eventi

"Pasquetta Geogastronomica" tra campagne, sorgenti e musica

martedì 16 aprile 2019
di Davide Pompei
"Pasquetta Geogastronomica" tra campagne, sorgenti e musica

Camminare per smaltire gli eccessi gastronomici del giorno precedente, ma senza rinunciare alla tradizione della scampagnata anche alimentare fuori porta. In un circolo, vizioso e virtuoso, che chiama tutti all'aperto, Giove Pluvio permettendo, torna lunedì 22 aprile per il secondo anno la "Pasquetta Geogastronomica". A promuoverla, è il Comitato Festeggiamenti SS. Crocifisso – Classe '69/'89 di Castiglione in Teverina con il supporto del Gruppo Escursionistico Orvieto.

Raduno al PalaPapini di Ciconia alle 8.45 e partenza con mezzi propri alla volta di Castiglione in Teverina, in località Campo della Fiera con visita ai ruderi dell’antica Chiesa di Sant'Egidio e alla Sorgente della Tartaraia. Alle 11.30 circa, sosta con colazione in località Boschetto e intorno alle 13.30 rientro per il pranzo a Campo della Fiera, o in caso di pioggia, in località Pianello allietato dalla musica dal vivo degli sciROCKati.

Un percorso di circa 6 chilometri – ascesa totale, 110 metri – tra storie, leggende di un’eterna zona di confine tra l’estremo lembo della Tuscia e l’Umbria che consentirà di attraversare campagne e sorgenti della Media Valle del Tevere. Un territorio prettamente collinare, a una quota di circa 300 metri sul livello del mare, fatto di paesaggi vulcanici caratterizzati da ampie colline e plateau lavici, particolarmente ricchi dal punto di vista idrogeologico.

A testimonianza rimangono punti di passaggio e cippi di confine tra due stati pre-unitari nel Risorgimento e tra due provincie del costituito Stato Italiano. Luogo di storici avvistamenti, dalla Torre Massea, agli avamposti militari del Regno Sabaudo, acquartierato nel posto di dogana della Madonna delle Macchie, sarà attraversato in un tempo di percorrenza stimato in 4 ore, comprensivo della colazione pasquale offerta dal Comitato e annaffiata dai vini dell'Azienda PuntoLungo.

Per la passeggiata – al direttore di escursione Giovanni Ruggeri si affianca il geologo Leonardo Paganelli – è richiesto abbigliamento adatto alla stagione e scarpe da trekking. Consigliati, bastoncini, occhiali da sole e riserva idrica. È prevista la possibilità di effettuare il percorso anche in mountain bike o a cavallo. Per il pranzo a menù fisso – su prenotazione al numero 328.9556124 – con lo spettacolo musicale nel pomeriggio il costo è di 15 euro.

Per ulteriori informazioni:
331.4826530 – 328.9556124

Commenta su Facebook