eventi

Incanto d'Inverno al Castello di Montegiove, torna il Mercatino di Natale

giovedì 29 novembre 2018
di Davide Pompei
Incanto d'Inverno al Castello di Montegiove, torna il Mercatino di Natale

Preludio all'atmosfera delle feste – che, di per sé, è già festa – con il primo freddo soffia nell'Alto Orvietano aria di tradizione. Entrato di diritto nel Calendario (dell'Avvento) degli appuntamenti che scandiscono l'attesa, torna domenica 2 dicembre dalle 10 alle 19 l'immancabile Mercatino di Natale allestito all'interno delle suggestive sale del Castello di Montegiove.

Cancelli e portoni dell'antico maniero situato nel Comune di Montegabbione – al civico 27 di Via Beata Angelina, a poco più di 40 chilometri da Orvieto – tornano così ad aprirsi al pubblico offrendo a tutti l'opportunità di curiosare tra bancarelle e stand alla ricerca di ispirazione. Tra oggetti artigianali, decorazioni natalizie e addobbi per l'albero, in legno, lana o cartapesta non mancheranno originali idee regalo.

Ma anche la degustazione di vini prodotti in loco, porchetta e ancora vin brulé e dolcetti natalizi, rigorosamente al burro. Quanto basta per scaldare, anche lo stomaco. Al cuore, invece, dalle 16 alle 18, ci pensa Babbo Natale in persona dispensando sorrisi ai più piccoli e una foto ricordo di un bel pomeriggio trascorso in famiglia, in una location ai confini del fiabesco.

Tra solide mura e antiche torri, questo "blocco imponente di pietra fondato sulla roccia, fasciato di edera, circondato da querce, lecci, cipressi e abeti" con il paese che gli gravita intorno è "un luogo magico e fermo nel tempo", certificato anche dall'Associazione Dimore Storiche Italiane, la rete che promuove palazzi, castelli, ville e residenze d'epoca.

Tra i più antichi della regione, il Castello di Montegiove è stato eretto intorno al 1280 ad opera della Famiglia Bulgarelli, Conti di Marsciano, su un colle boschivo oggi al centro di una tenuta che si estende per 1200 ettari nella campagna umbra – tra vigne, uliveti, pascoli e seminativi – e comprende un’operosa azienda agricola e un esclusivo agriturismo.

Nei saloni, mobili e suppellettili d'epoca. All'interno, la Cappella della Beata Angelina, fondatrice del Terz'Ordine Regolare Femminile che proprio qui nacque nel lontano 1357. Dimora, nei secoli, anche dei Monaldeschi della Vipera e del celebre condottiero Gattamelata, bisognerà attendere il 1780 e la proprietà dei Marchesi Misciattelli per la trasformazione del feudo a scopi agricoli.

Nell'azienda, oggi si producono vino Rosso Orvietano DOC ed Umbria IGT, olio extravergine d’oliva, legna, tartufi e poi carne chianina allevata allo stato brado. La Tenuta mantiene ancora pochi ettari di vigneti di Montepulciano e Sangiovese. E, da qualche anno, ha dato vita all’impianto di nuovi, attraverso il recupero delle varietà storiche di vite della zona.

Per ulteriori informazioni:
www.castellomontegiove.com 
0763.837473 - info@castellomontegiove.com

Commenta su Facebook