eventi

"Orienteering". Orvieto getta le basi per un progetto a 360 gradi

martedì 12 marzo 2019
di Davide Pompei
"Orienteering". Orvieto getta le basi per un progetto a 360 gradi

Come disciplina sportiva, è nata all'inizio del XX secolo nei paesi scandinavi. La capacità di orientarsi – di qui, il nome di "Orienteering" – tra i boschi e, in generale, negli ambienti naturali ma a talvolta anche in quelli urbani consiste nell'effettuare un percorso predefinito caratterizzato da punti di controllo chiamati "lanterne" e con l'aiuto esclusivo di una bussola e di una cartina topografica molto dettagliata, a scala ridotta, che contiene particolari del luogo da percorrere.

Per saperne di più e crescere insieme radicando questa esperienza, la Federazione Italiana Sport Orientamento in collaborazione con l'Associazione Sportiva Dilettantistica Scolastica "Ettore Majorana" di Orvieto organizza per venerdì 29 marzo alle 18 nella Sala del Governatore del Palazzo dei Sette un incontro aperto a tutti coloro che hanno già sperimentato le attività a qualsiasi livello, fuori e dentro la scuola. Ma anche a chi ne ha sentito parlare e vorrebbe saperne di più.

E ancora, ai semplici curiosi desiderosi di approfondirne le dinamiche sportive, formative, di integrazione sociale, di promozione turistica e quant'altro e a chi vuole avvicinarsi ad un rapporto diverso con il territorio. L'incontro, infatti, servirà anche a porre le basi per un progetto a 360 gradi, legato all’orienteering, che ha già in premessa la costituzione di una squadra federale di Corsa Orientamento, per tutte le età.

Alla luce del calendario federale quest'ultima potrà dedicarsi ad una programmazione di esperienze di gare ufficiali. In ballo, però, c'è anche la possibilità di cimentarsi con il "MTB-O", orienteering in mountain bike, il "Trail-O", ovvero l’orienteering che mette insieme atleti con disabilità fisica con i cosiddetti normodotati. Effettuare un corso base, di approccio alla specialità e l'inserimento nel calendario federale di gare ad Orvieto. Interregionali, per il 2019. Nazionali, per il 2020. Internazionali per il 2022.

"A tutti – spiega Paolo Bellocchio, responsabile del Settore Orienteering per l'Asds Majorana – chiediamo un contributo di idee. Invitiamo chi lo ha già sperimentato come sport a cimentarsi in qualche gara federale opportunamente scelta, per aiutare a crescere chi si sta avvicinando ora, senza limiti di età e con un approccio di sereno agonismo. Un aperitivo insieme con stuzzichini e vino, una chiacchierata libera e la presentazione di qualche esperienza di orienteering che già ha visto Orvieto e gli orvietani protagonisti in un passato più o meno recente”.

Commenta su Facebook