Marco di Terni (Via del Leone, 2) parteciperanno alla discussione su queste problematiche, che sono presenti anche nel territorio della Regione dell'Umbria, lavoratrici e lavoratori, delegate e delegati di ogni settore di lavoro regionale.

Introdurrà l'iniziativa Emanuele Pica, responsabile regionale Lavoro Privato USB-Umbria. Interverranno: Luca Paolocci (USB Viterbo) - Bartolo Mancuso (avvocato del Lavoro) - Marco Benevento (esecutivo nazionale Lavoro Privato USB) - Francesco Tuccino (ergonomo) - Elisa Bianchini (curatrice dell'inchiesta).
 

Commenta su Facebook